• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Cristian Brocchi su ritiro e Coppa Italia

Cristian Brocchi su ritiro e Coppa Italia

Calciomercato.it ha intervistato l'ex centrocampista di Lazio ed Inter costretto da poco a ritirarsi per un infortunio al piede


Cristian Brocchi (Getty Images)
Federico Scarponi

04/06/2013 16:02

ESCLUSIVO BROCCHI COPPA ITALIA RITIRO MILAN BLANC ROMA / ROMA - Lo scorso 10 maggio, Cristian Brocchi ha dovuto scrivere la parola fine sulla sua carriera da calciatore.  Lo staff medico della Lazio ha infatti definitivamente appurato l'inabilità a riprendere la consueta attività agonistica dopo il brutto infortunio al piede destro. Ora per l'ex centrocampista è tempo di pensare al futuro.
Calciomercato.it lo ha intervistato in esclusiva per capire quali siano i suoi programmi, come abbia vissuto la vittoria dei biancocelesti nella finale della Coppa Italia e cosa pensi del possibile approdo alla Roma di Laurent Blanc.

RITIRO FORZATO E FUTURO - "E' stata una scelta obbligata quella di appendere gli scarpini al chiodo. Obbligata da questo brutto infortunio al piede. Per questo mi è pesata tantissimo e ancor di più perché la dirigenza della Lazio era pronta a garantirmi un altro anno di contratto. Ora però è tempo di voltare pagina. Mi piacerebbe fare l'allenatore e sto seguendo un corso qui a Roma per iniziare questa nuova avventura. Col tempo vedremo se sarò in grado di far fruttare l'esperienza che ho maturato in questi anni da calciatore. Nello specifico, potrei ripartire dalle giovanili del Milan: ci siamo sentiti con Galliani e abbiamo raggiunto un accordo verbale anche se, concretamente, non è stato ancora sottoscritto alcun contratto. L'ad rossonero con me è stato incredibile e ha dimostrato ancora una volta lo spessore di questa società che sa esattamente dove intende puntare. A breve ci rivedremo e sono convinto che non ci sarà alcuna difficoltà nel formalizzare il tutto".

COPPA ITALIA: TRIONFO BIANCOCELESTE - "E' stata una vittoria incredibile, qualcosa di grandioso che solo qui a Roma si può comprendere fino in fondo. Ha un valore immenso perché ha permesso di portare sulla Lazio quell'attenzione che - nonostante gli ottimi risultati degli ultimi anni - era venuta in parte a mancare perché si è preferito pubblicizzare maggiormente quello che accadeva nell'altra parte della città. Questo trofeo quindi, ci ha dato visibilità: ha affermato la supremazia della Lazio ed ha scritto indelebilmente la storia della Capitale, sia per l'una che per l'altra squadra".

BLANC VERSO IL GIALLOROSSO - Il tecnico francese sembra sia ormai ad un passo dalla panchina della Roma: "Io e Laurent abbiamo giocato insieme all'Inter nella stagione 2000/2001 e posso affermare senza dubbio che parliamo di una grandissima persona. Un calciatore con la testa sulle spalle, con dei valori non comuni. E' stato un ottimo calciatore e già in campo faceva capire che sarebbe potuto diventare anche un ottimo tecnico. Quello che poi ha fatto vedere in panchina, credo sia sotto gli occhi di tutti. Francamente però, non posso sapere se Blanc sia la scelta giusta per la Roma e non mi pongo il problema: è una decisione che spetta ai dirigenti del club di Trigoria. E' una persona molto pacata e se sarà lui il nuovo allenatore dei giallorossi, dovrà essere in grado di gestire le forti pressioni che si ricevono su questa piazza. Da giocatore lo sapeva fare benissimo ma da trainer il discorso cambia...".




Commenta con Facebook