• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Arbitri, Abete bacchetta Moratti: "Cattiva fede? Anche Ranocchia sbaglia..."

Arbitri, Abete bacchetta Moratti: "Cattiva fede? Anche Ranocchia sbaglia..."

Il presidente della Federcalcio prova a far abbassare i toni


Polemiche a 'San Siro' (Getty Images)
Andrea Branco

08/04/2013 17:24

INTER ARBITRI POLEMICA MORATTI RISPOSTA ABETE / ROMA - Non si fa attendere la replica di Giancarlo Abete al duro attacco lanciato in giornata da Massimo Moratti, che ha di fatto ribadito quanto sostenuto ieri sera a caldo al termine di Inter-Atalanta ("Non ho cambiato idea sulla buona fede dell'arbitro: c'è la volontà di colpire").

LA RISPOSTA - Il presidente della Federcalcio ha preso parola a margine della presentazione del Premio Enzo Bearzot. Di seguito le dichiarazioni raccolte dal 'Corriere dello Sport': "L'Inter ha vissuto una situazione negativa collegata a un rigore concesso che non doveva essere concesso ma la buona fede c'è da parte del mondo arbitrale. La critica ci sta tutta, ma non è un problema collegato alla buona o cattiva fede. Mi sembra che anche il presidente Moratti in un'intervista di tempo fa rappresentava, in merito alle problematiche di alcune decisioni arbitrali, la critica in merito a queste decisioni ma non le collegava a nessuna fattispecie che non sussiste".

GERVASONI COME RANOCCHIA - "Ci sono degli errori, alcune volte accadono in momenti complessi della vita di una squadra, parliamo di un rigore che ha portato l'Atalanta a ridurre lo svantaggio dal 3-1 al 3-2 con tutta una evoluzione successiva della partita. Questi errori dispiacciono in primis al mondo arbitrale e alla federazione. Come si è visto nei quarti di finale di Europa League. La Lazio ne sa qualcosa, l'errore da parte dell'arbitro c'è e ci può essere, come può esserci l'errore di un giocatore di qualità della Nazionale, di fronte alla porta".

IPOTESI DEFERIMENTO - "Questa è una valutazione che sarà fatta da chi di competenza, però dobbiamo distinguere il giudizio dalla qualità delle persone e il clima. Le posizioni possono essere più o meno condivisibili e possono essere oggetto di sanzione o meno. L'importante è che al di là delle amarezze legittime, ci sia la convinzione che non c'è alcun motivo di non avere il massimo rispetto per tutte le squadre".

 




Commenta con Facebook