• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Mino Taveri su Benitez-Napoli

Mino Taveri su Benitez-Napoli

Calciomercato.it ha intervistato in esclusiva il giornalista di 'Sport Mediaset'


Rafa Benitez (Getty Images)
Giorgio Musso

17/05/2013 10:29

MERCATO NAPOLI ESCLUSIVO TAVERI BENITEZ / ROMA - Chelsea all'ultimo respiro. Dopo la Champions, dodici mesi fa, adesso anche l'Europa League: la doppietta è servita a 'Stamford Bridge'. Il trionfo dell''Amsterdam Arena', però, non servirà a Rafa Benitez per conservare la panchina dei 'Blues'. Il tecnico spagnolo saluterà Londra e, stando ai recenti rumors di radiomercato, sarebbe uno dei papabili per il dopo-Mazzarri in quel di Napoli o uno dei candidati di Sabatini in caso di doppio due di picche (Mazzarri-Alllegri).

La redazione di Calciomercato.it, per approfondire le indiscrezioni legate al futuro di Benitez, ha contattato in esclusiva Mino Taveri, giornalista di 'Sport Mediaset': "Secondo me può essere l'uomo giusto per il Napoli. E' un buonissimo allenatore, sicuramente di spessore internazionale. Con l'Inter le cose non sono andate bene, ma la colpa non è di Benitez: non si era creato il giusto feeling con la piazza e la società. E' stata una 'classica' situazione da Inter - ha sottolineato Taveri alla nostra redazione -. L'Interessamento del Napoli è reale, così come quello del PSG per rimpiazzare il partente Ancelotti. Benitez è un tecnico che ha mercato e che potrebbe dare al club azzurro quel pizzico di esperienza in più in Europa che a Mazzarri in questo momento manca. Ricordiamoci che lo spagnolo, nella sua bacheca personale, ha già collezionato quattro trofei a livello continentale. Un possibile arrivo a Napoli di Benitez dipenderà però da tante variabili, ad iniziare dalla permanenza o meno, oltre che di Mazzarri, anche di Cavani".

GUTTMANN BALLA IL BLUES - In terra olandese Ivanovic, al 3' di recupero, ha beffato il Benfica: un vero e proprio incubo per la squadra di Jesus dopo l'altro dolorosissimo ko contro il Porto. "Il calcio ci riserva sempre delle sorprese, mercoledì sera ci ha regalato un finale emozionante e avvincente. Mi è dispiaciuto molto per il Benfica, avrebbe sicuramente meritato di giocarsi il trofeo ai supplementari - ha dichiarato Taveri a Calciomercato.it -. I portoghesi hanno giocato meglio però, come insegna la loro scuola, peccano di cinismo in zona realizzativa. Il Chelsea comunque non ha rubato nulla, è stato sempre in partita, poi alla distanza è uscita fuori la maggiore esperienza e personalità degli inglesi. Non era facile confermarsi in Europa dopo il trionfo in Champions, anche se stiamo parlando di una competizione di livello minore. Il Chelsea sarà detentore di due trofei per una settimana, è una situazione per certi versi storica e inusuale. In cinque giorni il Benfica ha perso tutto, campionato e coppa; poi c'è questa maledizione di Guttmann: davvero un tabù incredibile in campo internazionale".

BRILLA UNA STELLA - Il cuore ha fatto la differenza. Merito soprattutto di un alfiere mai domo come Frank Lampard: "E' stato il migliore in campo per distacco. Ha una classe pazzesca. Meritava il gol per quella terrificante traversa che ha colpito nella ripresa - ha chiosato Taveri ai nostri microfoni -. È un giocatore di caratura mondiale, è un peccato non averlo visto giocare in Italia, al pari di un altro campione come Gerrard. Lampard gioca a tutto campo, ha un grande personalità e poi nella sua carriera ha segnato come un centravanti. Nel Benfica mi hanno deluso un po' Gaitan e Rodrigo, pensavo potessero incidere di più nella storia della partita. L'unico lì davanti che ha giocato ai suoi standard è stato Cardozo, una vera garanzia".

MOU VS PEP - Benitez lancia la volata a MourinhoHeynckes potrebbe fare altrettanto con Guardiola. Si prospetta uno scenario decisamente 'intrigante' per la prossima Supercoppa Europea. Lo 'Special' e l'ex mago del Barça subito faccia a faccia: "Non male come esordio, sarebbe davvero una circostanza curiosa. Sempre, però, che le voci su 'Mou' siano confermate e che il Bayern riesca a battere il Borussia nella finale di Champions - ha concluso Taveri a Calciomercato.it -. Sarebbe una sfida dal grande fascino ma i diretti protagonisti, com'è giusto che sia, terranno subito a precisare che il merito non è stato loro".




Commenta con Facebook