• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > Euroavversari, Speciale Qualificazioni Mondiali: Malta, prossimo ostacolo verso il primo posto

Euroavversari, Speciale Qualificazioni Mondiali: Malta, prossimo ostacolo verso il primo posto

Ecco tutto cio' che c'e' da sapere sulla selezione avversaria dell'Italia


La Nazionale maltese (Getty Images)
Hervé Sacchi

26/03/2013 13:46

CALCIO QUALIFICAZIONI MONDIALI 2014 MALTA ITALIA SCHEDA / ROMA - Rispetto e stima verso i colori italiani. La Nazionale di Cesare Prandelli è giunta sulla ridente isola di Malta, territorio da sempre vicino, fisicamente e non solo, all'Italia. Stima e rispetto verso il nostro Paese sono all'ordine del giorno. Sull'isola, popolata da circa 300 mila abitanti, i due terzi conoscono la lingua italiana e in molti seguono sempre con grande attenzione le vicissitudini dell'ambiente socio-politico del Belpaese. In ballo, ora, c'è una qualificazione ai Mondiali, ma per molti resta una festa. La superiorità dell'Italia, come Nazionale calcistica, rimane palese. La classifica nel girone B è un ulteriore dato che non lascia scampo alla selezione maltese, sparring partner di tutte le formazioni inserite nel raggruppamento. 

CONFRONTI DIRETTI - Gli azzurri hanno incontrato Malta nelle qualificazioni ai campionati europei del 1988 e nello stesso turno preliminare antecedente la Coppa del Mondo 1994. Le partite disputate in territorio italiano si sono sempre chiuse con risultati piuttosto larghi (5-0 nel 1987, 6-1 nel 1993), fatta eccezione per la gara dello scorso 11 settembre terminata 'solo' 2-0. 
Nei due precedenti, disputati fuori casa, il risultato rimase maggiormente in bilico. Nel 1987, Riccardo Ferri e Alessandro Altobelli misero in cassaforte il risultato dopo i primi 20' di gara. La partita si chiuse con tale risultato. Maggiore suspense, toccò alla nazionale di Arrigo Sacchi nel 1993: Vialli e Signori timbrarono un uno-due terrificante a cavallo tra il 59' e il 62'. Malta riuscì ad accorciare le marcature al 85', riservando qualche brivido di troppo ad una nazionale che, l'anno successivo, riuscì ad arrivare alla finale, sfortunata, del mondiale statunitense.

ROSA - Quasi tutta la rosa a disposizione di mister Pietro Ghedin gioca entro i confini nazionali. Sono veramente gli esponenti maltesi ad essere attualmente impegnati in altri campionati. Fra questi spiccano Andrei Agius, difensore centrale del Latina (Lega Pro 1a Divisione), Andrew Hogg, portiere dell'Enosis Paralimni (Cipro) ed Etienne Barbara, punta dei Minnesota Stars. In questo gruppo, figura anche André Schembri, attaccante esterno dell'Omonia Nicosia, nonché uomo di maggior talento nella nazionale maltese.

STATISTICHE - Nelle quattro gare disputate fino a questo momento nel girone, Malta ha subito solo sconfitte. Dodici i gol incamerati, di cui sei solo nel match dello scorso venerdì contro la Bulgaria, e una sola rete realizzata (Briffa, nel 1-3 esterno contro la Repubblica Ceca). La nazionale maltese non vince un match ufficiale (qualificazioni mondiali o europee) dall'11 ottobre 2006: Schembri, in quell'occasione, firmò una doppietta nel 2-1 contro l'Ungheria. Da quel giorno, sono seguiti 4 pareggi e 29 sconfitte, con un bottino non invidiabile di 11 gol segnati e ben 82 subiti.

COSA ASPETTARSI - L'Italia è superiore, sotto ogni profilo. Ghedin lo sa e vuole cercare di riproporre una squadra disciplinata e tatticamente arcigna. Una formazione piuttosto simile a quella intravista nel match di Modena dello scorso settembre. L'attenzione dell'ex vice c.t. della Nazionale azzurra viene riposta nei posizionamenti difensivi, in particolar modo su Balotelli, e sulla limitazione della manovra, che vede in Pirlo e Montolivo due menti tattiche imprevedibili. In Bulgaria, la Nazionale maltese si è presentata con un 4-5-1 che, tuttavia, non ha saputo porre grossi freni alla formazione avversaria.




Commenta con Facebook