• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altro > Nella Tela del Ragno: Srdjan Mijailovic, l'erede di Jugovic

Nella Tela del Ragno: Srdjan Mijailovic, l'erede di Jugovic

Il centrocampista della Stella Rossa Belgrado e' protagonista dell'appuntamento con la nostra rubrica


Srdjan Mijailovic, di fronte a Samir Nasri (Getty Images)
Hervé Sacchi

22/03/2013 12:24

NELLA TELA DEL RAGNO SRDJAN MIJAILOVIC EREDE JUGOVIC / ROMA - Lasciamo la Francia per approdare nel campionato serbo, sinonimo di 'zona di caccia'. Tale torneo rappresenta il più importante dell'area balcanica ed è facile imbattersi in osservatori che visionano giovani talenti. Tra questi c'è anche Srđan Mijailović.

CHI E'
- Srđan Mijailović nasce il 10 novembre 1993 a Požega (Serbia), una cittadina di circa 15 mila abitanti non lontana dal confine bosniaco. Da giovanissimo entra nell'accademia calcistica della Stella Rossa di Belgrado. Scala rapidamente le categorie giovanili, fino a quando non viene notato da Robert Prosinečki, all'epoca allenatore della prima squadra. Nel 2010, il tecnico croato decide di inserire Mijailović in prima squadra. Potendo contare su gente esperta al suo fianco, Mijailović matura in fretta e, ad inizio 2011, debutta nella serie A serba. Chiuderà la prima stagione con 13 apparizioni. Migliora il suo minutaggio nella stagione seguente, diventando il pupillo di Prosinečki. In questa stagione, ha fatto maggior fatica ad imporsi. Il portoghese Sa Pinto non lo ha ancora inserito al centro del suo progetto tattico. Fino ad ora, Mijailović ha disputato 12 gare, di cui solo sei da titolare.

CARATTERISTICHE - In patria lo paragonano a Jugović, ex giocatore fra le altre di Sampdoria, Lazio, Juventus ed Inter. Effettivamente, per caratteristiche fisiche e di ruolo, Srđan Mijailović richiama il suo connazionale. Sebbene abbia iniziato come centrale difensivo, viene spostato in un ruolo più avanzato in cui le sue caratteristiche tecnico-tattiche riescono a sopperire ad una stazza non proprio all'altezza di uno stopper. Mijailović si afferma come centrocampista difensivo, piazzato davanti ai due centrali. In questo senso, riesce a sviluppare un'ottima intelligenza tattica e una superiorità tecnica che gli permettono di diventare un interessante interditore con una particolare attitudine sul piano della regia. Non è velocissimo, ma i suoi passaggi sono sempre altamente precisi. E' un lottatore, capace di correre dietro ad ogni pallone senza mai darsi per vinto. Può giocare in tutti i ruoli di centrocampo; attualmente ricopre il ruolo di centrocampista basso in un 4-2-3-1. Unica pecca: non è un gran realizzatore.

MERCATO - La battaglia tedesca tra Bayern Monaco e Borussia Dortmund si acuisce sul mercato. Entrambe le formazioni teutoniche hanno mostrato interesse attorno a questo talentino serbo, il quale si andrebbe a incastrare perfettamente nei meccanismi dei rispettivi assetti. Tatticamente, può risultare un ottimo innesto ma è anche il carattere del ragazzo, serio ma grintoso, ad aver convinto gli addetti ai lavori dei due club. Attualmente, non è stata intrapresa alcuna trattativa vera e propria. In Italia, anche Milan e Fiorentina hanno seguito il giocatore. I viola potrebbero vantare una corsia preferenziale: l'agente di Mijailović è lo stesso di Adem Ljajić.


LA SCHEDA


NOME: Srđan

COGNOME: Mijailović

NAZIONALITA': Serbia

SQUADRA DI APPARTENENZA
: Stella Rossa Belgrado (Serbia)

DATA DI NASCITA
: 10 novembre 1993

ALTEZZA: 178 cm

RUOLO: Centrocampista

POSIZIONE: Interditore/Regista/Interno di centrocampo

PIEDE DI CALCIO: Destro

VALORE APPROSSIMATIVO DI MERCATO
: 3 milioni di euro




Commenta con Facebook