• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Gigi Simoni su Caso Bergamini

Gigi Simoni su Caso Bergamini

L'ex portiere del Cosenza, compagno di squadra e amico di Denis, intervistato in esclusiva da Calciomercato.it


1 di 3
Curva Sud 'Donato Bergamini'
Simoni (a sinistra) e Bergamini
Simoni alle spalle di Bergamini
Alessio Lento (Twitter: @lentuzzo)

16/05/2013 12:00

CASO BERGAMINI ESCLUSIVO GIGI SIMONI VERITA' INDAGINE / ROMA - "E' solo l'inizio del cammino verso la verità sulla morte di Denis, l'inizio di una grande battaglia". E' questo il commento di Gigi Simoni,  portiere del Cosenza e compagno di squadra di Bergamini dal 1985 all'estate del 1989 , alla notizia dell'avviso di garanzia per l'allora fidanzata di Donato, Isabella Internò. "Era evidente che qualcosa non tornasse - continua Simoni, in esclusiva, a Calciomercato.it - c'era solo lei. Se le nuove prove smentiscono tutte le sue verità, qualcosa di sbagliato in passato c'è stato. Quando ho letto del suo capo d'imputazione, ho subito pensato al fatto che da sola non avrebbe mai potuto sopraffare Denis. Dunque, ci saranno ulteriori novità immagino. Ho incontrato Donata (sorella di Bergamini, ndr) pochi giorni fa ad un torneo in onore di Denis, ho letto nei suoi occhi molta soddisfazione - spiega Simoni a Calciomercato.it -, mi ha anche detto che c'erano novità ma non abbiamo approfondito il discorso. Certamente tutti sono innocenti fino a quando non c'è una condanna, ma adesso pero' dovranno fare i conti con la giustizia e con i magistrati. C'è grande fiducia nel lavoro della Procura. Denis non tornerà più, ma almeno la famiglia potrà avere finalmente giustizia e ritrovare magari un po' di serenità che manca dal quel maledetto 18 novembre del 1989".




Commenta con Facebook