• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Domenico Criscito su futuro, Inter-Roma e Coppa Italia

Domenico Criscito su futuro, Inter-Roma e Coppa Italia

Calciomercato.it ha intervistato in esclusiva l'attuale difensore della formazione russa allenata da Luciano Spalletti


Domenico Criscito (Getty Images)
Federico Scarponi

18/04/2013 12:42

MERCATO MILAN ESCLUSIVO CRISCITO / BOLOGNA - Campionato, coppe europee, Coppa Italia e futuro. Tanti i discorsi affrontati dalla redazione di Calciomercato.it in esclusiva con il difensore dello Zenit, Domenico Criscito.

INFORTUNIO E RECUPERO - "Il ginocchio sta meglio. Ora mi trovo a Bologna dove sto seguendo il percorso fisioterapico stabilito. Resterò in Italia per tutto il periodo di recupero. Dovrei tornare in campo verso la fine di agosto. Speriamo che magari si riescano ad accorciare un pochino i tempi di recupero".

INTER-ROMA E DERBY - "La Roma ha grandi qualità soprattutto in attacco e ieri sera ne ha data nuova dimostrazione. L'Inter penso potesse fare poco di più, vista l'emergenza: dopo un buon primo tempo, i nerazzurri nella ripresa hanno ceduto incassando 3 reti in 18 minuti. Non è facile giocare senza elementi come Palacio, Milito e Cassano, è mancata tanta qualità. Stramaccioni è stato veramente sfortunato perdendo tutti questi giocatori contemporaneamente. Resta comunque un grande allenatore e secondo me merita di avere ancora fiducia. E' giovane e avrà certamente tanto tempo per potersi rifare. Ora in finale ci sarà il derby e mi auguro che non rivedremo l'indegno spettacolo dell'ultima volta. Le stracittadine sono sempre bellisime ed emozionanti, non vedo una formazione avvantaggiata perché come si suol dire si tratta di 'gare che fanno storia a sé' ".

SCUDETTO - "Il discorso scudetto credo sia ormai definitivamente chiuso, soltanto la Juve può perderlo. I bianconeri hanno dimostrato anche quest'anno di avere qualcosa in più delle altre e stanno meritando di riconfermarsi campioni d'Italia. Il Napoli? Forse avrebbe potuto impensierire un po' di più la formazione di Conte ma non mi ha assolutamente deluso: è una grande del nostro calcio e ha disputato un'ottima stagione".

DELUSIONI EUROPEE - "Credo che le italiane in questo momento - soprattutto nei confronti delle squadre tedesche e spagnole - paghino un gap tecnico notevole. La Juve è arrivata ai quarti della Champions, magari il prossimo anno potrà arrivare più lontano. La Lazio invece è stata sfortunata: gli errori arbitrali nella gara d'andata hanno pesato tantissimo sull'eliminazione, meritava certamente di più. Resto comunque fiducioso e convinto che l'Italia potrà recuperare e tornare ad essere presto protagonista in Europa".

ZENIT - "Mi trovo davvero bene a San Pietroburgo. Ho un rapporto straordinario con mister Spalletti: è lui che mi ha voluto e che mi ha permesso di vivere questa bellissima esperienza professionale e di vita. Per questo gli sarò sempre riconoscente. Mi spiace soltanto di non poter essere in questo momento insieme ai miei compagni che stanno lottando per vincere di nuovo il campionato".

MERCATO - "Seguo sempre con attenzione la Serie A. L'Italia mi manca e spero prima o poi di tornare a giocare nel mio Paese. Quando? Non lo so, così come non so nulla dell'interesse del Milan. Ora l'importante è che pensi a recuperare per tornare presto in campo".

 

 




Commenta con Facebook