• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Calciomercato, Speciale Confederations Cup: ecco come il torneo puo' cambiare la carriera

Calciomercato, Speciale Confederations Cup: ecco come il torneo puo' cambiare la carriera

Da Fred a Honda, ecco le sorprese della manifestazione e i possibili sviluppi di mercato


Fred e Neymar (Getty Images)
Hervé Sacchi

01/07/2013 12:26

CALCIOMERCATO SPECIALE CONFEDERATIONS CUP FRED CAVANI NEYMAR SORPRESE MERCATO / ROMA - Dai una svolta alla tua carriera con la Confederations Cup. Uno slogan inventato sul momento che, tuttavia, ben descrive gli effetti che il torneo brasiliano ha regalato a diversi dei giocatori scesi in campo in queste settimane. Da molti snobbata, la manifestazione-antipasto del Mondiale si è rivelata, come sempre, portatrice di sorprese. Specie per il mercato che entra nella sua fase più calda.

FRED, GOL E CONVOCAZIONE - Il pass gli è stato ufficialmente rilasciato al termine della partita contro la Spagna. Fred sarà il terminale offensivo del Brasile anche nel prossimo Mondiale. Con i suoi cinque gol in altrettante partite - peraltro contro Italia, Uruguay e Spagna e non Tahiti, con tutto il rispetto - il bomber del Fluminense non solo ha rilanciato la sua candidatura per un posto nella Seleçao, ma ha ottenuto la non facile fiducia del tifo brasiliano e della stampa nazionale. Già forte della stima di Felipe Scolari, Fred diventa ora uno dei nomi più stimolanti del mercato. Venduto dal Lione quando sembrava in parabola discendente, l'attaccante verdeoro ha dimostrato di poter dire la sua e ambire ad un ritorno nel 'Vecchio Continente'. Il Fluminense non se ne vuole privare ma l'operazione potrebbe costituire un'importante plusvalenza.

HONDA, IL SOL LEVANTE - Già nel mirino delle italiane da qualche anno, Keisuke Honda ha saputo sfruttare al meglio l'esperienza in Confederations Cup. Specie nella gara contro l'Italia, il trequartista giapponese ha dato una buona dimostrazione delle sue doti tecniche, tanto da avvicinarlo nuovamente al Milan che, a breve, potrebbe definire l'operazione. Le insidie inglesi sono concrete, ma la volontà del giocatore è acclarata: vuole il Milan. Appena i rossoneri concluderanno la cessione di Robinho, si potrà dare una sferzata alla trattativa.

I GIOIELLI DI CASA ITALIA - Doveva essere il torneo di Balotelli e, fino all'infortunio, così è stato. La manifestazione brasiliana ha, tuttavia, rilanciato diversi giocatori della nostra Nazionale: in primis De Rossi che, reduce da una stagione in chiaroscuro alla Roma, ha risposto in maniera eccellente alla chiamata azzurra. Tra le sorprese si colloca, certamente, Emanuele Giaccherini (clicca qui per l'intervista esclusiva all'agente del giocatore): semplice sostituto alla Juventus, l'ex Cesena ha dimostrato di essere uno degli uomini più freschi di tutto il comparto centro-offensivo. Viste le recenti prestazioni, può ambire ad un ruolo maggiormente importante anche nelle fila bianconere.
Al di là del rigore fallito contro l'Uruguay, la Confederations Cup ha garantito notevole visibilità anche al giovane De Sciglio. Il terzino rossonero ha messo in mostra tutta la sua qualità, fisica e mentale. Il Milan lo ha blindato. Così come Prandelli, il quale ha già occupato con il rossonero la casella di terzino sinistro titolare per il prossimo Mondiale.

PORTE APERTE AL MERCATO - La prestazione contro l'Italia ha riabilitato anche la figura di Edinson Cavani, in ombra dopo il girone eliminatorio. L'attaccante uruguaiano sarà il tormentone delle prossime settimane. Chi, invece, ha definito già il suo trasferimento è Neymar. Il Barcellona ha messo a segno uno dei colpacci di questo mercato. Anche contro i difensori di Spagna e Italia, il funambolico attaccante ha dimostrato di poter ampiamente dare garanzie. Il prossimo, forse ultimo, esame da superare sarà la convivenza con Lionel Messi. Dal Brasile, in uscita, c'è anche Paulinho. A lungo cercato dall'Inter - dopo questa Confederations Cup si sa il perché - l'eclettico centrocampista dovrebbe prendere la strada che porta a Londra, sponda Tottenham. Attenzione anche al nome di Abél Hernandez, autore di quattro gol con l'Uruguay nel match contro Tahiti. L'attaccante del Palermo piace a Roma, Torino e Fiorentina. I rosanero lo valutano attorno ai 12 milioni di euro.




Commenta con Facebook