• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI MESSICO-ITALIA

PAGELLE E TABELLINO DI MESSICO-ITALIA

Pirlo e Balotelli regalano la prima gioia a Prandelli


Pirlo (Getty Images)
Lorenzo Cristofaro

16/06/2013 23:21

PAGELLE E TABELLINO DI MESSICO-ITALIA / RIO DE JANEIRO (Brasile) – L'Italia debutta in Brasile con una vittoria che scaccia molti dei fantasmi che avevano accompagnato la vigilia. Il Messico invece, reduce da due match di qualificazione mondiale disputati in questa settimana ha profuso tutte le energie disponibili che però non sono bastate per fermare un'Italia in buono stato di forma e salute. Tra gli azzurri Marchisio è apparso nettamente sottotono viceversa hanno brillato la prestanza atletica di Mario Balotelli e l’estro di Andrea Pirlo che oltre al gol realizzato ha smistato moltissimi palloni per i compagni. I messicani hanno constatato, se ce ne fosse ancora bisogno, di non poter puntare solamente sulle invenzioni di Dos Santos, il quale non è stato minimamente supportato dai compagni di reparto. Malissimo Rodriguez che ha rappresentato la chiave di volta della nazionale italiana.

 

MESSICO

Corona 5,5 – I due gol subiti non gli fa guadagnare il sei in pagella, ma non è tra i peggiori dei suoi. Da ravvisare un bell'intervento su una conclusione particolarmente ravvicinata di Balotelli durante il primo quarto d’ora.

 

Flores 5 – Molto lento soffre maledettamente i movimenti di Giaccherini che ogni qualvolta lo punta riesce a premiare le sovrapposizioni di De Sciglio

 

Rodriguez 3 – Evidenzia degli evidenti limiti tecnici e di corsa che lo costringono ad una serie innumerevole di falli su Balotelli il quale lo salta nettamente in ogni occasione.

 

Moreno 6- Il poco movimento di Marchisio ne agevola il compito, è impeccabile in quasi tutti gli interventi difensivi.

 

Salcido 5 – Quando ha il pallone tra i piedi non appare mai tranquillo e in alcuni casi sembra addirittura goffo. Parte come esterno basso di sinistra e poi viene successivamente spostato sulla mediana, ma il risultato non cambia, poco incisivo.

 

Zavala 6 – Mediano molto valido sotto il profilo fisico e della tenacia vince con costanza il duello con Marchisio inibendolo completamente. Dal 86’ Jimenez sv

 

Torrado 5,5 – Fa valere tutta l’esperienza maturata in questi anni dimostrando di essere un interprete discretamente valido per quanto concerne la copertura dello spazio davanti alla linea difensiva e la fase di riconquista.

 

Aquino 5- Possiede lo spunto che contraddistingue gli esterni offensivi importanti eppure si intestardisce troppo nell’attaccare un De Sciglio in ottima forma che ne stoppa, fin dal nascere, ogni idea. Dal 53’ Mier 5,5- Rimpingua adeguatamente la difesa messicana che però a circa dieci minuti dal termine si deve arrendere allo strapotere fisico di Balotelli.

 

Dos Santos 6,5- Ispira la maggioranza delle trame offensive dei suoi cercandosi continuamente la posizione migliore per mettere in difficoltà la difesa avversaria. In occasione del pareggio messicano guadagna il calcio di rigore sfruttando un palese errore di Barzagli.

 

Guardado 5,5 – Colpisce una traversa nella prima fase di gara e poi sparisce colpevolmente dal gioco, impalpabile.

 

Hernandez 6 – Combatte in maniera indefessa contro la coriacea difesa bergamasca spuntandola in rarissime occasioni. Trasforma il rigore del momentaneo pareggio con estrema freddezza.

 

All. De La Torre 5,5- Inizialmente schiera i suoi con una difesa a 4. Non appena si accorge che la sua squadra soffre la superiorità numerica azzurra in mezzo al campo si ravvede e sposta Salcido sulla mediana, con risultati ad ogni modo, mediocri.

 

ITALIA

 

Buffon 6 – Occorre registrare come non sia stato spesso bersagliato dagli avversari. Non può nulla sul rigore trasformato da Hernandez.

 

Abate 5,5– Spinge poco sulla fascia di competenza ma in fase di non possesso controlla abbastanza agevolmente le iniziative di Guardado. Da segnalare un’evidente disattenzione all’inizio del primo tempo che per poco non consente allo stesso centrocampista del Valencia di portare sul momentaneo vantaggio i suoi.

 

Barzagli 4,5 – Regala il penalty dell’1-1 al Messico con un clamoroso errore che non rispecchia assolutamente ciò che ha dimostrato di poter e saper fare durante il campionato di Serie A appena concluso.

 

Chiellini 6,5 – Partita di grande sostanza per lui, segue alla perfezione i dettami di Prandelli.

 

De Sciglio 7 – Vent’anni ma esperienza da vendere. Non si fa mai disorientare dalle finte di Aquino e giovando dei movimenti di Giaccherini affonda spesso e volentieri in avanti sulla sinistra creando la superiorità numerica.

 

Montolivo 6– Un po in ombra se non per un assist al bacio a favore di Balotelli all’inizio della prima frazione e qualche movimento in verticale su assist di Giaccherini. Sbaglia un goal semplice semplice semplice al 54’ su una punizione errata di Pirlo.

 

Pirlo 8 – Il regista della nazionale italiana costruisce la maggior parte delle azioni offensive dei suoi e pennella, nel giorno della centesima in maglia azzurra, una traiettoria strepitosa su calcio di punizione che si spegne sotto il sette alla destra di Corona.

 

De Rossi 6 – Fa tanta densità in mezzo al campo agevolando le iniziative del suo playmaker.

 

Giaccherini 7 – Già dal principio si evince la sua voglia di strafare, di dimostrare concretamente il suo valore. Insegue continuamente la posizione migliore sulla trequarti con l’obiettivo di mettere in difficoltà la difesa avversaria. Mette infine la firma sul goal della vittoria di Balotelli attraverso un assist acrobatico dall’alto coefficiente di difficoltà. Dal 88’ Aquilani sv

 

Marchisio 5 – Non si muove quasi mai in profondità e per questo motivo viene imbrigliato comodamente nella ragnatela tessuta da Torrado e Zavala davanti la difesa messicana. Dal 68’ Cerci sv

 

Balotelli 7,5 – Nel primo tempo si fa notare per un numero elevato di conclusioni derivanti in special modo da giocate personali che tuttavia vengono puntualmente neutralizzate da Corona. Nella ripresa conquista una lunga serie di calci da fermo molto utili nell’economia del gioco azzurro e realizza di prepotenza il goal della vittoria italiana su un ottimo assist di Giaccherini. Non consegue l’8 in pagella per essersi sfilato la maglia dopo il gol realizzato. Dal 85’ Gilardino sv

 

All. Prandelli 6,5- Indovina indiscutibilmente la formazione da far scendere in campo. Non viene ripagato appieno da alcuni giocatori non al meglio della forma ciò nonostante con qualche cambio indovinato porta a casa la gara.

 

Arbitro: Osses 5– Alcuni episodi come i calci di rigore su Pirlo e Balotelli non rilevati dall’arbitro cileno faranno discutere e non poco.

 

TABELLINO

 

MESSICO-ITALIA 1-2

 

Messico (4-2-3-1): Corona; Flores, Maza, Moreno, Salcido, Zavala (dal 86’ Jimenez); Torrado, Aquino (dal 53’ Mier), Dos Santos, Guardado; Hernandez. 

All.: De La Torre

 

Italia (4-3-2-1): Buffon; Abate, Barzagli, Chiellini, De Sciglio; Montolivo, Pirlo, De Rossi; Giaccherini (dal 88’ Aquilani), Marchisio (dal 68’ Cerci); Balotelli (dal 85’ Gilardino).

All.: Prandelli

 

Arbitro: Osses (CIL)

 

Marcatori: 27’ Pirlo (I), 34’ rig. Hernandez (M), 78’ Balotelli (I)

 

Ammoniti: 36’ Barzagli (I), 47’ Moreno (M), 58’ Dos Santos (M), 79’ Balotelli (I), 81’ De Rossi (I)

 

Espulsi: Nessuno

 

 

 




Commenta con Facebook