• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Germania > Borussia Dortmund, fenomeno Klopp: tutta la storia del profeta della Vestfalia

Borussia Dortmund, fenomeno Klopp: tutta la storia del profeta della Vestfalia

Dagli esordi col Magonza al sogno Champions, con un passato da commentatore. E' lui il personaggio del momento in Germania e non solo


Klopp (Getty Images)
Jonathan Terreni

25/04/2013 22:24

 

BORUSSIA DORTMUND FENOMENO KLOPP - E' sicuramente l'allenatore del momento. Jurgen Klopp ad oggi è il profeta della Vestfalia, il prototipo del manager moderno e brillante che ha saputo crescere prima di tutto a livello professionale e allevare giovani promesse per poi farle esplodere e regalare al Borussia Dortmund un ritorno ai vertici del calcio europeo e sogno chiamato Champions. L'ascesa era già cominciata con la Bundesliga dominata e vinta nel 2011, a nove anni dall'ultimo trionfo. Ma conosciamo meglio il tecnico tedesco

 

JURGEN NORBERT KLOPP nasce a Stoccarda il 16 giugno 1967. Della sua carriera da calciatore non si hanno ricordi memorabili anche se ha giocato 340 partite col Magonza tra il 1990 ed il 2001. Cresciuto come attaccante è stato, col passare del tempo, convertito a difensore nella stagione 1995/96. E' proprio sulla panchina del Magonza che Klopp inizia la carriera da allenatore portando la squadra ad esordire in Bundesliga e alla qualificazione in Coppa Uefa, nel 2005/2006, dove fu eliminata dal Siviglia, che avrebbe poi vinto la manifestazione. A maggio del 2008 si siede sulla panchina del Borussia Dortmund con un compito difficile: riportare in alto la squadra giallonera dopo il deludente periodo concluso con il tredicesimo posto ottenuto ala guida di Thomas Doll. Il primo trofeo, la Supercoppa di Germania (2-1 al Bayern Monaco), non tarda ad arrivare, grazie ad un gioco frizzante e veloce. Giovani dalle grandi potenzialità e schemi di gioco moderni ma di grande efficacia e spettacolo. Un mix in cui Klopp crede fortemente e sul quale fonda la sua filosofia calcistica. Ma di lavoro da fare ce n'è tanto e lui lo sa. Ci vuole pazienza e abnegazione ma a detta di chi lo conosce Klopp è uno maniacale sul campo, un professore che punta alla perfezione senza mettere in secondo piano il divertimento e il piacere di giocare a calcio. E così nella sue prime due stagioni il Dortmund conclude al sesto e al quinto posto in campionato. L'exploit nel 2010-2011 quando finalmente arriva il tanto sognato quanto meritato titolo, dopo 9 anni dall'ultimo successo. Grandi nomi iniziano a movimentare il mercato: Lewandowski, Kagawa, Sahin, Barrios e poi Gotze, Reus e tanti altri. Ci vuole poco per il bis: Il 21 aprile 2012 conquista la Bundesliga con 2 giornate di anticipo. Adesso la sua squadra di giovani talenti è diventata una corazzata, anche in Europa. La finale è li ad un passo ma da buon perfezionista Klopp non canta vittoria. La curiosità? Il successo sul campo è arrivato dopo. La gavetta è stata fatta anche con cuffie e microfono. A partire dal 2005 infatti, Klopp ha lavorato alla rete televisiva tedesca ZDF per commentare le partite della Nazionale tedesca, ricoprendo questo ruolo fino ad Euro 2008. Adesso lascia che siano gli altri a commentare le grandi prove del suo Borussia.

 




Commenta con Facebook