• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Ljajic implacabile, Rosati insicuro

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Ljajic implacabile, Rosati insicuro

Top e Flop della 38esima giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Adem Ljajic (Getty Images)
Emiliano Forte

20/05/2013 07:40

PAGELLONE, LJAJIC ROSATI / MILANO – L'ultima di campionato, animata dall'emozionante corsa al terzo posto, ci ha regalato un Ljajic in versione davvero super. Il giovane attaccante serbo della Fiorentina, con una splendida tripletta, ha lanciato i suoi verso una vittoria che ha spaventato, e non poco, il Milan di Allegri, costretto agli straordinari per battere il Siena. Altro grande protagonista, non solo di giornata ma dell'intera stagione, è l'inossidabile Totò Di Natale. Ancora una magia per lui con la quale firma, alla sua maniera, la conquista da parte dell'Udinese di un posto in Europa. Conferme arrivano anche dall'ottimo Cerci, da Thereau e da un Fabrizio Miccoli in procinto di salutare Palermo. Il capitano rosanero ricambia l'affetto dei suoi tifosi con una prestazione orgogliosa dimostrando tutto il suo attaccamento alla maglia e alla città. Tra i flop le prestazioni incolore di Pereira ed Alvarez certificano l'annata negativa dell'Inter, così come lo juventino Isla conferma le sue difficoltà nel ritrovare lo smalto di un tempo. Ancora poco fortunata la prova del portiere azzurro Rosati mandato in campo da Mazzarri al posto di De Sanctis.

 

TOP

5.Miccoli (Palermo) – Quello su punizione contro il Parma, probabilmente sarà ricordato come l'ultimo gioiello che il capitano rosanero ha regalato al suo pubblico prima del congedo. Anche nella giornata conclusiva quando tutto ormai era deciso è l'ultimo ad arrendersi. Leader indiscusso. VOTO 7

4.Thereau (Chievo) – L'attaccante francese è in continua ascesa; negli ultimi mesi si è contraddistinto per gol e ottime prestazioni. Il risultato è che adesso molte società pensano a lui come un possibile rinforzo per la prossima stagione. Riuscirà il club veronese a trattenerlo? Certezza. VOTO 7,5

3.Cerci (Torino) – Un'annata da incorniciare per l'ala destra di Ventura che probabilmente sarà uno dei protagonisti del prossimo mercato estivo. Arma letale. VOTO 7,5

2.Di Natale (Udinese) – Chiude l'ennesimo campionato da uomo simbolo dell'Udinese dei miracoli targata Guidolin. E lo fa con un'altra magia dimostrando come genio e regolarità nelle prestazioni siano qualità che coesistono solo al cospetto dei più grandi. Mito. VOTO 7,5

1.Ljajic (Fiorentina) – Se il ventunenne serbo continua a segnare e a giocare così, per la dirigenza viola la cessione del connazionale Jovetic potrebbe diventare meno dolorosa del previsto. Astro nascente. VOTO 8

 

FLOP

5.Kozak (Lazio) – Da protagonista in Europa a oggetto misterioso in campionato. Anche nell'ultima gara l'attaccante ceco non riesce lasciare traccia della sua presenza. VOTO 4,5

4.Isla (Juventus) – Dall'infortunio in poi si è persa traccia del ottimo giocatore che tutti ammiravano ai tempi di Udine. L'ultima gara è un'ulteriore conferma delle difficoltà incontrate nell'arco di tutta la stagione. Quasi mai pericoloso, sbaglia con preoccupante regolarità i cross e i passaggi che potrebbero incidere sulla gara. Svanito. VOTO 4,5

3.Alvarez (Inter) – Dopo una serie di ottime prestazioni, Ricky nelle ultime partite si è un po' perso per strada. Spesso fuori dal gioco, non riesce a dare qualità ed incisività alla manovra d'attacco interista. VOTO 4,5

2.Pereira (Inter) – Al cospetto dei ragazzi indiavolati di Guidolin va spesso in affanno, finendo in balia degli avversari. Travolto. VOTO 4,5

1.Rosati (Napoli) – La conclusione di Destro che gli sfugge finendo in rete per il raddoppio giallorosso è emblema di una stagione in cui pur giocando poco ha spesso e volentieri complicato la vita ai suoi compagni. Incerto. VOTO 4




Commenta con Facebook