• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Champions, Speciale 'Road to Wembley': ecco come ci arrivanoBayern e Borussia

Champions, Speciale 'Road to Wembley': ecco come ci arrivanoBayern e Borussia

Il punto sul momento delle due squadre, tra rendimento e infortuni


(Getty Images)
Hervé Sacchi

23/05/2013 12:43

CHAMPIONS LEAGUE FINALE BORUSSIA DORTMUND BAYERN MOMENTO / ROMA - Poco più di  48 ore ci separano dall'evento calcistico dell'anno: la finale di Champions League. In Germania si respira già aria di sfida con due squadre, due tifoserie, che rappresenteranno il Paese. Mentre i primi tifosi stanno raggiungendo Londra, i team stanno ultimando le rispettive preparazioni. Il Bayern, da questo punto di vista, può vantare un'esperienza notevole in questo genere di partite, sebbene le due finali negli ultimi tre anni non abbiano portato ad alcuna vittoria. Dalle parti di Dortmund, invece, si vive un'atmosfera tesa ma frizzante, con un pizzico di incoscienza che può fare la differenza, nel bene o nel male.

MORALE - Il campionato è terminato la scorsa domenica, ma già da settimane è stato archiviato con la vittoria del Bayern. I bavaresi, sensibilmente superiori nella marcia che li ha portati al Meisterschale, si sono tenuti abilmente in forma. Heynckes non ha optato per un turnover massiccio, anzi. Contro il Borussia Mönchengladbach, sono andati in campo i 'papabili' undici che sabato sera affronteranno dal primo minuto il Dortmund. Il risultato, vittoria 4-3, testimonia che il Bayern sta mantenendo alta la concentrazione, anche in partite che sulla carta valgono poco.
Meno bene ha fatto la squadra di Klopp nell'ultimo turno, perso in casa contro l'Hoffenheim. Gli avversari di giornata avevano sicuramente maggiori motivazioni (una salvezza cercata ma mancata in virtù della vittoria dell'Augusta), ma una vittoria avrebbe comunque permesso ai gialloneri di vivere una settimana più distesa. Anche Klopp ha buttato in campo i titolari, ma rischia di rimpiangere le sue scelte.

INFORTUNI - L'infortunio occorso a Hummels contro l'Hoffenheim ha tenuto i tifosi del Borussia Dortmund col fiato sospeso. Un'apnea che è cessata di fronte alle rassicurazioni di Markus Braun, medico sociale del club, il quale si è detto ottimista circa il recupero del centrale tedesco. Chi invece mancherà l'appuntamento è Mario Götze, che la divina provvidenza ha tolto da un impaccio a dir poco ironico
In casa Bayern, oltre al lungodegente Badstuber, il cui ginocchio non ne vuol sapere di andare a posto, mancherà anche Toni Kroos. Una perdita importante, certo, alla quale Heynckes ha sopperito grazie alla ritrovata forma di Arjen Robben.

NUMERI - Dall'1-0 al Norimberga, che ha sancito la vittoria del campionato, il Bayern Monaco non ha perso smalto: quattro vittorie su cinque, alle quali si aggiungono le tre su tre conseguite con Juventus (ritorno) e Barcellona. L'unica squadra ad aver 'guastato' con un pareggio tale marcia è stato proprio il Borussia Dortmund, capace di fermare il Bayern. Il rigore parato da Neuer a Lewandowski evitò la sconfitta ai bavaresi, più attenti a non scoprire le carte che al mero risultato.
Claudicante è stato, invece, il recente periodo del Borussia Dortmund. L'ultima vittoria è datata 27 aprile, tre giorni dopo il magico 4-1 inflitto al Real Madrid. Da quel momento due pareggi (Bayern e Wolfsburg) e due sconfitte (Real in Champions e Hoffenheim all'ultima giornata).




Commenta con Facebook