• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Ronaldo: "Moratti solo, che brutto. Milan nel cuore ma..."

Inter, Ronaldo: "Moratti solo, che brutto. Milan nel cuore ma..."

Il 'Fenomeno' ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni ai microfoni di Sky


Ronaldo (Getty Images)

21/04/2013 13:27

INTERVISTA RONALDO / MILANO - Il 'Fenomeno' Ronaldo, ambasciatore della prossima Confederations Cup che si terrà in Brasile, è stato intervistato dai microfoni di Sky.

FALLO IULIANO - "E' un discorso che ritorna sempre. Purtroppo stona quel maledetto rigore non segnalato da Ceccarini. Rimane sempre un ricordo. Però la Juventus e tutti quelli coinvolti in quello scandalo hanno già sofferto e pagato le pene. Vedo in Italia una grande volontà di fare un calcio pulito e sono contento di questo".

MORATTI SOLO IN TRIBUNA - "Il momento dell'Inter è un po' difficile però questa è un'immagine forte. Lui solo in tribuna... nei momenti difficili abbiamo sempre bisogno di gente vicina. Magari in quel momento qualcuno è andato in bagno... Stramaccioni? Non so bene cosa sia successo. Moratti sicuramente farà sempre la cosa migliore per l'Inter".

ADDIO INTER - "Ci penso ogni giorno a quell'episodio. E' stata una scelta di Moratti. Mi è dispiaciuto per come è finita la nostra storia".

BRASILE OGGI - "E' un momento molto difficile per la nazionale brasiliana perché non gioca un grande calcio. Ora è tornato Scolari, un allenatore capace e con molta esperienza. Abbiamo subito questa Confederations Cup che è una sfida importante. Poi aspettiamo il mondiale".

FRANCIA 98 - "Le convulsioni? Era la finale del mondiale. Ho rischiato la vita per essere andato in campo. Ma non sono pentito di quello che ho fatto. Purtroppo abbiamo giocato male e la Francia è stata strepitosa con Zidane. Fortuna che il mondiale si gioca ogni quattro anni e siamo riusciti a conquistare quello che meritavamo".

BRAVA JUVE - "Ho trovato un ambiente tranquillo, fiducioso. Stanno facendo bene. Mi ha colpito che sia tornata a vincere".

FUTURO DA DIRIGENTE - "Futuro alla Platini o alla Blatter? Mi piace quello che sto facendo adesso, poi vedremo. Ricordo da giocatore che ai mondiali era tutto preparato; ora dobbiamo pensare noi a questa organizzazione e ci mettiamo tanto impegno. Sono contento di organizzare un evento simile per il mio paese".

MESSI O RONALDO - "Se ero più forte io? Non lo so, non mi piacciono i paragoni. Neymar come Messi? E' più facile rispondere perché non mi coinvolge direttamente. Neymar ha fatto vedere tanto e andrà in un grande club. Tra Messi e Ronaldo dico Messi; ma tutti e due sono bravissimi. E' una sfortuna per Ronaldo essere della stessa generazione di Messi...".

'RONALDI' FUTURI - "Sicuramente ce ne saranno. Il calcio è appassionante per quello, per i grandi campioni".

MILAN O INTER - "Sono più interista che milanista. Anche se entrambe le esperienze mi sono piaciute tantissime. Potrà sembrare strano per un milanista che mi piacciano tutte e due le squadra, però provo veramente grande affetto per entrambe. Però nel cuore ho un po' più l'Inter".

 

 




Commenta con Facebook