• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter-Juventus, Handanovic: "Vincere e puntare al terzo posto"

Inter-Juventus, Handanovic: "Vincere e puntare al terzo posto"

Il portiere si racconta e spiega la sua ammirazione per Buffon: "E' l'esempio di come si diventa grandi"


Handanovic (Getty Images)
Santa Colella

29/03/2013 08:14

INTER-JUVENTUS HANDANOVIC SU PARTITA, TERZO POSTO, ARRIVO ALL'INTER E BUFFON / MILANO - Intervistato da 'La Gazzetta dello Sport', Samir Handanovic, portiere dell'Inter, ha parlato della sfida di domani contro la Juventus e dell'obiettivo terzo posto. Poi l'estremo difensore ha spiegato il suo arrivo a Milano e elogiato Gigi Buffon.

JUVE - "Vincere per la classifica. L'autostima cresce battendo chiunque, non solo la Juventus".

POSTO IN CHAMPIONS - "Ci sono 3-4 squadre che lottano per quell'obiettivo, e sinceramente credo che possa succedere di tutto. Chi fa sport come me e i miei compagni il pessimismo non lo contempla. Classifica giusta? Sì: ognuno sta dove merita di stare. E la Juventus è la più forte del campionato".

ARRIVO ALL'INTER - "Quando arrivai, Alessandro Nista (il preparatore dei portieri, ndr) mi disse che qui, all'Inter, un portiere deve stare sempre concentrato perché di interventi difficili ne arrivano 2 o 3 a partita. Qualche mese dopo vado da lui e gli dico, scherzando: "Mister, qui gli interventi da fare sono anche 5 o 6, altro che due o tre...". Ci siamo fatti una risata".

ATTEGGIAMENTO - "L'equilibrio è fondamentale, devi mettere da parte le 2-3 cazzate che ti possono capitare a stagione, devi mettere in conto che i gol si prendono e ripartire, e non abbatterti. E, soprattutto, non bisogna andare dietro a opinioni di chi il ruolo del portiere lo conosce poco. Io ascolto chi mi sa insegnare, il resto non m'interessa".

BUFFON - "Si nasce con certe qualità, poi bisogna essere bravi a svilupparle e a maturare. Io lo vedevo, e guardare lui è esempio di come si diventa grandi portieri, di come si curano certi particolari per essere e stare ai livelli più alti".




Commenta con Facebook