• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI URUGUAY-TAHITI

PAGELLE E TABELLINO DI URUGUAY-TAHITI

Hernandez fa il 'Matador' con un poker e Suarez completa l'opera. Nel Tahiti la piacevole sorpresa è il portiere Meriel


Poker di Hernandez (Getty Images)
Pietro Colella

24/06/2013 00:01

PAGELLE E TABELLINO DI URUGUAY-TAHITI / RECIFE (Brasile) – Altra goleada subita dal Tahiti, cenerentola del torneo; Hernandez apre le danze al 2', l'Uruguay passeggia poi facendone 8. Cavani e Forlan in panchina.

 

URUGUAY

Silva 6 –  Inoperoso per tutta la partita, bravo nell'unica occasione in cui è impegnato quando evita il fallo da rigore su Chong Hue nel primo tempo.

Aguirregaray 7 – Anche se non segna è stato fra i migliori dei suoi, si propone sempre fa l'attaccante oltre a il difensore.

Coates 6 – Serata tranquilla come da pronostico per il centrale della “celeste”.

Scotti 5 – Difende le pochissime volte che il Tahiti si affaccia dalle sue parti. Pesa sul giudizio il rigore fallito.

Gargano 6 – Tutto facile per il mediano di proprietà del Napoli, tenta anche di impostare.

Perez 6,5 – Solito giocatore roccioso, bravo in occasione della sua rete quando approfitta della dormita della difesa avversaria.

Eguren 6 –  Amministra e gestisce sufficientemente le palle giocate.

 

Pereira 6 – Avanza e si spinge bene grazie alla nullità dei diretti concorrenti.

Ramirez 4 – Clamorosa prestazione incolore per una delle rivelazioni del campionato italiano dello scorso anno, ha tutte le possibilità di avanzare e di creare. L'ex bolognese appare svogliato, non inventa mai. Dal 68' Suarez 7 – Entra e realizza due belle segnature mettendo in mostra il suo repertorio da grande giocatore.

Lodeiro 5,5 –  Non brilla particolarmente, non entra quasi mai nel vivo del gioco d'attacco dei compagni. Realizza il penalty.

Hernandez 6,5  – Mette a segno 4 gol facili facili, sfrutta la difesa nulla dei difensori avversari.

All. Tabarez 6 – La partita di questa sera non rappresentava un test attendibile, fa riposare giustamente i “big” come Cavani e Forlan in vista della semifinale contro il Brasile.

 

TAHITI

Meriel 7 – E' stata la vera sorpresa della partita, incolpevole sui tutti i gol subiti, para tutto ciò che può parare e corona la bella prova neutralizzando il rigore calciato da Scotti nella ripresa. Non si capisce perchè fino ad oggi gli era stato preferito Samin.

Simon 4,5 – Si vede poco in fase di spinta e fa poco in fase difensiva.

S.Tehau 4,5 – Ha gravi responsabilità in occasione delle reti uruguayane.

Vallar 4 – Sbaglia la tattica del fuorigioco, si assenta in dormite colossali permettendo alle punte della “celeste” di giocare sul velluto e di rendere ogni azione degli uomini di Tabarez una chiara occasione da gol.

Ludivion 4 – Anche lui fa la “bella statuina”, non è in grado di marcare e di contrastare il palermitano Hernandez e per completare l'opera si fa espellere per doppia ammonizione.

Aitamai 4 – Un giocatore che non è utile ne in fase difensiva ne in fase offensiva, quando riesce a fermare gli attaccanti dell'Uruguay lo fa solo commettendo falli. Dal 53' Lemaire 5 – Entra nella bagarre confusionale dei suoi compagni di reparto potendo fare ben poco.

Chong Hue 6 – Insieme Vahirue è l'unico che tenta di fare qualcosa, ha il merito di impensierire almeno per una sola volta il portiere Silva con un dribbling.

Hnawyie 5 –  Non regge il centrocampo, soffre le avanzate di Gargano e gli altri. Dal 88' Tihoni S.V.

Vahirua 6,5 – E' l'unico giocatore professionista e si vede, dimostra impegno ed anche una sufficiente tecnica.

Caroine 5 – Avrebbe dovuto supportare Vahirua e soprattutto creare la superiorità in attacco. Non si avvicina quasi mai nella trequarti uruguayana.

L.Theau 4 – Un uomo in meno, ha in parte la giustificazione che non ha avuto mai palloni giocabili ma non si batte minimamente e non aiuta a centrocampo. Totalmente passivo. Dal 71' Atani S.V.

All. Etaeta 6 – Purtroppo il materiale che ha disposizione è quello che abbiamo visto in questa Confederation Cup, può fare ben poco soprattutto con i difensori che si ritrova.

 

Arbitro Proença 6  – Semplice la gestione del Match, il portoghese azzecca tutte le decisioni anche se tutte facili da giudicare. Giusti i due penalty per l'Uruguay.

 

TABELLINO

URUGUAY-TAHITI 8-0

Uruguay (3-5-2): Silva; Agurregaray, Coates, Scotti; Gargano, Perez, Eguren, Pereira, Ramirez (68' Suarez); Lodeiro, Hernandez. All. Zaccheroni.

Tahiti (5-4-1): Meriel; Simon, S.Tehau, Vallar, Ludivion, Aitamai (53' Lemaire); Chong Hue, Hnawyie (88' Tihoni), Vahirua, Caroine; L.Tehau (71' Atani). All. Etaeta.

Arbitro: Proença

Marcatori: 2', 24', 45' e 67' (rig) Hernandez (U), 27' Perez (U), 61' Lodeiro (U), 82' e 90' Suarez (U)

Ammoniti: Ludivion (T) 2, Scotti (U) 2, Vallar (T), Chong Hue (T)

Espulsi: Scotti (U), Ludivion (T)

 




Commenta con Facebook