• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-SAMPDORIA

Sansone risponde a Gilardino: Bologna e Samp si avvicinano alla quota salvezza


Un momento del match (Getty Images)
Valerio Pantone

21/04/2013 17:38

PAGELLE E TABELLINO BOLOGNA-SAMPDORIA/ BOLOGNA – Finisce in parità il match del 'Dall'Ara' tra Bologna e Sampdoria. Al 12esimo centro in campionato di Gilardino, replica nella ripresa il secondo gol in blucerchiato di Gianluca Sansone. La squadra di Pioli gioca meglio, grazie alla fantasia di Diamanti, ma alla fine paga un’errato posizionamente difensivo di Motta. In casa felsinea, continuano a stupire Taider e Kone, mentre da rivedere la prestazione di Gabbiadini. Tra le fila doriane, invece, deludono soprattutto Palombo, colpevole sul gol di Gilardino, Poli ed Estigarribia.

 

 

BOLOGNA

Curci 5,5 – Sullo 0-0 salva il risultato con una parata difficile su Sansone, mentre nella ripresa si ripete su una bella conclusione dal limite dell’area di Poli. Ha però qualche responsabilità sul diagonale vincente di Sansone.

Motta 5,5 – Bene nel primo tempo grazie alla sua spinta costante sull’out di destra, vanifica tutto nella ripresa commettendo l’ingenuità di lasciare troppo spazio a Sansone nell’azione del pareggio. Dal 70’ Carvalho s.v. 

Antonsson 6 – Dopo un inizio difficile, prende fiducia con il passare dei minuti contenendo per quanto possibile gli attaccanti ospiti. 

Cherubin 6 – Si disimpegna bene in un paio di chiusure difensive prima di lasciare il campo per infortunio. Dal 21’ Sorensen 6,5 – Entra bene subito in partita, dimostrandosi affidabile e molto attento nell’uno contro uno.

Morleo 6 – Risulta spesso una spina nel fianco per la retroguardia della Sampdoria. Qualche imprecisione di troppo nei cross in area di rigore.

Khrin 6 – Ci mette un pò prima di interpretare al meglio il ruolo di interditore davanti alla difesa. Il supporto di Kone e Taider, però, gli consentono di contrastare meglio a centrocampo l’esuberanza di Obiang.

Taider 6,5 – Si conferma una delle rivelazioni di questo Bologna. Prezioso nella fase di interdizione, costruisce delle buone trame di gioco come dimostra l’assist per il colpo di testa di Gilardino che porta in vantaggio il Bologna.

Kone 6,5 – Si sdoppia bene nel doppio ruolo di interno di centrocampo e all’accorrenza di trequartista aggiunto. A differenza di altre circostanze, però, risulta meno lucido in zona gol. 

Diamanti 7 – Sempre al centro della manovra dei padroni di casa, regala spettacolo al pubblico del Dall’Ara con alcune giocate d’alta scuola. Sfiora un gol spettacolare da calcio d’angolo ma alla fine si guadagna senza dubbio la palma di migliore in campo.

Gabbiadini 5 – Entra poco nel vivo della manovra, cercando a volte in maniera esasperata la giocata personale. Dal 83’ Pasquato s.v.

Gilardino 6,5 – Sempre temibile su tutti i palloni che vagano nell’area di rigore avversaria, lascia il segno per la dodicesima volta in questo campionato confermandosi implacabile sull’ottimo assist di Taider.

All. Pioli 6 – Dopo l’iniziale sbandamento, la squadra riesce presto a prendere pieno possesso della partita portandosi in vantaggio e sfiorando più volte il raddoppio. Classifica alla mano, però, il punto guadagnato è un altro mattoncino importante verso la salvezza.

SAMPDORIA

Romero 6,5 – Nota positiva questa volta il portiere argentino: può ben poco sul colpo di testa vincente di Gilardino, mentre si fa apprezzare per qualche intervento non facile su palla inattiva.

Mustafi 5,5 – Spesso in ritardo nelle chiusure difensive, ricorre spesso al fallo per fermare le iniziative degli attaccanti rossoblu. Dal 79’ Rossini s.v.

Palombo 5 – Colpevole in occasione del gol del Bologna, si dimentica completamente della marcatura su Gilardino. Nella ripresa riesce a tenere più compatta la retroguardia blucerchiata: l’errore sul gol però gli costa l’insufficienza.   

Gastaldello 5,5 – Il tridente bolognese mette in difficoltà anche il capitano doriano, specie nella prima frazione. Meglio nel secondo tempo, soprattutto per la maggiore attenzione e reattività.  

Berardi 5 – La spinta costante di Morleo lo costringe a restare spesso bloccato sulla linea dei difensori. Rarissime, infatti, le sue incursioni nella metà campo avversaria. 

Munari 5,5 – Garantisce molta sostanza in mezzo al campo, offrendo però pochi spunti interessanti in fase offensiva.

Obiang 6 – Dopo pochi minuti sfiora la rete che avrebbe cambiato la partita. Inizialmente si dimostra per intraprendenza e determinazione un punto di riferimento importante per il gioco della formazione di Rossi; poi, cala sensibilmente e la squadra ne risente. 

Poli 5 – Pronti via e davanti a Curci fallisce clamorosamente una buona chance per il vantaggio doriano. L’errore gli fa perdere fiducia tanto che con il passare dei minuti finisce per diventare quasi un corpo estraneo alla squadra. 

Estigarribia 5 – Prestazione incolore per l’ex esterno della Juventus. Punge poco e quando ci prova i risultati sono spessi insufficienti.

Sansone 6,5 – La sua imprevedibilità sorprende inizialmente il Bologna che però pian piano riesce a prendergli le giuste contromisure. Una bella parata di Curci gli nega sullo 0-0 la gioia del gol. Dal 87’ Soriano s.v.

Icardi 5,5 – Fatica a trovare il feeling giusto con Sansone. Uno scontro di gioco con Antonsson gli compremette il resto della gara che è costretto ad interrompere prima dell’intervallo. Dal 40’ Maxi Lopez 6 – Sua l’intuizione dal quale nasce il gol di Sansone. Oltre all’assist però, l’attaccante argentino combina ben poco anche perchè non supportato al meglio dal resto della squadra.

All. Rossi 6 – Dopo un avvio confortante, alla prima difficoltà la squadra perde subito le distanze evidenziando grossi limiti difensivi e non solo. La timida reazione nella ripresa, alla fine è sufficiente per portare a casa un punto a questo punto prezioso per il traguardo salvezza.

Arbitro Sebastiano Peruzzo 6,5 – Dirige con autorità e personalità una partita spigolosa, a tratti molto nervosa: tanti infatti i cartellini gialli utilizzati, soprattutto in casa Sampdoria. Il match, tuttavia, scorre via senza particolari episodi violenti, grazie anche al fischietto di Schio. 

TABELLINO 

BOLOGNA-SAMPDORIA 1-1

BOLOGNA (4-3-2-1): Curci; Motta (dal 70’ Carvalho), Antonsson, Cherubin (dal 21’ Sorensen), Morleo; Krhin, Taider, Kone; Diamanti, Gabbiadini (dal 83’ Pasquato); Gilardino. A disposizione: Agliardi, Lombardi, Naldo, Abero, Pulzetti, Pazienza, Guarente, Christodoulopoulos, Moscardelli. All.: Stefano Pioli.

SAMPDORIA (3-5-2): Romero; Mustafi (dal 79’ Rossini), Palombo, Gastaldello; Berardi, Munari, Obiang, Poli, Estigarribia; Sansone (dal 87’ Soriano), Icardi (dal 40’ Maxi Lopez). A disposizione: Da Costa, Berni, Rodriguez, Castellini, Poulsen, Maresca, Renan, Savic. All.: Delio Rossi.

Arbitro: Sebastiano Peruzzo di Schio

Marcatori: 23’ Gilardino (B), 59’ Sansone (S) 

Ammoniti: 13’ Morleo (B), 46’ Berardi (S), 63’ Gastaldello (S), 74’ Estigarribia (S), 82’ Obiang (S), 83’ Gilardino (B), 85’ Rossini (S)

 




Commenta con Facebook