• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Furio Valcareggi su Emanuele Giaccherini

Furio Valcareggi su Emanuele Giaccherini

Furio Valcareggi e' intervenuto in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it


Giaccherini lancia la Juve (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

11/03/2013 12:33

JUVENTUS ESCLUSIVO AGENTE GIACCHERINI / ROMA - Una pietra tombale sullo scudetto. Il guizzo di Emanuele Giaccherini, al 92' di Juventus-Catania, lancia la formazione bianconera verso il secondo tricolore consecutivo della gestione Conte. Un 'soldatino' sugli scudi: l'ex cesenate, chiamato in causa dal tecnico nel finale di partita, si è rivelato per l'ennesima volta un jolly preziosissimo per la causa juventina. Mai una parola fuori posto, solo fatti, costanza e tanto impegno in allenamento.

SOLDATINO - Furio Valcareggi esalta le qualità operaie del proprio assistito: "Mi è piaciuta la sua autodedica, è un giocatore onesto, la sua professionalità non si discute. Quando c'è bisogno, lui risponde presente e si fa trovare sempre pronto - ha sottolineato l'agente in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it - La stima che Conte ha di lui è risaputa, così come Prandelli in chiave Nazionale. E' un calciatore molto duttile, che può giocare indifferentemente in quattro posizioni. Gli allenatori si innamorano di lui".

GOL SCUDETTO - "Non è semplice giocare in una squadra top come la Juventus, soprattutto nel suo ruolo: davanti ha quattro 'mostri' come PirloMarchisioVidal Pogba. Lui, però, riesce sempre a ritagliarsi il suo spazio, a fare bene e, come ieri, ad essere anche decisivo. Ha preso la palla un po' sporca, forse prendendola piena non sarebbe entrata. E' stato un po' fortunato, ma soprattutto bravo a non colpire prima di testa e aspettare il momento propizio per battere a rete. Il suo gol vale una bella fetta di scudetto: adesso può perderlo solo la Juventus il campionato".

FUTURO BIANCONERO - "Finché Conte sarà in panchina lui non si muoverà da Torino. E' stimato anche dalla società e da tutti i compagni: la festa di ieri, dopo il gol, testimonia l'affetto che la squadra nutre per Emanuele. E poi sia per il ragazzo, ma anche per noi che lo gestiamo, è un grande privilegio e onore far parte di un club talmente blasonato come la Juventus. Sta conquistando il suo secondo scudetto, ha vinto una Supercoppa e giocato una finale di Coppa Italia. Oltre, al finora eccellente percorso in Champions con il passaggio agli ottavi. Il palmares è di tutto rispetto, per un calciatore che fino a poco tempo fa nessuno voleva".

 

VALCAREGGI IN ESCLUSIVA SU MAZZARRI: LEGGI QUI

VALCAREGGI IN ESCLUSIVA SU JOVETIC: LEGGI QUI




Commenta con Facebook