• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Palermo > Nelson su Juventus-Palermo e Sannino

Nelson su Juventus-Palermo e Sannino

Il laterale portoghese dei rosanero in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it


Nelson (Getty Images)
Giorgio Elia

03/05/2013 09:57

JUVENTUS-PALERMO ESCLUSIVO NELSON/PALERMO -"Per noi si tratta di un appuntamento certamente importante. Mancano appena quattro partite e questa è una tappa decisiva come tutte le altre. Non sarà facile perché loro sono i più forti in Italia, vorranno vincere il titolo davanti al loro pubblico e faranno di tutto per riuscirci. Noi, però, dobbiamo fare punti". Questo il pensiero dell'esterno destro del Palermo Nelson in un'intervista rilasciata in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it.

Complice la squalifica di Morganella proprio l'ex Real Betis dovrebbe agire sull'out destro del 3-5-2 disegnato da Sannino per il match contro la formazione di Conte. Nelson ha le idee chiare sul suo possibile impiego allo 'Juventus Stadium': "Durante la settimana, Sannino allena tutti sempre al massimo e, quindi, sono pronto per giocare qualora il mister dovesse scegliermi. E’ chiaro che di fronte mi troveri un avversario insidioso come Asamoah, ma io non devo guardare in faccia nessuno e fare al meglio per la nostra squadra".

Un Palermo che ha cambiato volto dal ritorno del tecnico di Ottaviano con la squadra che ha prepotentemente rilanciato le sue ambizioni salvezza, quasi annulatesi dopo la sconfitta interna con il Siena: "Penso che il mister sia riuscito a trasmetterci un'idea precisa dei suoi concetti tattici. Adesso ognuno di noi sa perfettamente cosa fare in qualsiasi situazione di gioco. La sua grinta è stata fondamentale, - ha proseguito Nelson a Calciomercato.it - ha creato un ambiente compatto e sono contento di lavorare con lui. Mi chiama 'carciofino'? Penso che il fatto che mi abbia dato questo soprannome sia un modo carino di cementare un rapporto cordiale fra allenatore e giocatore".

Nelson giunto a Palermo nel mercato di gennaio che svela un interessante retroscena legato al suo approdo in rosanero: "Miccoli? Fabrizio è sempre un grande campione, di quelli che possono cambiare la partita con una giocata e farti ottenere successi importanti. È stato decisivo nella scelta di intraprendere questo progetto ed è stato un punto di riferimento importante per il mio ambientamento".

Ultima considerazione legata al suo futuro e alla volata salvezza, con queste ultime quattro uscite al cardiopalma decisive per il futuro della squadra: "Penso che in questo momento nessuno di noi debba pensare a sé ma debba solo concentrarsi sulla salvezza del Palermo. Non è il momento di parlare di minuti giocati e di futuro, conta solo l'obiettivo della squadra. Salvezza? Penso che il nostro gruppo sia in salute: non dobbiamo preoccuparci degli avversari che sfideremo o del calendario delle squadre che lottano per la salvezza. Bisogna solo pensare a fare più punti possibili per mantenere la categoria".




Commenta con Facebook