• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Di Natale leggenda, Muntari rovina tutto

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Di Natale leggenda, Muntari rovina tutto

Top e Flop della 37esima giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Antonio Di Natale (Getty Images)
Emiliano Forte

13/05/2013 07:30

PAGELLONE, DI NATALE MUNTARI / MILANO – Quando manca solo una giornata al termine del campionato, l'Udinese di Guidolin sembra destinata a vivere l'ennesima favola con l'insperato ingresso in Europa League che è lì a porata di mano. L'artefice principale di questo miracolo è senza dubbio l'eterno Totò Di Natale che con la doppietta di ieri arriva a quota 22 centri in campionato. Altre piacevoli conferme arrivano da Cerci, Cuadrado e Candreva, tre giocatori che hanno vissuto una stagione da protagonisti. Tra i meno convincenti di questo 37esimo turno troviamo il milanista Muntari e capitan Totti, entrambi incappati in espulsioni a dir poco evitabili.

 

TOP

 

5.Borriello (Genoa) – Lotta con generosità su ogni pallone, sfiora il gol prima con un gran colpo di testa, parato da Handanovic, poi con una spettacolare rovesciata. Esce tra gli applausi del suo pubblico. Stoico. VOTO 7

 

4.Cerci (Torino) – Il laterale granata continua a regalare prestazioni convincenti confermando di essere avviato verso la completa maturazione. Ha grandi doti e quando può sfruttare il suo dribbling e la sua rapidità sa essere devastante. Pericolo numero 1. VOTO 7

 

3.Candreva (Lazio) – Una stagione sopra le righe per lui. Sulla fascia è preziosissimo sia per la mole di gioco che sviluppa sia per la qualità che riesce a mettere al servizio della squadra. Quando poi diventa l'attaccante aggiunto nell'undici di Petkovic è sempre pericolosissimo con le sue conclusioni dalla distanza. Chiude il match con un cucchiaio di gran classe su rigore. Straripante. VOTO 7

 

2.Cuadrado (Fiorentina) – Che stagione la sua; ancora una gara segnata dalla una grande facilità di corsa e da giocate tanto belle quanto efficaci. Confeziona l'assist per la zampata vincente di Luca Toni. Indemoniato. VOTO 8

 

1.Di Natale (Udinese) –  Con una traversa su punizione e due gol, è sempre lui il protagonista assoluto. L'intramontabile classe del capitano dell'Udinese si avvia a guidare ancora una volta la 'Banda Guidolin' verso un'impresa straordinaria. Santo subito. VOTO 8

 

FLOP

 

5.Totti (Roma) – Il capitano giallorosso è protagonista di una prestazione, seppur positiva, priva di colpi degni della sua fama. Nel finale compie un ingenuità che da uno con la sua esperienza non ti aspetteresti. Ombroso. VOTO 5

 

4.Alvarez (Inter) – Il centrocampista argentino sembra aver accusato il contraccolpo psicologico dopo il rigore fallito contro la Lazio. Non riesce ad incidere sulla gara in alcun modo, finendo così ai margini del gioco interista. Dopo un'ora lascia il campo a Cassano. Sfiduciato. VOTO 5

 

3.Faurlin (Palermo) – Impalpabile in un pomeriggio in cui il Palermo per continuare a sperare avrebbe avuto bisogno di 'undici leoni'. Timido. VOTO 4,5

 

2.Ampuero (Parma) – Chiamato a sostituire Valdes in mediana, l'unico risultato che riesce a ottenere è quello di far rimpiangere il compagno titolare. Evanescente. VOTO 4,5

 

1.Muntari (Milan) – Fin quando gioca a calcio non demerita, poi sul finire del primo tempo si lascia andare ad una protesta insistita nei confronti dell'arbitro per un episodio che neanche lo riguardava direttamente. Risultato? Rocchi lo manda sotto la doccia e partita compromessa per i suoi. Guastafeste. VOTO 4,5




Commenta con Facebook