• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Sampdoria > Atalanta-Sampdoria, Rossi: "Niente calcoli. Ecco di cosa abbiamo bisogno"

Atalanta-Sampdoria, Rossi: "Niente calcoli. Ecco di cosa abbiamo bisogno"

Il tecnico blucerchiato ha parlato in conferenza stampa



29/03/2013 16:24

ATALANTA SAMPDORIA DELIO ROSSI / ROMA - Alla vigilia dell'importante match contro l'Atalanta, l'allenatore della Sampdoria Rossi ha parlato ai giornalisti in sala stampa. Ecco le sue dichiarazioni: "Veniamo da una gara fatta non bene. Ora riattacchiamo subito la spina e lavoriamo partita per partita. Nella mia testa la sfida più importane è quella di domani, poi ci concentreremo su quelle che verranno. L'Atalanta è un avversario molto ostico: è una squadra che per DNA è abituata a soffrire, per cui va presa con le molle. Ci vorrà la migliore Sampdoria".

NAZIONALI - "Romero ed Estigarribia hanno fatto giusto l'allenamento di rifinitura, gli altri invece si sono allenati bene. Il metro di valutazione però me lo dà la partita: se domani a fine gara mi farete di nuovo la domanda su come li ho trovati, ve lo saprò dire meglio".

FORMAZIONE - "Stasera deciderò. È chiaro che ho in testa qualcosa".

PREPARAZIONE - "Innanzitutto voglio chiarire che il programma è stato deciso da me, e che ovviamente i miei collaboratori hanno dato una mano nel monitorare il tutto. Avevamo bisogno di un riscontro non solo oculare, ma anche oggettivo. Avevamo bisogno di dati veri e propri. Servivano dei test per vedere il grado della preparazione fisica, dato che non è stata curata da noi. E devo dire che è buona, i ragazzi stanno bene".

SALVEZZA - "Dobbiamo pensare ad ogni sfida volta per volta, come se la prossima partita fosse l'ultima di campionato, tenendo bene a mente che in 90 minuti non si ottengono più di tre punti. Ai miei giocatori dico sempre: bisogna attaccare la palla sul primo calcio d'angolo come se fosse l'ultimo. Se si vuole ottenere il massimo, secondo me, bisogna fare così, perché non sai se seguiranno altri corner. E così anche per le partite. Ogni tabella può essere sovvertita, per cui è inutile fare calcoli".




Commenta con Facebook