• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-JUVENTUS

La Juventus espugna l’Olimpico contro una Lazio parecchio rimaneggiata.


La Juventus in festa dopo il gol di Vidal (Getty Images)
Lorenzo Cristofaro

15/04/2013 23:04

 

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-JUVENTUS / ROMA – Una grande Juventus debella una Lazio poco caparbia che esercita un pressing scarsamente efficiente per tutto l’arco della gara. Per i padroni di casa Antonio Candreva prova a prendersi sulle spalle il peso della squadra senza però poter contare su dei compagni altrettanto attivi. Molto male un impalpabile Hernanes, un vaporoso Mauri e un impresentabile Marius Stankevicius. Tra gli ospiti emergono Arturo Vidal, sempre più decisivo, e Paul Pogba che fa dello strapotere fisico la sua arma migliore. Qualche sbavatura invece per la catena di sinistra, i cui interpreti (Peluso ed Asamoah) commettono qualche errore di troppo.

 

LAZIO

 

Marchetti 5,5- Non può nulla sulle rete avversarie. Una difesa pressoché interamente rimaneggiata lo mette alla berlina delle conclusioni bianconere.

 

Gonzalez 5- Nella posizione di esterno basso non è in grado di rivelarsi all’altezza della situazione. Va in confusione ogni qualvolta uno spento Asamoah lo sfida nell’uno contro uno.

 

Ciani 6- Decisamente il migliore tra i difensori biancocelesti. Inverte la tendenza rispetto alle uscite precedenti con alcuni interventi eccelsi che fanno ben sperare Petkovic per il finale di campionato.

 

Cana 5- Gli occorrono poco meno di dieci minuti per dare la svolta negativa al match. Stende infatti Vucinic con un fallo nettissimo all’interno della sua area di rigore.

 

Stankevicius 4- Torna da titolare dopo oltre un anno e si vede. Non entra mai in partita e commette un’infinità di errori banali.

 

Ledesma 5- Dovrebbe illuminare i suoi ma ottiene il risultato contrario. Si preoccupa maggiormente di mitigare le giocate di Marchisio, cosa che peraltro riesce a fare raramente. Dal 67’ Crecco sv

 

Candreva 7 – Indiavolato. Fin dall’inizio esprime la volontà di strafare e consegue il suo obiettivo emergendo prepotentemente rispetto a tutti gli altri compagni di squadra.

 

Onazi 5,5 – Molto generoso ma a volte impreciso. La qualità non è assolutamente il suo forte.

 

Hernanes 4,5 – Da lui ci si aspetta decisamente di più. Una gara totalmente evanescente per il brasiliano che viene difatti sostituito all’inizio della ripresa. Dal 46’ Kozak 5- Si fa vedere una sola volta in tutto il secondo tempo sbagliando un goal di testa ad un metro e mezzo dalla porta difesa da Buffon.

 

Mauri 4,5- Disputa una sola frazione ma non trova mai la posizione giusta per offendere. Assente ingiustificato. Dal 46’ Ederson 5- Fa molto movimento senza però mai incidere.

 

Klose 6- Fa a sportellate nella coriacea difesa juventina spuntandola in rarissime occasioni. Consegue il sei in pagella per la tenacia dimostrata. Non trova la porta al 93’ che poteva regalare il goal della bandiera ai biancocelesti.

 

All. Petkovic 5,5- Costretto a schierare una difesa rabberciata chiede ai suoi di porre in essere un pressing molto alto in modo tale da tenere lontani gli avanti avversari dalla propria metà campo. La Lazio però si perde non appena Cana commette il fallo da rigore su Vucinic, dimostrando di non aver preparato un piano B abbastanza fattivo ed efficace.

 

 

JUVENTUS

 

Buffon 7 – Occorre registrare come non sia stato spesso bersagliato dagli avversari tuttavia quando viene chiamato in causa se la cava alla grande.

 

Barzagli 7 – Annulla completamente Mauri sulla fascia sinistra che dunque si vede costretto ad accentrarsi molto. Nel complesso è ineccepibile come al solito.

 

Bonucci 7 – Adempie in pieno al compito assegnatogli da Conte: controllare e limitare le iniziative di Klose..

 

Peluso 5,5 – Soffre sin dall’inizio l’aggressività laziale sulla fascia destra dove Candreva vince il duello spesso e volentieri.

 

Lichtsteiner 7 – Spinge molto sulla fascia di competenza sfruttando lo stato di forma quantomeno carente di Stankevicius. Dal suo lato si generano la maggior parte delle occasioni offensive bianconere. Dal 67’ Padoin sv

 

Vidal 8– Fondamentale come sempre in mezzo al campo, non cestina nemmeno un pallone giocabile. Realizza i primi due goal della Juve trasformando prima un calcio di rigore e poi beffando Marchetti con un tocco di rapina al limite dell’area piccola.

 

Pirlo 6,5– All'inizio è un po troppo lezioso e questo atteggiamento favorisce l’atteggiamento irruente della Lazio. Con la lentezza di un motore Diesel acquisisce minuto dopo minuto l'autorevolezza che lo ha sempre contraddistinto in mezzo al campo ed incomincia a sfornare assist per i propri compagni.

 

Pogba 7,5 – Una delle sue migliori uscite dall'inizio della stagione. Fa tutto quello che gli chiede l'allenatore, è eccezionale sia in fase di costruzione sia quando è chiamato a recuperare i palloni nella propria trequarti campo. In più delizia la platea con degli spunti individuali pregevoli.

 

Asamoah 6 – Dopo esser tornato dalla coppa d’Africa non ha più trovato lo stato di forma brillante che ne aveva caratterizzato il primo scorcio di stagione. Ottiene la sufficienza grazie all’eccellente performance di squadra.

 

Marchisio 6,5– Si diverte come non mai nella posizione di trequartista dove scevro da ogni dettame tattico mostra una fantasia e una capacità di imbeccare gli altri tipiche dei più grandi interpreti del ruolo. Nella ripresa però sbaglia un tap-in semplice semplice su una respinta corta di Marchetti che poteva chiudere anticipatamente la partita. Dal 89’ Giaccherini sv

 

Vucinic 7 – Nonostante sia l’unico riferimento offensivo dei suoi dimostra tanta voglia di fare che si tramuta in un penalty procurato ed un assist al bacio per Vidal. Dal 87’ Quagliarella sv

 

All. Conte 7,5- Prepara la gara in maniera ottimale. Riesce infatti a motivare a dovere i suoi sebbene ad inizio gara la classifica recitasse un impetuoso +8.

 

Arbitro: Giannoccaro 7– Dirige una gara poco maschia. Nel complesso amministra la gara in maniera perfetta.

 

TABELLINO

 

LAZIO-JUVENTUS 0-2

 

Lazio (4-1-4-1): Marchetti; Gonzalez, Ciani, Cana, Stankevicius; Ledesma (dal 67’ Crecco), Candreva, Onazi, Hernanes (dal 46’ Kozak), Mauri (dal 46’ Ederson); Klose.

All.:Petkovic

 

Juventus (3-5-1-1): Buffon; Barzagli, Bonucci, Peluso; Lichtsteiner (dal 67’ Padoin), Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah, Marchisio (dal 89’ Giaccherini), Vucinic (dal 87’ Quagliarella).

All.: Conte

 

Arbitro: A.Giannoccaro di Lecce

 

Marcatori: 8’ rig. Vidal (J), 28’ Vidal (J)

 

Ammoniti: 7’ Cana (L), 14’ Vidal (J), 41’ Peluso (J), 53’ Ciani (L)

 

Espulsi: Nessuno

 

 

 




Commenta con Facebook