• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Mercato Roma, Rosella Sensi: "Fate il rinnovo a Totti!". E su De Rossi...

Mercato Roma, Rosella Sensi: "Fate il rinnovo a Totti!". E su De Rossi...

L'ex presidente giallorosso ha commentato le vicende attuali del club capitolino



25/06/2013 13:18

CALCIOMERCATO ROMA ROSELLA SENSI TOTTI DE ROSSI / ROMA - Rosella Sensi, ex presidente della Roma, ha parlato a 'Te la do io Tokio' delle vicende attuali del club capitolino. Questo il suo pensiero su Totti e De Rossi: "Fate firmare un nuovo contratto al capitano, non fatelo andar via. Cinque anni fa quando glielo feci firmare io, venni presa di mira. Ha dimostrato di essere in gran forma, io lo terrei stretto perché perderlo significherebbe perdere l’ultimo simbolo di un calcio che, al mondo non c’è più. De Rossi? Io non l’ho perso. All’epoca mi fecero un’offerta straordinariamente alta, decisamente superiore ai 50 milioni. Alcuni mi dicono che sono stata una sciocca, io credo di no e me ne assumo le responsabilità. Quando si fa un mestiere del genere bisogna essere estremamente razionali ed estremamente innamorati di quello che si fa perchè fare il presidente della Roma è una cosa unica. Speriamo di tornare a vincere perchè è una cosa che ci cambia la quotidianità".

L'ex presidente giallorosso, poi, si sofferma sull'attuale numero uno del club capitolino: "Mi piacerebbe conoscerlo e salutarlo. Noi ci siamo dedicati di più alla parte tecnica ed i risultati in parte si sono visti. A Pallotta auguro di riportare la Roma a quei livelli di risultato e di appartenenza, e lo dico da tifosa". Un ultimo pensiero, infine, sulla curva e su suo padre: "Non è quella che conoscevo io. Vedere quella curva lì mi fa venire tristezza, la preferivo quando mi insultavano. Non sto incitando all’insulto, però una curva che esulta e che si arrabbia fa parte del tifo romanista. Mio padre? Quando si perdeva non si cenava. Che si parli di Franco Sensi che non ha fatto nulla e non aveva rapporto con i tifosi mi dispiace perchè lui era lì, in mezzo ai tifosi ed era un grande tifoso".

S.D.




Commenta con Facebook