• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Pescara-Milan, Allegri: "Non serve il bel gioco, conta solo vincere!"

Pescara-Milan, Allegri: "Non serve il bel gioco, conta solo vincere!"

L'allenatore rossonero ha parlato alla vigilia della sfida contro il club adriatico


Massimiliano Allegri (Getty Images)
Stefano D'Alessio (@SDAlessio)

07/05/2013 14:02

PESCARA MILAN CONFERENZA STAMPA ALLEGRI / MILANO - Massimiliano Allegri, allenatore del Milan, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Pescara: "Dobbiamo stare sereni, dobbiamo ridurre a zero gli errori difensivi e non avere fretta nel fare gol. Avremo tempo per cercare di vincere, ma il Pescara è una buona squadra come ha dimostrato a Roma e Genova. Dobbiamo avere motivazioni a prescindere dall'avversario. Giocare male o bene non conta, conta solo vincere. I tre punti ci permetterebbero di guardare alle ultime due partite con molta più tranquillità. Giocare ogni tre giorni ci permette di scaricare subito le tensioni, è un vantaggio".

LA PARTITA COL TORINO - "Abbiamo giocato male, ma sono stati molto bravi anche loro. E' chiaro che noi in questo momento dobbiamo spingere e, giocando coi terzini più alti, sei più scoperto e rischi di più. Dovremo avere più equilibrio".

INDICAZIONI - "A metà campo giocheranno gli stessi tre di domenica, dietro De Sciglio è a disposizione mentre abbiamo perso Antonini. In attacco gioca Balotelli sicuramente, poi altri due. Pazzini può partire dal primo minuto, ma è difficile perché a partita in corso può darci molto in questo momento".

EL SHAARAWY, BALOTELLI, BOATENG - "Stephan non ha giocato bene col Torino ma è impensabile che un giocatore giochi 40 partite su altissimi livelli. Col Catania aveva fatto una buona prestazione e mi auguro ritrovi presto il gol. Lui, però, deve trovare la forza attraverso la prestazione in campo e non solo coi gol. Nessuno si aspettava una stagione così da lui, deve esserne contento e entusiasta di quello che ha fatto. Balotelli? Un campione deve saper gestire i momenti di difficoltà. E' un ragazzo che, però, capisce quando sbaglia. Boateng ha fatto una buona stagione, dà fisicità e sostanza, oltre alle qualità tecniche che ha. E' troppo presto per fare valutazioni finali sui singoli giocatori. Una partita giocata male non cambia le mie idee sui calciatori".

TIFOSI - "Mi ha fatto piacere il loro attestato di stima, ho sempre avuto molto rispetto per loro. Sono molto felice di vedere i tifosi contenti".

CONTE - "Il suo aut aut alla società? Non mi va di far paragoni, ognuno è fatto a modo suo e esterna i propri pensieri come meglio crede".

BILANCIO - "Il Milan è una società che, da quando c'è Berlusconi, è sempre stata costruita per vincere. A inizio anno l'obiettivo era il massimo possibile. Abbiamo fatto una rincorsa importante, siamo a 18 punti dalla Juventus che, però, ha fatto una stagione incredibile, più dell'anno scorso".

TIME-OUT - "E' una soluzione possibile ma andrebbero studiati i tempi per poterlo fare. Dentro una partita ci sono dei tempi in cui questa soluzione non sarebbe applicabile".

ARBITRI e TECNOLOGIA - "Con gli assistenti di porta quest'anno si è andati molto meglio a mio avviso. La tecnologia? Non so come funzionerebbe. L'ultima decisione, comunque, spetterebbe all'essere umano e in qualche occasione neanche la tecnologia riesce a chiarire come è realmente andata".




Commenta con Facebook