• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Udinese > Catania-Udinese, Guidolin: "Siamo in emergenza. Mai parlato d'Europa"

Catania-Udinese, Guidolin: "Siamo in emergenza. Mai parlato d'Europa"

L'allenatore bianconero ha parlato alla vigilia dell'anticipo del 'Massimino'



15/03/2013 16:46

CATANIA-UDINESE GUIDOLIN / UDINE - Catania-Udinese aprirà il palinsesto del 29^ turno di Serie A. Sfida tutta da vivere quella del 'Massimino', tra due delle realtà più sane del nostro calcio. Francesco Guidolin arriva però alla sfida con l'infermieria piena: "Siamo in emergenza, è inutile nasconderlo, ma non possiamo piangerci addosso. Domani affronteremo una rivelazione del campionato con molti giovani in campo - ha spiegato l'allenatore bianconero in conferenza stampa -. Non ricordo, a memoria, una squadra con un età così bassa in Serie A, ma non andremo in Sicilia per fare esperimenti. Ci andremo con i ragazzi a disposizione, con due o tre uomini guida e proveremo a fare bene nell'immediato. La gara del 'Massimino' sarà anche un banco di prova per quegli elementi che ultimamente si sono sentiti trascurati per aver giocato poco. Sarà l'occasione di dimostrare tutte le loro qualità".

CATANIA - "E' una squadra con un'ottima organizzazione di gioco e che si esprime sempre con grande determinazione, soprattutto in casa. Il gruppo è composto da giocatori di qualità che hanno fatto grandi passi avanti per emergere. Negli ultimi quattro anni la società etnea si è migliorata sempre sposando il progetto abbracciato dall'Udinese andando a scovare giovani talenti nel mondo".

RIVELAZIONI - "Noi siamo stati la prima delle così dette 'grandi provinciali' per due stagioni, anzi, siamo arrivati prima di molte big. Adesso il Catania è meritatamente davanti a noi. Non ho mai parlato di Europa, ma di obiettivi raggiungibili: lottiamo con il Catania per essere la prima delle non grandi e ci guardiamo le spalle".

OBIETTIVO - "La società non ci ha chiesto niente, non ce n'è bisogno. L'orgoglio e la voglia di alzare sempre l'asticella sono più importanti dei traguardi economici. Si tratta di spingere sull'acceleratore e di avere a cuore il proprio lavoro".

 

G.M.




Commenta con Facebook