• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > L'Editoriale di Sugoni - Zaza, Berardi, Jorginho: la serie B va alla conquista della A

L'Editoriale di Sugoni - Zaza, Berardi, Jorginho: la serie B va alla conquista della A

Consueto appuntamento con il nostro esperto di mercato, giornalista di 'Sky Sport 24'


Simone Zaza (Getty Images)

28/03/2013 11:01

EDITORIALE SUGONI ZAZA BERARDI JORGINHO / MILANO - Ha sfruttato alla perfezione la sosta della serie A per far parlare di sé: la B con tre turni in 9 giorni (compreso quello di stasera) si è presa tutta la scena. Daniele Cacia – ad esempio – ha fatto vedere che le stagioni difficili sono alle spalle. Con 18 gol si è caricato sulle sue – di spalle – il Verona e lo ha trascinato quasi in A. Lui, a quasi 30 anni, è pronto  tornarci. Stavolta da protagonista e in gialloblu. La A è roba anche per due suoi compagni di squadra brasiliani, Jorginho e Martinho. Il primo è un centrocampista di quantità e qualità. 22 anni a dicembre, è già stato seguito a lungo dal Milan, ma non solo. L’altro dalla serie A arriva, perché è del Catania (ed ha anche una breve parentesi a Cesena). A 25 anni ora sembra definitivamente maturato e come esterno sinistro (dal gol facile, 9 fin qui in stagione) a Catania può tornare (vista anche la quasi certa partenza di Marchese a fine stagione). Simone Zaza invece non ha avuto tanto modo di mettersi in mostra (ma solo perché è con la nazionale Under-21), ma nonostante questo è rimasto ancora uno dei capocannonieri del campionato: 18 gol senza rigori sono tanti. Se ne sono accorte in tante. La Samp – proprietaria del cartellino – già ride al pensiero di quello che succederà in estate, e prova ad allungargli il contratto in scadenza 2014. Difficile, perché, oltre ad essersi accorte di lui, Juve e soprattutto Milan hanno già provato pure a fare i primi passi per assicurarselo. Sarà una lotta dura, totale. Come quella del Sassuolo per trattenere i suoi gioielli: Boakye e Chibsah a dir la verità sono della Juve (anche se il primo a metà con il Genoa e il secondo a metà con il Parma) ed è possibile che prendano altre strade – anche se con il Sassuolo in A... - mentre Berardi proprio alla Juve sembra destinato. Un affare favorito dagli ottimi rapporti tra le due società, proprio quelli che magari potrebbero far trovare un accordo che faccia contenti tutti anche sui primi due. La stessa Juve si riporterà a casa Leali, che ha fatto molto bene tra i pali del Lanciano. Poi si vedrà se resterà o verrà mandato ancora a giocare. Decisione identica a quella che dovrà prendere l’Inter con Bardi, in prestito al Novara. Chi invece punta sui giovani apertamente è il Milan: Saponara dell’Empoli è già stato preso, il compagno Regini potrebbe seguirlo presto. Anche in questo caso a sorridere sarà pure la Samp, comproprietaria del cartellino. Sul ventiduenne esterno sinistro, oltre ai rossoneri, ha messo gli occhi anche l’Inter. E i nerazzurri non li staccano mai nemmeno da Bellomo: talento del Bari, nuovo Cassano designato. Ultimamente un po’ in calo. Per questo se ne parla meno. Ma presto, visto quanto è bravo, anche lui tornerà a prendersi la scena della serie B. E della prossima serie A...

 




Commenta con Facebook