• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Palermo > Palermo, Zamparini tuona: "Classe arbitrale e' una casta, ma ci salveremo lo stesso"

Palermo, Zamparini tuona: "Classe arbitrale e' una casta, ma ci salveremo lo stesso"

Il presidente rosanero si scaglia nuovamente contro la classe arbitrale dopo il discusso rigore di ieri


Maurizio Zamparini (Getty Images)
Stefano D'Alessio (@SDAlessio)

06/05/2013 12:15

PALERMO DICHIARAZIONI ZAMPARINI ARBITRI JUVENTUS / ROMA - Maurizio Zamparini, presidente del Palermo, ha commentato ai microfoni di 'RadioSportiva' la sconfitta rimediata ieri contro la Juventus: "Un'altra grande delusione dal punto di vista arbitrale, sia per quanto avvenuto contro di noi che quello che è successo in occasione del secondo e terzo gol del Genoa. L´intervento di Donati? Se giochi nel Napoli, nella Roma, nel Milan eccetera non lo fischiano. A noi si. Ci hanno fischiato otto o nove rigori contro dei quali la metà non c´erano mentre abbiamo avuto un solo rigore a favore. La Juventus? Era ed è più forte, ma non si è mai visto un penalty del genere. Il signor Banti domenica per fortuna finirà la sua carriera da arbitro ed appartiene a quella categoria di fischietti che non vorrei più vedere. Nicchi e Braschi ce l´hanno con me perché dico la verità. Il settore arbitrale è diventato una casta; per questo sono tutti impuniti e impunibili".

SALVEZZA - "In questo momento abbiamo molte più possibilità del Genoa di salvarci. Il Torino è nettamente più forte del Genoa e noi siamo arrabbiati e batteremo l´Udinese con la forza della disperazione. Delle ultime partite temo quella con la Fiorentina, perché hanno una squadra fortissima che gioca un grande calcio. Però noi proveremo a fare risultato anche lì, siamo obbligati a farlo".




Commenta con Facebook