• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Alessandra Bocci su Allegri, Berlusconi e mercato Milan

Alessandra Bocci su Allegri, Berlusconi e mercato Milan

Calciomercato.it ha intervistato la giornalista della Gazzetta dello Sport che segue i rossoneri


Silvio Berlusconi (Getty Images)
Federico Scarponi

03/06/2013 13:06

CALCIOMERCATO MILAN ESCLUSIVO BOCCI SU ALLEGRI / MILANO - "Non credo che a questo punto ci saranno colpi di scena, se per colpi di scena si intende un possibile esonero di Massimiliano Allegri". Questo il pensiero di Alessandra Bocci, giornalista de 'La Gazzetta dello Sport' che segue da vicino le vicende rossonere, intervenuta in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it.

"Si parla di situazione di tensione tra le parti? Penso sia chiaro - ha proseguito la Bocci - che tra il presidente e l'allenatore toscano non c'è sintonia per quel che riguarda le scelte tecnico-tattiche. Non c'erano però soluzioni alternative valide per la panchina e quella di proseguire con l'attuale guida tecnica era dunque la più logica anche per lo stesso Allegri, nonostante abbia un solo anno di contratto. Comunque, non mi sembra che Berlusconi stia riservando all'ex trainer del Cagliari un trattamento diverso da quello adottato nei confronti dei precedenti allenatori: l'ex Premier ha sempre voluto rimarcare di essere l'artefice di tante scelte tecniche azzeccate, prendendosi il merito di alcuni successi".

IL MERCATO E IL GRANDE COLPO - "A questo punto Allegri si metterà al lavoro con i dirigenti per rinforzare la squadra. I settori dove intervenire maggiormente sono ormai noti da tempo: centrocampo e difesa. Poli sulla mediana sembra ormai un affare fatto: ottimo giocatore, giovane di prospettiva, che piace ad Allegri. Anche Ilicic può piacere mentre Cerci credo che ormai sia un'idea passata. Fabregas? E' una favola che va avanti da anni. Era stato lo stesso staff del calciatore a far sapere che qualora non fosse tornato a Barcellona la sua preferenza sarebbe ricaduta sul Milan. Ma tra i desideri e la realtà, come sappiamo, ce ne passa. Un grande colpo penso che il club rossonero potrebbe metterlo a segno solo a preliminare passato, ovvero quando avrà la certezza di giocare la Champions. Se ricordiamo bene è quello che fece con Alessandro Nesta...".

PROBLEMA SOTTO PORTA - "Penso che il Milan dovrà poi necessariamente lavorare per risolvere un gran problema che ha in attacco: fa pochi gol rispetto alle occasioni che crea. Negli ultimi mesi Balotelli è stato di grande aiuto in questo senso, ma se pensiamo che mancherà a lungo anche Pazzini per infortunio, credo che un rinforzo sarà necessario".




Commenta con Facebook