• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > L'Editoriale di Sugoni - Felipe Anderson e Jadson: il giovane Brasile che verra' da noi

L'Editoriale di Sugoni - Felipe Anderson e Jadson: il giovane Brasile che verra' da noi

Consueto appuntamento con il nostro esperto di mercato, giornalista di 'Sky Sport 24'


Felipe Anderson (Getty Images)
Alessandro Sugoni

21/03/2013 11:15

EDITORIALE SUGONI CALCIOMERCATO FELIPE ANDERSON E JADSON / MILANO - Hanno deluso all’ultimo mondiale under 20, sono scesi fino al diciottesimo posto nel ranking Fifa, ma rimangono sempre tra i più desiderati del mercato. Perché i calciatori brasiliani sono calcio allo stato puro, giovani inseguiti e sognati da tutti. Tra i nostri avversari di Ginevra (a parte quelli che ci sono già) probabilmente non ne vedremo nemmeno uno in Italia. Ma solo perché sono già talmente affermati da essere inavvicinabili. Neymar – per dire – è diretto verso Barcellona, per una cifra superiore ai 50 milioni di euro. Allora meglio guardare ai più giovani. 'Crack' futuri annunciati, ma non ancora verificati. Felipe Anderson è un talento purissimo. Nel Santos fa il centrocampista che crea, inventa e a volte finalizza anche. Una specie di trequartista. La Lazio lo ha trattato a lungo a gennaio. Sembrava fatto, Poi l’affare è sfumato. Ma non saltato. Perché in estate Felipe Anderson sarà biancoceleste. La Juve dal Flamengo porterà in Italia Mattheus, per ora famoso più per la culla con cui suo padre (Bebeto) festeggiò un gol ai Mondiali del '94 che per i suoi numeri in campo. Anche lui prometteva tantissimo, ultimamente sembra essersi perso un po'. Sul suo momento negativo sta influendo molto anche la sua situazione contrattuale: è in scadenza, e la Juve potrebbe anche prenderlo a costo zero, o magari – se rinnoverà – pagando un indennizzo al Flamengo. L’Inter in Brasile ha flirtato per quasi due anni con Paulinho. Un amore ricambiato dal giocatore, ma non approvato dal Corinthians. E allora l’Inter ha lasciato il Brasile a mani vuote. Perché prendere giocatori lì oggi non è per nulla facile. Il Mondiale in arrivo, il campionato in crescita, come il giro di soldi, rendono le trattativa complicate. Il Milan ha pensato a Rafael – giovane portiere del Santos- ma ormai per il futuro numero uno si è orientato su Perin. Poi ha cercato il difensore Dedè del Vasco da Gama – costi troppo alti, anche se apparentemente in calo. Mentre il Napoli continua a pensare a Leandro Damiao in caso di partenza di Cavani ma, in caso di addio all’Internacional, l’attaccante sembra più indirizzato verso il Tottenham. Allora i buoni affari si fanno andando a cercare giocatori ancora quasi sconosciuti. In questo la solita Udinese è maestra. L’anno scorso – tanto per dire – si è portata a casa Allan e Maicosuel. Quest’anno ci riproverà con Jadson. Talentuoso centrocampista di destra del Botafogo, che firmerà un bel quinquennale. Occhio a Bernard, dell’Atletico Mineiro – per lui stravede il suo compagno Ronaldinho – e al centrocampista centrale Wellington del San Paolo. Perché, dove non si arriva con i soldi, bisogna arrivarci con la fantasia. E quella dei tifosi nessuno può accenderla meglio di un giovane talento che arriva dal Brasile…

 




Commenta con Facebook