• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Quando una smentita e' una conferma

Quando una smentita e' una conferma

Che senso avrebbe negare uno spiffero di mercato anche se arrivato da una fonte attendibile come il 'Corriere della Sera'?


Massimiliano Allegri (Getty Images)
Eleonora Trotta (Twitter: @eleonora_trotta)

04/05/2013 15:39

SMENTITE CALCIOMERCATO / ROMA - Smentire una notizia di mercato ha sempre il sapore di una conferma. E se "il non é vero" arriva tempestivamente e contemporaneamente dal Milan, Inter, Roma e Massimiliano Allegri, significa che il reato da qualcuno dei protagonisti è stato commesso come approfondito stamane su 'Il Corriere della Sera' da Alberto Costa

 

Che senso avrebbe altrimenti negare uno spiffero di mercato anche se arrivato da una fonte attendibile come il 'Corsera'? Evidentemente perché c'è più di una verità e più di una società (non dobbiamo dimenticare il Napoli) che in questi mesi ha contattato, sondato e corteggiato l'attuale tecnico rossonero proprio mentre Walter Mazzarri si ritrovava costretto a proporsi…Ma restiamo su Allegri. La Roma lo ha scelto e considerato da sempre la prima opzione per ripartire e mettere da parte gli ultimi due anni (semi?) fallimentari. L'allenatore con uno scudetto nel CV e, soprattutto, un anno di 'gioventù' apprezzatissimo a Trigoria: la maturazione di El Sharaawy, la crescita di De Sciglio e rinascita di Pazzini e Balotelli. Sì perché Sabatini - maggiormente operativo del suo superiore Baldini - non ha mai avuto dubbi sulla sua classifica ideale dove dopo l'ex tecnico del Cagliari, figurano e figuravano Pioli e Pellegrini e non Mazzarri, una soluzione concreta, ma mai realmente 'amata e digerita'.

Il carattere del tecnico azzurro e la sua vena polemica hanno da sempre, infatti, spaventato i dirigenti di Trigoria che tuttavia hanno dovuto prendere e mantenere dei contatti con il suo agente Bozzo per non bruciarsi una calda e quotata alternativa. Un nome che avrebbe dato comunque prestigio al progetto capitolino. Ad oggi, tuttavia, l'unico vero corteggiatore di Mazzarri si chiama Napoli (il club nerazzurro della cordata Fassone a confronto è stato decisamente più timido). E di questo il 'Mago Walter' non ne è di certo soddisfatto visto che da anni - anche giustamente - ritiene di poter allenatore una squadra di prima fascia, composta da campioni e focalizzata su traguardi top.

E l'Inter? Forse questa è la notizia che ha destabilizzato di più. E che conferma come anche le parole di Massimo Moratti ripetute ovunque nelle ultime settimane ("Non cerchiamo altri allenatori")  possano essere catalogate sotto la voce 'Smentite di facciata'…E' vero, Strama molto probabilmente resterà ancora all'Inter, ma semplicemente perché mancano alternative valide. Tutti i tecnici contattati vedi i vari Allegri e Lucescu, attualmente hanno detto no al presidente nerazzurro perché poco attratti dalle strategie nerazzurre e progetti di mercato…Di mercato, invece, ma di quello giallorosso, se ne starebbe occupando già - in borghese - direttamente Allegri. Ma per i dettagli e soprattutto per avere altre conferme c'è la necessità di aspettare ancora. In attesa magari di altre smentite...

 




Commenta con Facebook