• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Furio Valcareggi su Emanuele Giaccherini

Furio Valcareggi su Emanuele Giaccherini

Calciomercato.it ha intervistato in esclusiva il procuratore del centrocampista bianconero


Emanuele Giaccherini (Getty Images)
Federico Scarponi

20/05/2013 13:36

CALCIOMERCATO JUVENTUS ESCLUSIVO AGENTE GIACCHERINI / FIRENZE - Altra buona stagione per Emanuele Giaccherini condita dalla conquista del secondo tricolore e dal raggiungimento degli ottavi di finale della Champions League. Calciomercato.it ha analizzato l'annata del 'tuttofare' del centrocampo bianconero e le prospettive future, in esclusiva con il suo agente: Furio Valcareggi.

GIACCHERINI: TRA PRESENTE E FUTURO - "Non possiamo che essere soddisfatti della stagione di Emanuele che dà seguito a quella ottima dello scorso anno. Due annate eccezionali dunque, suggellate dalla conquista di altrettanti scudetti con la sua squadra. Sento tutti i giorni il ragazzo è contento, felicissimo: vola! E' normale che giocando con elementi del calibro di Pirlo, Vidal, Marchisio e Pogba non possa essere impiegato costantemente. Ma sappiamo qual è il nostro valore e sappiamo riconoscere la grandezza di questi grandi calciatori che compongono il centrocampo della Juventus. E' gratificante stare dietro a questi giocatori. Cerchiamo di dare sempre il massimo per questa maglia, Conte ci dà sempre il giusto spazio. Futuro? Resterà certamente a Torino. Emanuele ha altri due anni di contratto (fino a giugno 2015, ndr) e penso che il tecnico della 'Vecchia Signora' abbia tutte le voglie del mondo ma non quella di privarsi di un elemento come lui".

NAZIONALE - "Inutile dire che per Giaccherini la Nazionale ha un sapore speciale per lui. E' un grande onore per lui poter rappresentare il suo Paese, una cosa di cui andar fieri e da raccontare ai figli. Speriamo possa far parte della rosa che giocherà la Confederations. Le ambizioni ci sono, la voglia di fare pure. La maglia azzurra per un calciatore è il massimo, è una sorta di laurea: si diventa professori del Pallone".

 

 




Commenta con Facebook