• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Calciomercato Serie A, l'effetto domino dipende da Mazzarri. Ecco i possibili scenari

Calciomercato Serie A, l'effetto domino dipende da Mazzarri. Ecco i possibili scenari

Da Allegri al tecnico azzurro, passando per Montella: nessuno e' sicuro della permanenza


Mazzarri e Allegri ai saluti? (Getty Images)
Eleonora Trotta (Twitter: @eleonora_trotta)

10/05/2013 21:07

CALCIOMERCATO VALZER ALLENATORI / ROMA - Un effetto domino. Le panchine della serie A potrebbero conoscere un incredibile stravolgimento nelle prossime ore, in attesa però dell'ultima decisione e comunicazione di Walter Mazzarri. Il destino di Roma, Milan, Fiorentina, dipenderà infatti dalla volontà del tecnico toscano, diviso tra un rinnovo con il Napoli, il corteggiamento della società giallorossa e la suggestione di una big… dell'ultim'ora.

NAPOLI - Il club azzurro spinge e spera di rinnovare con l'allenatore toscano. Sul tavolo un'offerta - non verificata - di 3,5 milioni di euro per i prossimi tre anni con però un grande punto interrogativo sul progetto futuro (come verrebbero investiti i soldi di una probabile cessione di Cavani?). Un'incertezza che più dell'aspetto contrattuale, ha convinto il tecnico azzurro a prendere tempo e ad ascoltare il suo orgoglio... Perché difficilmente potrà ripetere le imprese degli ultimi anni e perché il rischio di macchiare un curriculum immacolato, con un altro anno a Napoli, resta altissimo… In caso di addio del tecnico dei miracoli, i preferiti di De Laurentiis restano senza troppi dubbi Montella, Allegri (contattato più volte) e Pioli.

ROMA - Allegri o Mazzarri? Le percentuali e i preferiti a Trigoria cambiano di ora in ora. La Roma sa da tempo di dover aspettare ancora perché i corteggiati continuano a lavorare su più tavoli, due se non addirittura tre. Il tecnico rossonero è stato virtualmente un allenatore giallorosso per qualche settimana (i contatti con Baldini e il braccio destro di Sabatini erano costanti) ma ad un certo punto qualcosa al Milan è cambiato… I giocatori hanno deciso di esternare ancor di più il loro appoggio (magari dopo una segnalazione dall'alto), Berlusconi a chiamare più spesso e lo stesso Allegri a maturare l'idea di voler restare, con un orecchio però fisso a Roma e… a Napoli. Il no all'Inter è stato, invece, secco e senza ripensamenti. Su Mazzarri c'è forse solo un elemento importante da aggiungere: Walter Sabatini - fresco di rinnovo e sempre più punto di riferimento della società - sa che potrà mettere da parte le sue perplessità legate al carattere del tecnico azzurro. Con lui in panchina, la squadra giallorossa potrebbe infatti essere guidata dal mister con il giusto e richiesto temperamento.

MILAN - La possibile partenza dell'ex tecnico del Cagliari ha in ogni caso costretto Galliani a stilare la classifica dei possibili successori. Montella è un nome che convince per il suo carisma, carattere, intelligenza e professionalità: l'allenatore manager dal bel gioco e 'faccino' che piace anche tanto a Berlusconi. Il numero uno rossonero avrebbe, tuttavia, voluto assegnare la panchina ad un suo pupillo storico come Clarence Seedorf. Ma sembra una storia già troppo passata.

FIORENTINA - La clausola sul contratto del tecnico campano (via in caso di chiamata di una squadra impegnata in Champions League) spaventa e non poco la famiglia Della Valle. Difficile un suo addio, ma Pradè saprebbe già come muoversi per la sua sostituzione. I nomi più adatti sono quelli di Corini e Di Francesco. Giovani, promettenti e volenterosi.

JUVE - L'accelerata per Higuain è un chiaro messaggio per Antonio Conte da parte della Juve: "Resta che verrai accontentato". Un clamoroso (inaspettato) addio dell'ex tecnico del Siena potrebbe però aprire un nuovo scenario e - soprattutto - uno spiraglio per Mazzarri. Un tecnico che Marotta conosce molto bene… per i trascorsi doriani.

INTER - E' arrivata l'ennesima conferma per Stramaccioni, ma dalla sede nerazzurra sono partite tantissime chiamate nelle scorse settimane. I nomi sono noti: Mazzarri (voluto soprattutto da Fassone), Allegri (che ha detto no), Lucescu (troppo alta la distanza economica), Zeman (al momento solo un'idea… suggestiva). Ma le idee nelle prossime ore potrebbero diventare sondaggi e contatti reali.

Clicca qui per leggere le percentuali di Mazzarri

Clicca qui per leggere l'intervista a Fernando De Napoli su Mazzarri




Commenta con Facebook