• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > CALCIO INDOSSATO: Brasile 2013

CALCIO INDOSSATO: Brasile 2013

Rubrica sulle magliette che caratterizzano il gioco piu' bello del mondo


Fred (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

19/03/2013 16:06

 

CALCIO INDOSSATO BRASILE 2013 CONFEDERATIONS CUP NEYMAR / ROMA- Dal 15 al 30 giugno 2013 in Brasile si svolgerà la Confederations Cup, la coppa delle confederazioni che funge da 'prova generale' per il campionato del mondo che si disputerà l'anno prossimo. Il Brasile di Felipe Scolari è naturalmente una delle squadre favorite, avendo vinto l'ultima edizione nel 2009 in Sudafrica. Da quella data in poi la nazionale verdeoro ha fatto molta fatica, uscendo anzitempo sia dal Mondiale 2010, sotto la gestione di Carlos Dunga, che dalla Coppa America del 2011 quando alla guida c'era Mano Menezes. Una serie di risultati negativi che hanno portato la nazionale più titolata del globo a raggiungere addirittura il 18° posto del Ranking Fifa. Felipe Scolari è chiamato a riscattare queste pessime esperienze già dalla Confederations Cup, e per farlo avrà a disposizione un kit nuovissimo fornito da Nike.

STORIA DELLA DIVISA- La nazionale brasiliana è nata nel 1914 ma non ha sempre giocato con i caratteristici colori verde e oro. La prima grande manifestazione a cui la 'Seleçao' ha preso parte è stato il 'Campeonato Sudamericano' del 1916. Tra quella data ed il 1919 si sono alternate diverse colorazioni fino ad arrivare al completo bianco con rifiniture blu che ha accompagnato il Brasile nei primi campionati del mondo fino ad arrivare al 1950, quando il 'Maracanazo' (l'incredibile sconfitta in casa contro l'Uruguay che costò il titolo mondiale) fu decisivo per un altro cambio (stavolta definitivo). La nuova divisa venne 'suggerita' in un concorso apposito da un 19enne della provincia di Pelotas e consisteva in una casacca gialla (la mitica 'Amarelinha') con rifiniture verdi e con pantaloncini azzurri, contenendo così i colori della bandiera nazionale. La nuova divisa esordì nel marzo del 1954 e da allora non ha più subito cambiamenti sostanziali.

DIVISA 2013- Per quanto riguarda le nazionali i più grandi marchi al mondo (Nike, Adidas e Puma) non si limitano più a proporre una divisa per ogni manifestazione importante, ma ogni anno c'è una novità. La Confederations Cup non è da meno e così Nike (che rifornisce il Brasile sin dal 1995) ha accantonato la divisa presentata poco più di un anno fa per presentarne una nuova di zecca. La prima maglia non si discosta molto da quella del 2012, ma rispetto a quella ha un taglio ancora più classico. La casacca è naturalmente gialla, con un colletto a polo verde che presenta un triangolo striato che richiama le divise dei primi anni '90. Il colore verde è presente anche negli spacchi laterali della maglietta e nel bordo delle maniche. All'interno del colletto è presente la frase 'Nascido para jogar futebol' con la stampa di un canarino sormontato da 5 stelle, che vanno a rappresentare i 5 mondiali vinti dalla selezione verdeoro. Nike presenta un richiamo alle grandi vittorie della 'Seleçao' anche nei fori traspiranti realizzati a laser sui lati della maglia. La prima fila (composta da 5 fori) è infatti realizzata con buchi a forma di stella, proprio per ricordare le vittorie nel campionato del mondo. Sul petto è presente lo stemma 'CBF' sulla destra mentre a sinistra il baffo Nike è in verde. I calzoncini sono ovviamente blu con una banda bianca laterale mentre i calzettoni sono bianchi con rifinture verdi. La divisa da trasferta è ancora più semplice ma allo stesso tempo molto moderna. Il colore di base è naturalmente il blu (che ricorda il primo trionfo mondiale, quello a Svezia 1958). La maglia presenta un colletto a girocollo con triangolo striato (come nella divisa da casa). Sulle spalle è presente una banda bianca per favorire la traspirazione. Rifiniture bianche anche per gli spacchi laterali e per le stelle sopra lo stemma (a destra) e per il baffo Nike a sinistra. I calzoncini sono bianchi mentre i calzettoni sono blu impreziositi dalla scritta 'Brazil'.

COMMENTO- Personalmente non sono d'accordo con la strategia di proporre kit diversi ogni anno. A mio parere una maglietta deve avere anche un valore affettivo e legato ad alcuni ricordi che, se cambiata continuamente, può venire a mancare con questa nuova strategia di mercato. In questo caso però sono molto colpito dal lavoro fatto da Nike per il Brasile. Si tratta di un'opera di eccellenza del colosso americano. La nazionale più titolata al mondo ha giustamente ricevuto un trattamento all'altezza, con due divise senza fronzoli che nella loro semplicità riescono a fare sposare lo stile classico con un tocco di modernità. Nonostante ciò le due magliette non sono affatto 'povere' di dettagli, solo che ne hanno nella giusta quantità senza che il kit si presenti 'appesantito' dagli stessi. Certamente però non faremo in tempo ad affezionarci a queste divise, dato che scenderanno in campo a giugno nella Confederations Cup e poi verranno sostituite per il Mondiale 2014. Ma se le premesse sono queste, da qui ad un anno potremo parlare di un'altra coppia di divise altrettanto interessanti.

 

 

 

 




Commenta con Facebook