• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > VIDEO - Juventus-Pescara, Conte: "C'e' Storari. Serie A obiettivo reale, il resto un so

VIDEO - Juventus-Pescara, Conte: "C'e' Storari. Serie A obiettivo reale, il resto un sogno"

L'allenatore bianconero parla alla vigilia della partita interna contro gli abruzzesi


Sergente bianconero (Getty Images)
Matteo Torre (Twitter: @torrelocchetta)

05/04/2013 14:01

JUVENTUS PESCARA CONTE CONFERENZA STAMPA / TORINO - Antonio Conte prepara la gara interna contro il Pescara di domani. L'allenatore della Juventus, in conferenza stampa, ha dichiarato: "Ribadisco che sarebbe straordinario vincere il secondo Scudetto consecutivo: sarebbe bello, spettacolare e meraviglioso. Concentriamoci. Turnover? Le scelte le faccio io: chi è stanco per il Pescara sarebbe stanco anche per il Bayern Monaco, e non voglio far passare questo messaggio negativo, perché sarebbe un autogol. Qualcuno lavorerà, non riposerà, che è ben diverso".

STORARI E BUFFON - "Domani in porta ci sarà Storari perché Buffon, già dopo l'Inter, aveva accusato un attacco influenzale che lo ha debilitato. Si è allenato non benissimo per via di questo problema, e siccome Storari sarebbe titolare in tutte le squadre di Serie A preferisco che Gigi si curi bene".

CAMPIONATO RISERVE - "E' una soluzione molto usata all'estero, ma mi auguro che al di là di qualsiasi decisione che si possa prendere si facciano solo scelte che portino frutti, a cui sarei favorevole. Spetta alla Lega e alla FIGC far risalire il calcio italiano: bisogna trovare soluzioni che facciano crescere il calcio, possibilmente senza togliere posti di lavoro a nessuno".

ANELKA - "E' andato in tribuna a Monaco per scelta tecnica, ve lo dico subito. Non dimentichiamo però che ci è andato anche Giaccherini, e ogni tanto vi dimenticate che anche se ha un cognome 'proletario' è nel giro della Nazionale. Farò solo scelte tecniche domani, anche in attacco".

RINASCITA JUVE - "Non bisogna mai perdere di vista la realtà, e lo dico a tutti. La realtà dice che in 17-18 mesi la Juventus ha vinto uno Scudetto e una Supercoppa italiana, è ai quarti di Champions, prima in campionato, è arrivata in semifinale in Coppa Italia... Heynckes ha parlato di 'risveglio della fenice'. Ci siamo rialzati da due settimi posti e da una bomba come Calciopoli, tornando protagonisti in Italia: questa è la realtà che non deve essere persa di vista. Mai. I tifosi devono capire che sta accadendo qualcosa di straordinario; se poi qualcuno pensa che le vittorie si inventino dall'oggi al domani significa che non ha mai vinto niente in vita sua".

MARCHISIO - "Forse qualcuno sta a casa sua e ne sa più di me e dei dottori... io della sua tonsillite non so nulla. E' vivo e vegeto, si è allenato e sta bene (ride, ndr)".

SOGNO E REALTA' - "Ce le hanno date e gliele abbiamo date. I tre punti col Pescara valgono quanto quelli con l'Inter: dobbiamo farli e non sono scontati. Domani voglio vedere la squadra con la bava alla bocca, perché sarà una vittoria fondamentale per raggiungere un obiettivo reale. Ci sono cose reali e cose irreali: la Serie A è reale, possiamo realmente vincere lo Scudetto, e lì dobbiamo ottenere il massimo, sarebbe un peccato fallire l'obiettivo; le altre cose sono irreali, nei sogni. C'è una bassissima percentuale di realizzazione dei sogni. Pensiamo alla realtà, rimaniamo umili e non siamo presuntuosi, perché la presunzione uccide".

PIU' PESCARA CHE BAYERN - "Non ho visto cali di tensione e sono sicuro che non ci saranno. Domani la squadra avrà la bava alla bocca, ribadisco, perché questo impegno sarà fondamentale per aggiungere un altro mattone e iniziare a vedere il traguardo. Per me questi tre punti sono più importanti del Bayern Monaco, con cui cercheremo di fare l'impresa: la realtà dei fatti dice che dobbiamo vincere in campionato. Marrone e Asamoah giocheranno: quest'ultimo ha avuto un periodo di fatica, ma mi era stato detto da chi ha lavorato con lui in precedenza che dopo la Coppa d'Africa avrebbe avuto una difficoltà. Tornando indietro gli avrei dati 7-10 giorni di riposo".

OBIETTIVO - "Io e la società abbiamo un unico pensiero: ogni anno, prima di iniziare il campionato, ci poniamo degli obiettivi. Il nostro obiettivo è la crescita, e la nostra crescita impone di centrare la qualificazione in Champions League, per via degli introiti economici. Finché raggiungeremo questo obiettivo non sarà mai una stagione fallimentare".




Commenta con Facebook