• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Europei U21, il programma odierno: Italia-Inghilterra il match clou

Europei U21, il programma odierno: Italia-Inghilterra il match clou

Il match degli azzurri si disputera' al termine della gara inaugurale che vede opposte Israele e Norvegia


Marco Verratti (Getty Images)
Hervé Sacchi

05/06/2013 13:02

EUROPEI UNDER 21 ITALIA INGHILTERRA FORMAZIONI ISRAELE NORVEGIA / TEL AVIV (Israele) - Chi ben comincia è a metà dell'opera. Un detto sacrosanto che Devis Mangia non può che augurarsi di rispolverare in questo Europeo Under 21. Contro l'Inghilterra, ci vorrà una prova caratterizzata da impegno e attenzione. Una vittoria sarebbe un buon viatico per affrontare al meglio questo girone eliminatorio e, chissà, per guardare subito alle semifinali. Tuttavia, è meglio rimanere coi piedi per terra e fare un passo per volta. Allora, occhio ai talenti inglesi e alla loro voglia di mettersi in luce. Luce e riflettori che saranno puntati, prima di Italia-Inghilterra, sulla partita inaugurale della manifestazione: alle ore 18, Israele Norvegia apriranno il programma della rassegna. Una partita questa che avrà un particolare significato per gli azzurri, visto che le due squadre sono inserite nello stesso raggruppamento. 

ITALIA-INGHILTERRA: E' una partita che può dire molto. Ad iniziare dal grado di preparazione della Nazionale di Mangia e, successivamente, cosa ci si può aspettare da questo gruppo nel torneo. L'Italia parte tra le favorite, anche se non appare allo stesso livello della Spagna campione in carica e di altre corazzate come GermaniaOlanda e della stessa Inghilterra. Proprio il match di stasera contro la formazione guidata da Stuart Pierce costituirà il primo banco di prova. Una vittoria metterebbe in discesa il cammino verso le semifinali. 
Il tecnico italiano si affida alla classe di Marco Verratti e ad un attacco di primo livello, nel quale mancherà Riccardo Saponara, destinato ad accomodarsi in panchina assieme al compagno Regini. Chi invece ha recuperato dai guai settimanali, è Lorenzo Insigne, schierato largo a sinistra nel 4-4-2 che vedrà dall'inizio il tandem Immobile-Borini. Solo panchina, dunque, per Mattia Destro. Il centravanti romanista può comunque divenire utile a gara in corso. 
In casa Inghilterra, poche novità in merito all'undici di partenza. Pearce parte con un 4-2-3-1 con Zaha,ShelveyDelfouneso alle spalle di Sordell, preferito a Wickham. Confermati a centrocampo Henderson eLowe, ma attenzione al possibile inserimento di MacEachran. Dietro gli esterni Smith Robinson partono in vantaggio rispetto a Clyne Rose

PROBABILI FORMAZIONI

ITALIA (4-4-2): Bardi; G. Donati, Bianchetti, Caldirola, Biraghi; Florenzi, Verratti, Marrone, L. Insigne; Immobile, Borini. All. Devis Mangia

INGHILTERRA (4-2-3-1): Butland; Smith, Caulker, C.Dawson, Robinson; Henderson, Lowe; Zaha, Shelvey, Delfouneso; Sordell. All. Stuart Pearce.  


ISRAELE-NORVEGIA: Sarà la gara inaugurale di questo torneo. Questa partita, sebbene non desti particolare interesse generale, risulta tuttavia piuttosto importante per il cammino degli azzurri di Mangia. Un pareggio sarebbe un buon risultato, per evitare che una delle due Nazionali si mette in posizione privilegiata nella corsa ai primi due posti. 
I padroni di casa tornano a disputare una gara ufficiale dopo tre anni. Non sarà facile, anche se puoi contare su motivazioni e orgoglio. Negli ultimi test disputati in questa prima metà del 2013 i risultati non sono stati esaltanti: una vittoria, 1-0 contro la Slovacchia nell'ultimo test, un pareggio contro la Serbia e due sconfitte, giunte contro Olanda Germania. C'è, dunque, curiosità attorno alla Nazionale guidata dal ct Guy Luzon, il quale non lesina stima nei confronti dei rivali vichinghi: "Hanno eliminato ai playoff la miglior squadra giovanile, ovvero la Francia. Sono sicuro che batteranno sia Inghilterra che Italia e andranno in semifinale". 
Maggiore affidamento può dare una Norvegia che, sul piano tecnico e dell'esperienza, parte in vantaggio. Diversi dei suoi elementi giocano in campionati europei di buon livello e, alcuni di questi come Eikrem eBerget, hanno già acquisito esperienza in Europa League. La Norvegia, come ricordato da Luzon, ha eliminato la Francia ai playoff. Resta una squadra da prendere con le pinze.

PROBABILI FORMAZIONI

ISRAELE (4-4-2): Kleyman; Dasa, Gotlieb, Harush, Twatiha; Sollalik, Kabha, Kriaf, Golasa; Dabbur, Turgeman. All. Guy Luzon.  

NORVEGIA (4-3-3): Nyland; Elabdellaoui, Rogne, Strandberg, Hedenstad; Nordtveit, Singh, Konradsen; Berget, Pedersen, Nielsen. All. Tor Ole Skullerud.




Commenta con Facebook