• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-UDINESE

PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-UDINESE

Pereyra lancia gli uomini di Guidolin per la volata finale europea


Pereyra (Getty Images)
Lorenzo Polimanti

27/04/2013 21:27

PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-UDINESE / TRIESTE – Il Cagliari gioca in casa, ma solo sulla carta. In un'‘Nereo Rocco' con più tifosi bianconeri che sardi, l’Udinese sente profumo d’Europa e fa la partita, mentre i rossoblù aspettano nella propria metà campo senza mai pungere in avanti con convinzione. Pereyra è il protagonista indiscusso dell’incontro. Dopo pochi minuti sbaglia un gol praticamente fatto sparando sulla traversa da pochi metri, ma poi si riscatta trovando la rete della vittoria dopo tante ottime azioni pericolose in velocità. Benatia lo imita dietro alzando il muro ed Allan sembra una diga in mezzo al campo, mentre Di Natale si prende un pomeriggio di pausa. Nel Cagliari si salvano in pochi e spiccano le pessime prestazioni di Nainggolan e Pinilla che, a gara praticamente conclusa, si merita un’espulsione per un inutile intervento da dietro su Pinzi.

CAGLIARI

Agazzi 6 – Pochi interventi da compiere, così come poche le colpe sul gol di Pereyra. Una parata piuttosto agevole su un tiro da fuori e poco più.

Perico 5 – Soffre l’intraprendenza di Gabriel Silva e non riesce ad arginare con grande efficacia il brasiliano. Dalla sua parte arrivano un paio di azioni pericolose ed il gol dell’Udinese.

Ariaudo 6 – Autore di due grandi interventi in chiusura nel primo tempo, cala leggermente nel finale commettendo qualche piccolo errore.

Astori 6 – Prestazione sufficiente, senza infamia né lode. Un Di Natale non particolarmente ispirato gli facilita la serata.

Murru 5 – Si vede poco in avanti e perde il duello con Pereyra e Basta che, quando lo puntano, lo saltano senza incontrare particolari opposizioni.

Casarini 5,5 – Prova di quantità, ma non accompagna quasi mai l’azione offensiva. Ci prova solamente poco prima di uscire con un due buone conclusioni dalla distanza. Dal 57’ Ibarbo 5 – E’ costretto a sacrificarsi soprattutto in copertura ed in avanti non combina praticamente nulla.

Conti 5,5 – Sicuramente non la migliore delle sue 400 presenze con la maglia del Cagliari. Il centrocampo dell’Udinese domina e lui prova ad arginare come può lo scatenato Pereyra. Tanta grinta, ma non basta.

Nainggolan 4,5 – E’ sicuramente il più atteso e, viste le assenze di Ekdal e Dessena in mezzo al campo, il Cagliari dovrebbe affidarsi a lui che, però, sembra rimasto negli spogliatoi. Spaesato tra i centrocampisti friulani, non riesce ad imporsi in interdizione ed in avanti non accompagna. Mai in partita, si rende protagonista solamente con eccessivo nervosismo.

Thiago Ribeiro 5 – Dovrebbe essere lui ad unire centrocampo ed attacco, ma in realtà combina ben poco.  Dal 67’ Avelar 5,5 – Prova a metterci corsa ed impegno, ma è uno dei pochi e non può fare granché da solo.

Pinilla 4,5 – Si mette in mostra solamente per il brutto gesto nel finale. Interviene su Pinzi da dietro a gara praticamente conclusa, meritando un’inutile espulsione dopo una gara trascorsa nell’ombra.

Sau 5,5 – Il reparto offensivo è lasciato colpevolmente troppo solo da un centrocampo che non accompagna mai. Prova a raccordare i due reparti tornando anche a riprendere palla indietro, ma in area si vede poco ed esce con qualche problema fisico senza aver impensierito più di tanto la difesa avversaria. Dal 77’ Nenè s.v. –

All. Lopez 5 – Il Cagliari appare troppo rinunciatario e non riesce mai ad impensierire l’Udinese. Le mosse a gara in corso non bastano per ridare linfa ad una formazione priva di stimoli.

 

UDINESE

Brkic 5,5 – Non arriva praticamente un tiro in porta, ma cerca di mettersi in mostra con un paio di goffe uscite spericolate che rischiano di compromettere il risultato.

Benatia 6,5 – Alza il muro e costringe gli avversari a girare a largo. Lavora alla grande con il fisico e sbatte in faccia la porta ai pochi attacchi dei sardi.

Danilo 6 – Dirige bene la difesa senza dover sudare più di tanto. Qualche colpo di testa in mischia e poco più.

Domizzi 6 – Una piccola sbavatura al 20’, ma per il resto non ha granché da fare e si limita a controllare l’attacco poco incisivo dei cagliaritani.

Basta 6,5 – Meno presente in avanti rispetto a Gabriel Silva, ma quando parte fa quasi sempre male. Vince il duello in velocità con Murru e serve anche qualche pallone molto interessante.

Allan 7 – Corre, lotta, recupera tanti palloni ed è bravo in impostazione. Gioca davvero bene in entrambe le fasi ed il centrocampo sembra il suo. Fa la voce grossa e si impone sugli avversari.

Lazzari 6 – Quantità in mezzo al campo e qualche buon inserimento nei pochi minuti che è in campo. Un problema muscolare, infatti, lo costringe ad uscire poco dopo la mezzora. Dal 34’ Badu 6 – Gara di sostanza senza troppo lavoro da svolgere. Ci mette la solita corsa per arginare un centrocampo cagliaritano apparso spento.

Gabriel Silva 6,5 – E’ in costante proiezione offensiva e mette in difficoltà il diretto avversario con diversi buoni inserimenti. Bravo in velocità, mentre gli manca un po’ di precisione nell’ultimo passaggio.

Pereyra 7 – Il clamoroso gol sbagliato da pochi metri in avvio è l’unica nota stonata in una gara perfetta. Mette il turbo e gli avversari non lo tengono. Sempre pericoloso in dribbling, trova il gol vittoria che lancia l’Udinese in zona Europa League, ma l’erroraccio iniziale pesa sulla sua valutazione.

Zielinski 6 – C’è tanta curiosità intorno al giovane talento polacco che, oggi, si limita a giocare semplice senza strafare. Comincia a mettersi in mostra poco prima di essere sostituito. Merita la sufficienza per il tanto spirito di sacrificio con il quale arretra per infastidire Conti. Dal 51’ Muriel 6 – Entra con decisione e garantisce maggiore freschezza e pericolosità all’attacco friulano. Poi, però, si perde con qualche dribbling di troppo e merita il giallo per un’inutile ed ingenua simulazione.

Di Natale 5 – Qualche buona azione in avvio sembrano far presagire la solita gara spettacolare del capitano friulano. Invece col passare dei minuti si defila e sbaglia anche un controllo in corsa che sembrava sicuramente alla sua portata. Dal 83’ Pinzi s.v. –

All. Guidolin 6,5 – Un’Udinese cinica conquista il massimo con il minimo sforzo. Giusta la scelta di inserire Muriel al posto di Zielinski e non di Pereyra. Il colombiano dà maggiore freschezza alla manovra offensiva, mentre l’argentino sembra incontenibile e regala i tre punti.

Arbitro: Rocchi 6,5 – Buona direzione di un incontro che si innervosisce soprattutto nel finale. Per quasi tutta la partita il gioco scorre tranquillo e l’arbitro gestisce bene i cartellini. Giusta anche l’espulsione di Pinilla che, a gara praticamente finita, va dritto su Pinzi colpendolo da dietro in maniera piuttosto inspiegabile.

 

TABELLINO

CAGLIARI-UDINESE 0-1

CAGLIARI (4-3-3): Agazzi; Perico, Ariaudo, Astori, Murru; Casarini (57’ Ibarbo), Conti, Nainggolan; Thiago Ribeiro, Pinilla, Sau. All.: Pulga

UDINESE (3-4-1-2): Brkic; Benatia, Danilo, Domizzi; Basta, Allan, Lazzari (34’ Badu), Gabriel Silva; Pereyra; Zielinski (51’ Muriel), Di Natale. All.: Guidolin

Arbitro: Rocchi

Marcatori: 56’ Pereyra (Udi)

Ammoniti: Zielinski (Udi), Ariaudo (Cag), Domizzi (Udi), Nainggolan (Cag), Thiago Ribeiro (Cag), Conti (Cag), Ibarbo (Cag), Muriel (Udi)

Espulsi: Pinilla (Cag)

 

 




Commenta con Facebook