• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia, Prandelli sulla lista dei 23, De Rossi, Chiellini e Aquilani

Italia, Prandelli sulla lista dei 23, De Rossi, Chiellini e Aquilani

Il commissario tecnico della selezione azzurra in conferenza stampa dal ritiro di Coverciano


Cesare Prandelli (Getty Images)

03/06/2013 14:16

NAZIONALE PRANDELLLI CONFERENZA STAMPA / COVERCIANO - Il commissario tecnico della Nazionale italiana, Cesare Prandelli, è tornato a parlare in conferenza stampa dal ritiro degli azzurri di Coverciano. Tanti gli argomenti toccati dall'ex allenatore della Fiorentina.

CHIELLINI - "Tutti gli allenatori dovrebbero avere la fortuna di allenare un giocatore come lui. E' un grande professionista".

DE ROSSI -  "Perchè in Nazionale De Rossi gioca bene? Perché non gli chiediamo quello che non può fare".

CONVOCATI - "La lista dei 23? La cosa più importante è verificare Barzagli. Dobbiamo capire se è disponibile per la Confederations Cup: l'allenamento odierno sarà importante. Ballottaggio a centrocampo? Fare nomi non è mai simpatico. Questo è un gruppo di ragazzi che non sarà tagliato né bocciato: avremo modo di seguirli tutti e di richiamarli. Terremo conto degli impegni che avremo".

REPUBBLICA CECA - "Siamo in contatto con la loro Federcalcio e con la FIFA. La cosa che mi preoccupa, al di là di una partita di calcio, sono i civili, dato che ci sono già stati dei morti".

AQUILANI - "Abbiamo voluto rivedere Aquilani perché ha qualità; il suo problema è la continuità. Ora sta bene quindi è tra i papabili".

ALLEGRI - "La vicenda si è conclusa nel modo migliore. Ha fatto un campionato straordinario, i numeri sono tutti dalla sua parte. La ricerca del gioco fa parte di un rapporto che s'instaura con la dirigenza: un tecnico si confronta, propone il suo modo di giocare, ascolta, valuta ma poi è lui a mettere in pratica le proprie idee".




Commenta con Facebook