• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI NIGERIA-URUGUAY

PAGELLE E TABELLINO DI NIGERIA-URUGUAY

Forlan illumina i suoi. Ogude pecca a centrocampo


Gianluca Scatena

21/06/2013 11:33

PAGELLE E TABELLINO NIGERIA-URUGUAY/ Salvador (Brasile) - In una partita che sa da subito di spareggio, l'Uruguay, alla ricerca dei primi tre punti in Confederations dopo la sconfitta del debutto, riesce a contrastare i nigeriani attraverso la malleabilità di Forlan e il muro difensivo innalzato da Rios a centrocampo. Cavani, di cotnro, delude le aspettative, mentre dall'altro lato le leggerezze di Ogude facilitano il cammino della Celeste verso la vittoria.

 

URUGUAY

Muslera 6 - Parate incerte, stilisticamente goffe, ma efficaci.

Lugano 6 - E' un marcatore arcigno e lo si vede in frangenti come la fittizia gomitata nei confronti di Ideye, con cui instaura una sfida interessante. Si trova nella posizione giusta sull'1 a 0 e si mostra reattivo. Tuttavia, abbatte ciò che costruisce. Non temporeggia su Mikel e gli concede troppo spazio sul goal subito.

Godin 6 - Gioca di forza e di irruenza per frenare le progressioni di Musa. Non copre come dovrebbe sul pareggio africano. Riconquista credito quando nel secondo tempo frena adeguatamente l'aggressività avversaria.

Caceres 6 - Attento alla diagonale, alla marcatura e alla posizione. Partita sufficiente.

Rodriguez 6 - Prova subito la conclusione all'inizio del match con una grande coordinazione. Subisce e non reagisce agli scatti di Oduamadi che lo costringono a limitare la salita. Dall'87' Pereira S.V.

Rios 7 - Non entra spesso nel gioco della squadra che preferisce partire dalla difesa centrale per poi spostarsi sulle fasce. Recupera comunque numerosi palloni ed è decisivo nelle azioni di rottura. Intercetta palloni di testa e supporta il lavoro della difesa a tre.

Gonzalez 5,5 - Fa girare la palla quando può, ma insieme a Rodriguez soffre la pressione del centrocampo nigeriano.

Pereira 5,5 - Non incide in fase d'attacco, perde sull'uno contro uno di fronte ad Elderson. In ogni caso, conferisce quantità alla fase difensiva.

Suarez 6,5 - Intelligente, utilizza subito l'astuzia e guadagna falli strategici. Si accentra con facilità, taglia l'area e cerca di ricevere il filtrante. Bravo a non concedere punti di riferimento spostandosi da destra a sinistra. Dall'83' Coates S.V.

Cavani 5 - E' spento. Saranno stati gli striscioni di Napoli, eppure sono evidenti la sua carenza nelle principali azioni della nazionale uruguaiana e l'imprecisione sotto porta. Cade spesso nella trappola del fuorigioco. Fortunoso il suo velo per il goal di Lugano. Il facile assist per Forlan non condiziona la prestazione generale.

Forlan 7,5 - Gioca a tutto campo, da regista avanzato. Obi Mikel lo limita. Fornisce comunque l'assist a Lugano con un grande tocco al volo. Generoso il suo atteggiamento di ripiego sulla sinistra a supporto del reparto arretrato e nello scambio di posizione con Suarez. Senza tener conto dell'età, macina terreno sulla ripartenza che lo ha messo di fronte a Enyeama. Per lui, sono 34 goal in nazionale.

All.Tabàrez 6,5 – Parte con una difesa a tre impostando due ali che presentano caratteristiche duttili. Tanto è vero che il reparto non concede spazi e va in panne soltanto sul goal di Obi Mikel, dove hanno pesato le ingenuità individuali. Probabilmente sbagliato sostituire Suarez, risparmiando un Cavani non in forma.

NIGERIA

Enyeama 6 - Compie ottime parate all'inizio ed e' bravo a rallentare la foga degli avversari. Incolpevole sui due goal incassati.

Elderson 6 - Inizia con numerosi falli. Sale in attacco e cerca persino l'accentramento in area, ma non colpisce quando resta nella sua zona di competenza, specialmente se c'è da crossare. Frenando nella trequarti o a centrocampo, tenta il lancio lungo favorendo la sponda di Ideye e svela una buona capacità di impostazione.

Obuabona 6,5 - Forte di testa, ma insicuro in alcune occasioni. Rinvia male e regala angoli gratuiti nel primo tempo. Nella ripresa ribalta il suo rendimento e manifesta una più ragguardevole sicurezza, mettendoci pure disimpegni di classe.

Omeruo 5,5 - Palesa le difficoltà dei nigeriani nel contrastare le palle basse, a dispetto dei traversoni in cui la sua fisicità ha la meglio.

Ambrose 6 - Impaurito dalla presenza di Cavani, nonostante l'attacante non sia in serata. In avanti si vede poco nel corso del primo tempo, grazie anche al lavoro di Forlan che rientra frequentemente. Quando le cartucce del centravanti uruguaiano cominciano a scarseggiare, il terzino del Celtic riesce a spingersi oltre proponendo lo stesso gioco di Elderson verso la punta avanzata.

Obi Mikel 7 – In molte circostanze arriva a nascondere il movimento di Forlan, ma dimentica la marcatura di Lugano sull'angolo che ha generato il goal del difensore celeste. Garantisce, invece, stabilità nel giro palla e si fa trovare pronto nell'inserimento e nel dribbling che gli hanno aperto la strada della rete.

Ogu 6 - Calciatore d'intensità, combatte su ogni pallone e lo copre col fisico. Aggiunge qualità e fornisce palloni interessanti in attacco.

Ogude 5 - Inizialmente sbaglia troppi stop. Si rivela poi partecipe e preciso nel palleggio. Non si risparmia nell'impostazione ma eccede in alcune occasioni. Superficiale, di fatto, il tocco che ha generato la marcatura di Forlan. Dal 66' Mba 5,5 – Viene fatto entrare per il suo carattere maggiormente offensivo, ma sbaglia nel possesso e non influisce di certo sul risultato.

Musa 5,5 - Fa notare la sua velocità con forti accelerazioni sulla sinistra. Entrando nel vivo del possesso palla, tenta costantemente il tiro non centrando comunque il bersaglio.

Oduamadi 6,5 - Non aggancia palloni fondamentali ma si sacrifica su tutti i centimetri del campo. Compie un buon movimento che da il via all'1-1, dimenticando per alcuni minuti il contatto avuto in precedenza conRios. Dal 45' Babatunde 5 – Non è incisivo come Oduamadi. C'è la velocità, ma non la utilizza a causa di un'essenziale mancanza di gioco da parte della Nigeria stessa. Di qui, commette falli di frustrazione che, alla fine, gli costano il giallo.

Ideye 6,5 - Gioca di sponda (come quella che ha servito Mikel sul goal del momentaneo pareggio) e di potenza, da vero africano. Procura metri e disturba la difesa avversaria da tutte le posizioni. Dal 73' Akpala S.V.

All.Keshi 6 – Non sbaglia a puntare sulla fisicità di Ideye e sulla velocità degli esterni. Giusto il suo approccio, ma sfortunato per la buona giornata degli avversari.

 

Arbitro Björn Kuipers 6 – Primo arbitro olandese a dirigere un match in Confederation Cup. Regge gli animi vivaci della partita con autorità ed estrae il cartellino giallo quando le acque sembrano smuoversi in maniera esagerata. Ciò nonostante, non considera da sanzione il fallo “cattivo” di Rios su Oduamadi che costringe l'esterno nigeriano alla doccia forzata.

 

TABELLINO

NIGERIA-URUGUAY 1-2

NIGERIA (4-3-3): Enyeama; Ambrose, Oboabona, Omeruo, Echiejile; Ogu (65' Mba), Ogude, Mikel; Musa, Ideye (73' Apkala), Oduamadi (35' Babatunde). All. Keshi

URUGUAY (3-4-3): Muslera; Lugano, Godin, Caceres; Maxi Pereira, Alvaro Gonzalez, Arevalo, Cristian Rodriguez (87' A. Pereira); Forlan, Cavani, Suarez (81' Coates). All. Tabarez

Arbitro:  Björn Kuipers

Ammoniti: Akpala, Lugano

Marcatori:18' Lugano, 36' Obi Mikel, 50' Forlan

Espulsi: -




Commenta con Facebook