• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-JUVENTUS

La Juve spadroneggia anche a Bologna e grazie a Vucinic e Marchisio si mette in tasca un altro pezzo di scudetto


Juve (Getty Images)
Marco Macca

16/03/2013 23:51

PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-JUVENTUS / BOLOGNA - In un Dall'Ara stracolmo come non lo si vedeva da tempo, la Juventus con prepotenza batte 2-0 ilBologna (reduce da 3 vittorie consecutive) e si avvicina ancor più allo scudetto. Bianconeri che giocano a memoria, seppur contrastati discretamente da un buon Bologna nel primo tempo. Nella ripresa salgono in cattedra Vucinic Marchisio: in occasione del primo gol, il montenegrino sfrutta al meglio l'assist del centrocampista. Sul raddoppio, Marchisio, grazie a un regalo delizioso della punta bianconera, insacca con l'esterno, battendo Curci. Vittoria senza sconti e con il tricolore che s'intravede all'orizzonte. Il modo migliore per avvisare il Bayern.

 

 

 

BOLOGNA

 

Curci 6,5 - Riesce sempre a dare sicurezza alla propria retroguardia e, in avvio di ripresa, sbarra la porta a Giovinco pronto a siglare il gol del vantaggio. Sulla punta furba di Vucinic non può granché e deve arrendersi.

 

Garics 6 - Timido in fase offensiva, anche a causa delle numerose folate di Peluso che lo rinchiudono all'altezza della propria trequarti. Comunque tampona il più delle volte in maniera discreta. Dal 69' Christodoulopoulos 5,5 - Pochi palloni toccati e uno scarso impatto sul match.

 

Antonsson 6 - Da leader del quartetto si destreggia con la solita personalità, rendendosi anche pericoloso sui calci piazzati.

 

Cherubin 6 - Lui che centrale non è in questo ruolo sembra trovarsi più che bene, disputando anche stasera una partita diligente e di sostanza.

 

Morleo 5,5 - Inchiodato sulla propria linea difensiva, deve spesso leggere la targa di Padoin che è più lesto nei movimenti e che di frequente riesce a sorprenderlo, creando superiorità numerica.

 

Perez 5 - Troppo nervoso e impulsivo. Entra e si lascia andare in interventi inutili che rischiano di compromettere la gara di tutta la squadra.

 

Taider 5,5 - Primo tempo ottimo, fatto di qualità e quantità. Poi, col passare dei minuti, il centrocampo juventino s'impadronisce della scacchiera e non riesce più a distinguersi, perdendo poi un pallone sanguinoso che dà avvio all'azione del raddoppio juventino.

 

Kone' 6 - Corre come un ossesso e spende tantissimo, uscendo con la lingua penzoloni. Dal 57' Naldo 5 - Il tempo di entrare che si lascia aggirare da Vucinic che poi è libero di calciare a rete.

 

Diamanti 6 - Ci mette l'anima, da capitano, ma manca di luce come in altre occasioni e spesso sbaglia nelle rifiniture, il suo cavallo di battaglia.

 

Gabbiadini 5,5 - Davanti incide poco e manca il più delle volte di raddoppiare su Padoin. Corre molto, ma non basta.

 

Gilardino 5,5 - Prestazione abulica, con le attenuanti del caso. La Juventus è padrona del campo per buona parte del match e il suo gioco ne risente. Dal 75' Moscardelli s.v

 

All. Pioli 6 - La sconfitta non è imputabile a lui. La partita l'aveva preparata anche bene, con una squadra compatta e pronta a giocarsela in velocità contro un avversario decisamente più forte. Non è andata, ma se il piglio è questo, la salvezza sarà una formalità.

 

JUVENTUS

 

Buffon 6,5 - Grande intervento da libero d'altri tempi su Gilardino in uscita. Per il resto, non corre pericoli degni di nota.

 

Barzagli 6,5 - Manco a dirlo, non sbaglia un intervento. Per lui si tratta di normale amministrazione. Arriva sempre prima dell'avversario sul pallone 

 

Bonucci 6,5 - Pennella e imposta e, all'occorrenza, quasi insuperabile nell'uno contro uno.

 

Chiellini 6 - Controlla la propria zona a dovere non correndo troppi rischi. La partita si gioca prevalentemente nell'altra metà campo.

 

Padoin 6,5 - Attivissimo sulla destra, dove le sue folate rappresentano una spina nel fianco della difesa rossoblu. S'intende a memoria con i compagni che puntualmente lo trovano. Dalle sue parti arrivano sempre ottimi palloni.

 

Vidal 5,5 - Non gli si può chiedere sempre il gol o la giocata unita a una quantità importante, ma è troppo sprecone e a volte egoista. Dal 90' Quagliarella s.v

 

Pirlo 6 - Partita meno appariscente del solito, ma come costruttore di gioco è sempre esemplare.

 

Marchisio 7 - Serve Vucinic per il vantaggio e poi dallo stesso riceve un regalo niente male per il raddoppio. Sempre pronto a trasformarsi in attaccante aggiunto, sempre presente e sempre padrone a metà campo. Un'altra gara da anima di questa squadra.

 

Peluso 6 - Rischia di compromettere la sua partita con un fallo ingenuo su Kone' dopo pochi minuti, ma si riprende con la giusta mentalità e cavalca le praterie sulla sinistra con la scioltezza di un ottimo terzino.

 

Vucinic 7 - Se facciamo una proporzione fra i palloni toccati e i pericoli creati, escono fuori dati mostruosi. Sembra sempre che sonnecchi, per poi mordere con classe e con l'imprevedibilità che i difensori avversari non riescono ad arginare.

 

Giovinco 6 - Manca il gol (e non è una novità), come non lo è però il suo sacrificio messo al servizio della squadra. Dal 76' Pogba s.v

 

All. Conte 6,5 - La squadra prende subito in mano le redini del gioco e schiaccia gli avversari come da copione. Una mentalità vincente dal primo all'ultimo minuto. Forma fisica invidiabile, costante voglia di vincere, coesione, compattezza, idee chiare. Il Bayern è avvisato.

 

Arbitro Bergonzi 6 - Espellere Perez a 30 secondi dal primo giallo sarebbe stato estremamente coraggioso e forse avrebbe eccessivamente condizionato la partita, anche se da regolamento il rosso c'era tutto. Non era facile dirigere e controllare una gara del genere, con molta tensione in campo e a tratti parecchio nervosa. Sacrosanto inoltre annullare il gol di Gilardino, che insacca di testa ma partendo da posizione irregolare sul calcio di punizione di Diamanti.

 

TABELLINO

 

BOLOGNA-JUVENTUS

 

Bologna (4-2-3-1): Curci; Garics (Dal 69' Christodoulopoulos), Antonsson, Cherubin, Morleo; Perez, Taider; Kone' (Dal 57' Naldo), Diamanti, Gabbiadini (Dal 75' Moscardelli); Gilardino. All. Pioli.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Padoin, Vidal (Dal 90' Quagliarella), Pirlo, Marchisio, Peluso; Vucinic, Giovinco (Dal 76' Pogba). All. Conte.

 

Marcatori: 62' Vucinic (JUV), 73' Marchisio (JUV)

 

Ammoniti: 22' Peluso (JUV), 28' Antonsson (BOL), 56' Perez (BOL), 65' Diamanti (BOL), 67' Padoin (JUV), 72' Vidal (JUV)

 

Espulsi: -

 




Commenta con Facebook