• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Mercato Serie A, scadenze 2014: dalla certezza Totti al dubbio Pirlo. E Robinho...

Mercato Serie A, scadenze 2014: dalla certezza Totti al dubbio Pirlo. E Robinho...

Molti calciatori di prim'ordine potrebbero svincolarsi a parametro zero tra due estati


Pirlo e Totti (Getty Images)
Matteo Torre (Twitter: @torrelocchetta)

27/03/2013 13:00

MERCATO SCADENZE 2014 SERIE A / ROMA - L'estate 2013 è alle porte, e oltre al consueto mercato in entrata le società di Serie A dovranno prestare attenzione ai contratti in scadenza nel 2014, perché senza rinnovo significherebbe perdere a parametro zero i giocatori già dal prossimo gennaio. Come ricorda 'La Gazzetta dello Sport', C'è chi è virtualmente certo di non cambiare maglia, come gli immortali Totti e Di Natale (che potrebbe ritirarsi); altri, però, fanno a tutt'oggi gola a molte squadre. Basti pensare a Ljajic, che potrebbe lasciare la Fiorentina dopo essere definitivamente esploso; oppure a Nainggolan, da anni trattenuto da Cellino, perché da tempo pronto al grande salto.

SENATORI IN BILICO - L'Inter ha a che fare con il recupero di Milito: il rapporto d'amore è saldo, ma la scadenza 2014 potrebbe tentare il 'Principe', che ha ammesso di voler tornare in Argentina. Discorso ancor più interessante per Pirlo: un monumento per la Juventus, ma il rinnovo non è scontato, e nonostante l'età avanzata un giocatore di tale classe non può non avere corteggiatori, come ha dimostrato lasciando il Milan. Rossoneri che dovranno trattare i rinnovi anche di Boateng e Robinho, a meno che non vogliano privarsene in estate (specialmente del brasiliano, che ha spazi sempre più ridotti). Ma in entrata potrebbe esserci la 'consolazione' Antonelli, che appare vicino a salutare il Genoa. Nella Roma, invece, Taddei e Burdisso potrebbero essere alle ultime due stagioni in Italia: le sirene dei rispettivi Paesi d'origine, Brasile e Argentina, potrebbero convincerli ad andare via.

ODIO E AMORE - Chiudiamo con due situazioni diametralmente opposte: Zuniga al Napoli e Zarate alla Lazio. Il colombiano è in ottimi rapporti con la società azzurra, e un addio concordato potrebbe arrivare quest'estate qualora dovesse decidere di non rinnovare; l'argentino, invece, è in guerra con i biancocelesti. Una vicenda che potrebbe finire in tribunale, e che di certo non vedrà mai più Zarate vestire la maglia della Lazio. L'addio è certo.




Commenta con Facebook