• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI SPAGNA-URUGUAY

PAGELLE E TABELLINO DI SPAGNA-URUGUAY

Fabregas e Xavi su tutti in una Spagna che sembra un'orchestra. Nell'Uruguay si salva Suarez ma delude Cavani


Cesc Fabregas (Getty Images)
Leonardo Molinelli

17/06/2013 07:18

PAGELLE E TABELLINO SPAGNA-URUGUAY / RECIFE (Brasile) – Una prima mezz'ora da urlo di Fabregas regala alla Spagna la vittoria. Insieme al giovane catalano bene Xavi, Iniesta e Piqué. A segno Pedro e Soldado. Esordio amaro per la Celeste con Muslera e Suarez uniche note positive e Cavani e Ramirez peggiori in campo. Male anche Gargano e Perez.

 

SPAGNA

Casillas 6 – Forse leggermente in ritardo sulla punizione gol di Suarez. Si riscatta comunque con una bella uscita volante nel finale.

Arbeloa 6 – Il più in difficoltà della squadra, ma non fa danni.

Piqué 7 – Controlla bene gli avversari e imposta il gioco. Sfiora il gol nel primo tempo.

Sergio Ramos 6,5 – Con Piqué forma un’ottima coppia centrale difensiva. Brutta punizione nel finale. 

Jordi Alba 6,5 – Si propone spesso in avanti, dando spesso appoggio a Iniesta e Fabregas. 

Xavi 7 – Il Professore regala un’altra lezione di calcio. Elemento insostituibile per la manovra della Roja è suo l’angolo da cui nasce l’1-0. Dal 76’ Javi Martinez sv.

Busquets 6,5 – Fa il lavoro oscuro come sempre. E lo fa bene. Come sempre.

Iniesta 6,5 – La solita gara fatta di inserimenti, spunti e giocate di alta classe. L’azione personale con tiro di poco a lato al 55’ è un piccolo gioiello.

Pedro 6,5 – Sblocca la partita con un po’ di fortuna, poi gioca la solita partita di scatti, tagli e tanto movimento. Dal 80’ Mata sv.

Soldado 6,5 – Gioca di sponda, manca due deviazioni sotto porta ma non spreca il regalo di Fabregas alla mezz’ora. Sei gol in otto partite con la nazionale.

Fabregas 7 – Un palo dopo 10 minuti, l’assist magnifico per il gol di Soldado e una serie continua di giocate di classe. Superbo. Dal 64’ Cazorla 6 – Entra quando la partita ha ormai poco da dire. Si muove bene.

All. Del Bosque 7 – Un’altra ottima partita della sua Spagna. Tanto palleggio, due gol nei primi trenta minuti e Uruguay che non riesce a impensierire quasi mai. Ha tutto il diritto di puntare a fare il Triplete Mondiale, Europeo, Confederations Cup. 

 

URUGUAY 

Muslera 6 – Subisce due gol senza particolari colpe e si fa sempre trovare pronto quando impegnato.

Maxi Pereira 5 – Sempre in difficoltà, ricorre troppo al fallo. Gli va bene.

Lugano 5 – Sfortunato sulla deviazione che dà il vantaggio alla Spagna. Dopo però non riesce a far salire la squadra ed è spesso in sofferenza.

Godin 5,5 – Appena meglio di Lugano. L’arbitro lo grazia nel recupero per un intervento da ultimo uomo su Soldado.

Caceres 6 – Il migliore della difesa. Nel finale si fa vedere anche in avanti.

Perez 5 – Non riesce mai a fare filtro. Preso a pallate dal centrocampo iberico come i compagni in mediana. Dal 68’ Forlan 5,5 – Incide poco.  

Gargano 5 – Sognerà il terzetto Iniesta-Fabregas-Xavi per le prossime due settimane svegliandosi tutto sudato. Non ruba una palla e sbaglia praticamente tutti i rilanci. Dal 62’ Lodeiro – Prova a dare vivacità al gioco della Celeste.

Rodriguez 6 – Soffre come tutti i compagni di reparto il palleggio avversario, però ci mette tanta corsa e tanta grinta.

Ramirez 4,5 – Delude tantissimo. Parte come mezza punta per mettere in difficoltà Busquets ma scivola presto a sinistra per contenere le offensive spagnole. Non incide mai. Dal 46’ Gonzalez 6 – Si piazza davanti alla difesa per offrire più copertura.

Suarez 6 – Due punizioni: con una mette davanti alla porta Cavani, con l’altra segna un gol meraviglioso. Prova a impensierire la difesa avversaria con le sue ripartenze.

Cavani 4,5 – Non si vede mai. Sfiora una punizione di Suarez nel primo tempo, assente nella ripresa.

All. Tabarez 5 – Il suo Uruguay non è mai in partita. Voleva aspettare basso la Spagna per ripartire in contropiede ma i suoi devono aver scordato la seconda parte del piano. Meglio negli ultimi venti minuti dopo i cambi ma non serve a niente.

 

Arbitro: Yuichi Nishimura (Giappone) 5,5 – Non commette errori madornali ma lascia correre troppi falli senza ammonire. Specialmente l’intervento di Ramos a piedi uniti è da giallo e nel finale Godin su Soldado andava espulso.

 

TABELLINO

SPAGNA - URUGUAY 2-1

Spagna (4-3-3): Casillas; Arbeloa, Piqué, Sergio Ramos, Jordi Alba; Xavi (dal 76’ Javi Martinez), Busquets, Iniesta; Pedro (80’ Mata), Soldado, Fabregas (dal 64’ Cazorla). All. Del Bosque.

Uruguay (4-3-1-2): Muslera; Maxi Pereira, Lugano, Godin, Caceres; Perez (dal 68’ Forlan), Gargano (dal 62’ Lodeiro), Rodriguez; Ramirez (dal 46’ Gonzalez); Suarez, Cavani. All. Tabarez.

Arbitro: Yuichi Nishimura.

Marcatori: - 19’ Pedro, 31’ Soldado, 87’ Suarez.

Ammoniti: - Cavani, Piqué, Lugano, Arbeloa.




Commenta con Facebook