• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > IL GIOCATORE DELLA SETTIMANA: Brandao

IL GIOCATORE DELLA SETTIMANA: Brandao

Rubrica dedicata ai protagonisti del calcio internazionale


Brandao (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

23/04/2013 15:33

CALCIO GIOCATORE DELLA SETTIMANA SAINT ETIENNE COUPE DE LA LIGUE BRANDAO / ROMA - Questa settimana di calcio internazionale ci ha regalato diversi spunti di riflessione. In Inghilterra ad esempio il Manchester United si è laureato campione per la ventesima volta. Ma a fare più rumore e sensazione è stato il trionfo del Saint Etienne nella Coupe de la Ligue francese. Un successo firmato da Brandao, centravanti brasiliano che compirà 33 anni il prossimo 16 giugno.

A Saint Etienne si ricorderanno per molti anni il nome di Evaeverson Lemos da Silva, meglio noto come Brandao. Il 32enne centravanti brasiliano infatti sabato ha regalato ai 'Verts' di Cristophe Galtier la Coupe de la Ligue, ovvero la coppa di Lega francese. La finale dello 'Stade de France' di Parigi vedeva contrapposto la squadra più titolata d'oltralpe ed il Rennes di Frederic Antonetti. Al 18' Pierre Aubameyang (il giocatore simbolo della squadra) è scappato sulla sinistra in area mettendo in mezzo un pallone invitante per Brandao, che di testa ha marcato il gol dell'1-0 che si è poi rivelato decisivo. Il Saint Etienne torna quindi a vincere un trofeo dopo un digiuno di trentadue anni. Era il 1981 infatti quando era finito in bacheca l'ultimo campionato francese vinto. Un successo davvero storico che, visto anche il buon piazzamento attuale in classifica, può significare l'inizio di una nuova era per il club del presidente Caiazzo. Un ritorno all'antico, ai fasti di un tempo.

Tutto questo grazie al gol di Brandao, brasiliano nomade del gol che con la 'Coupe de la Ligue' ha evidentemente un conto aperto. Nel 2009/2010 l'aveva vinta infatti con l'Olympique Marsiglia, con cui poi l'ha rivinta la scorsa stagione decidendo la finale di Parigi contro il Lione con una rete nei tempi supplementari. Un successo, quello del Saint Etienne, che può rilanciare anche lo stesso Brandao che per qualche tempo era finito nel dimenticatoio. Dopo i primi anni in Brasile passati in squadre minori e poi al Sao Caetano, è arrivata la chiamata dello Shakhtar Donetsk che nel 2002 lo ha lanciato nel calcio che conta. Brandao ha così assaggiato l'Europa vincendo 3 campionati, 2 supercoppe ed una coppa d'Ucraina prima di andare in Francia nell'Olympique Marsiglia. L'accusa di stupro e le conseguenti indagini ne avevano però minato la carriera e così il ragazzo di San Paolo era tornato in Brasile giocando con le casacche del Cruzeiro e del Gremio in prestito.

La scorsa stagione l'Olympique Marsiglia lo ha richiamato alla base tenendolo come attaccante di scorta. Lui ha ripagato con 26 presenze e 7 reti, di cui 2 pesantissime. Una, come già detto, ha deciso la finale di Coupe de la Ligue, mentre l'altra (segnata contro l'Inter al 'Giuseppe Meazza' a tempo scaduto) ha permesso all'OM di sbarcare nei quarti di finale di Champions League, traguardo che mancava da tempo alla compagine d'oltralpe. Con il Saint Etienne invece la rete in finale contro il Rennes è stata la ciliegina di un'ottima stagione da 28 presenze e 13 gol, tutti importanti per rilanciare una nobile decaduta del calcio europeo, e anche per dare una nuova svolta alla propria carriera. Perchè a 33 anni da compiere si può ancora dimostrare di non essere finiti.   

 




Commenta con Facebook