• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Juventus-Milan, Allegri: "Importante, ma non decisiva". E su El Shaarawy e Balotelli...

Juventus-Milan, Allegri: "Importante, ma non decisiva". E su El Shaarawy e Balotelli...

L'allenatore rossonero ha parlato alla vigilia del match


Allegri (Getty Images)
Andrea Corti (Twitter: @cortionline)

20/04/2013 12:24

MILAN JUVENTUS ALLEGRI CONFERENZA / MILANO - Alla vigilia del big match contro la Juventus l'allenatore del Milan Allegri ha parlato in conferenza stampa: "E' molto importante avere in campo giocatori come Ambrosini. Le ultime due partite sono state molto diverse tra loro. Dobbiamo fare più punti possibili per arrivare in Champions. La Juve interpreta bene le gare. A loro domani servono punti per vincere più velocemente lo scudetto. Comunque vada domani per noi non sarà decisiva. Per fare risultato dovremo fare una grande prestazione, ma anche loro".

SCHIERAMENTO - "Non so se giocheranno con una sola punta. Speriamo di esserci preparati bene. Vorranno vincere per vendicare l'andata, dovremo farci trovare pronti".

EL SHAARAWY - "Non sono stato coraggioso ne' temerario, ho fatto una scelta. La sua assenza era annunciata in conferenza stampa. Avevo detto che Robinho era in forma. Domani giocherà, ma una panchina non cambia assolutamente il mio giudizio su di lui. Se discutiamo questa scelta viene sminuito il valore di Robinho".

BALOTELLI - "E stata una sua decisione quella di non andare a New York. E' stato professionale e responsabile. Da quando è arrivato qui ha sempre avuto un comportamento buono. E' un personagio mediatico: ogni cosa che fa è una notizia".

CALO - "L'anno scorso l'abbiamo avuto con la Fiorentina in casa, poi abbiamo finito il campionato a 80 punti. Quest'anno la squadra sta bene fisicamente come gli anni scorsi. L'unica differenza è che siamo stati più fortunati con gli infortuni grazie al lavoro dello staff medico e fisico. Ci poniamo l'obiettivo di raggiungere il Napoli".

PUNTI - "Per vincere il campionato credo non si possano fare meno di 80 punti, per arrivare in Champions serve superare i 70".

SORPRESE - "Credo che giocheremo come al solito con i 3 davanti, poi devo decidere il terzino sinistro. Per il resto la formazione è fatta. Boateng devo valutare dove farlo giocare, se a centrocampo o davanti. Anche Bojan sta molto bene".

CONTE - "Ha tutte le motivazioni per essere soddisfatto del suo lavoro. Non so se è permaloso, ha un carattere diverso dal mio e dagli altri".




Commenta con Facebook