• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Europa league > Speciale Europa League: Benfica e Chelsea, per evitare il ballo delle debuttanti

Speciale Europa League: Benfica e Chelsea, per evitare il ballo delle debuttanti

Le due squadre saranno in campo rispettivamente contro Fenerbahce e Basilea, mai presenti ad una finale europea


Europa League (Getty Images)
Hervé Sacchi

02/05/2013 13:18

SPECIALE EUROPA LEAGUE CHELSEA BASILEA BENFICA FENERBAHCE / ROMA - Penultimo passo per questa annata di Europa League. Questa sera si giocano le semifinali di ritorno, pronte a sancire le protagoniste della finale di Amsterdam. Il Chelsea parte con un discreto vantaggio (2-1), maturato la settimana scorsa al 'St-Jakob's Park' di Basilea. Gli svizzeri, già impegnati a Londra contro il Tottenham, non saranno certamente in gita di piacere. Discorso analogo per il Fenerbahce che, a Lisbona, si prepara a migliorare il suo traguardo europeo. Dopo aver scritto un capitolo importante della sua storia, con il raggiungimento delle semifinali, il sodalizio di Istanbul può ambire ad una finale che sarebbe altrettanto storica. L'1-0 dell'andata è un margine minimo, ma concreto: il Benfica, per volare all' 'Amsterdam Arena', avrà un solo risultato a disposizione.

CHELSEA-BASILEA - Dopo la finale di Champions League, vinta a Monaco di Baviera, il Chelsea ha dovuto abbandonare anzitempo la sua avventura annuale nella massima manifestazione europea. Si può, tuttavia, consolare con l'Europa League. Sarebbe certamente una bella soddisfazione per il club e anche per Rafa Benitez, giunto come traghettatore tra mille dubbi e polemiche. Lui, condottiero scalzato dopo la vittoria di un Mondiale per Club, ha la possibilità di arricchire il suo curriculum personale con un nuovo trofeo europeo. Tra il dire e il fare, tuttavia, ci sono ancora due partite da giocare, e da vincere.
Contro il Basilea, non ci si aspettano grosse sorprese in termini di risultato. Gli svizzeri, tuttavia, hanno dimostrato di poter vendere cara la pelle. Uscire da Stamford Bridge con due gol di scarto (o con uno, in caso di tre o più gol segnati) appare un'impresa ardua, ma non impossibile. Murat Yakin sarà obbligato ad impostare una partita offensiva, unica possibilità per tentare di mettere sotto pressione il Chelsea.
In merito alla formazione, Benitez ha fatto intendere che manderà in campo la miglior squadra possibile a livello di condizione. L'allenatore spagnolo non guarderà in faccia, tanto meno, all'elenco dei diffidati, fra i quali figurano David Luiz, Ramires, Mikel e Bertrand. Quest'ultimo sarà evidentemente titolare, a causa della squalifica di Ashley Cole. Al Basilea mancherà, invece, un perno della difesa come Aleksandar Dragovic.

BENFICA-FENERBAHCE - Külkedisi, ovvero la versione turca di Cenerentola, vuole partecipare al gran ballo finale. Il sogno può diventare realtà se la squadra di Kocaman riuscirà almeno a strappare un pareggio allo stadio 'Da Luz' di Lisbona (può bastare anche una sconfitta con un gol di scarto dall'1-2 in su). Nonostante il vantaggio dell'andata, le percentuali di qualificazione del Benfica equivalgono a quelle dei rivali turchi.
Di fronte, ci sono almeno novanta minuti da giocare. La formazione portoghese è ben allestita tatticamente e, in casa, sa ampiamente sfruttare il fattore campo. A livello strategico, la formazione lusitana dovrà riuscire a segnare al più presto per poter azzerare lo svantaggio subìto nella gara d'andata. In tal modo, potrà evitare di prolungare quell'ansia data dalla necessità di fare gol. Se a Londra il Basilea dovrà sbilanciarsi offensivamente per ribaltare il risultato, Jorge Jesus sa che deve prestare egualmente attenzione all'aspetto difensivo. In caso di gol del Fenerbahçe, al Benfica servirebbero tre gol. Tre gli squalificati totali: Topal e Webò nel Fenerbahçe e Ola John nel Benfica si aggiungono ad altri assenti illustri come Luisao (Benfica) e Raul Meireles (Fenerbahçe), entrambi infortunati.




Commenta con Facebook