• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter-Bologna, Stramaccioni si difende: "Colpa degli infortuni". E sullo scambio Cassano-P

Inter-Bologna, Stramaccioni si difende: "Colpa degli infortuni". E sullo scambio Cassano-Pazzini...

Il tecnico nerazzurro ha parlato in vista della sfida di domani contro i rossoblu


Stramaccioni (Getty Images)
Matteo Zappalà (twitter: @MattZappa88)

09/03/2013 16:01

INTER-BOLOGNA CONFERENZA STAMPA STRAMACCIONI / MILANO - Intervenuto in conferenza stampa in vista della sfida contro il Bologna, l'allenatore dell'Inter Andrea Stramaccioni ha parlato del difficile momento dei suoi, dopo la netta sconfitta in Europa League contro il Tottenham. Ecco le sue dichiarazioni.

105 ANNI DI STORIA -
"Sono onorato. Allenare questo club per me è un sogno. Ieri, dopo una sconfitta vedere così tanta gente vicina alla squadra e alla società ci ha dato una grande spinta. Credo che i tifosi abbiano capito il momento e ci stanno vicini. E' motivo di grande orgoglio".

TOTTENHAM - "Siamo l'Inter, cercheremo di riaprire comunque il discorso qualificazione. Certo c'è rammarico, probabilmente abbiamo incontrato il Tottenham nel loro miglior momento e noi probabilmente nel peggiore a livello di infortuni. Non credo ci siano tre gol di distanza tra le due squadre".

OBIETTIVI - "Il nostro obiettivo, naturalmente, è tornare a disputare la Champions League. Sia a livello di prestigio che a livello economico. La Coppa Italia e l'Europa League, comunque, non sono mai state bistrattate è che avendo 12-13 giocatori cercavamo di gestire le loro condizioni fisiche. Dobbiamo riconoscere anche i meriti degli avversari".

CASSANO - "Non è vero che è in sovrappeso, in ogni caso sono dati che gestiamo noi con la massima riservatezza. Ma non confermo assolutamente queste voci".

PROGETTO - "Credo sia normale che ci siano delle difficoltà. Abbiamo avuto infortuni e qualche imprevisto, siamo arrivati fino a un punto dalla prima in classifica, mi sembra giusto ricordarlo. Ci stiamo orientando anche sul mercato su giovani prospetti. E' un progetto facile da avviare, ma difficile da sostenere. Siamo l'Inter è normale che in caso di sconfitte ci siano critiche, ma è sbagliato mettere in discussione tutto ad ogni passo falso. Stiamo lavorando per riportare l'Inter ad essere grande. Il rammarico è essere stati condizionati pesantemente dagli infortuni".

BOLOGNA - "Lo conosciamo bene, ci hanno messo in difficoltà molte volte. Anche sulle palle inattive hanno Diamanti che è uno dei migliori tiratori. Carrizo? E' un giocatore d'esperienza, voluto dalla società proprio nel caso Handanovic avesse dei problemi. Abbiamo fiducia in lui".

SCAMBIO CASSANO-PAZZINI - "Sono soddisfatto, credo che entrambi i club l'abbiano reputato vantaggioso, altrimenti non l'avrebbero fatto. Credo che le scelte vadano valutate all'epoca, poi mi sembra che il rendimento dei giocatori siano abbastanza in linea con il rendimento della squadra. Quando andavamo bene noi, Cassano andava bene, ora stanno andando bene loro e Giampaolo sta segnando molti gol. Purtroppo in estate abbiamo dovuto fare una scelta che, seppur dolorosa, rifarei, ovvero quella di puntare su Milito".

ALVAREZ - "Sta iniziando a giocare con continuità, in questo modulo è fondamentale. Purtroppo abbiamo nella mente il gol sbagliato a 'White Hart Lane', ma se avesse fatto gol parleremmo di una grande prestazione".




Commenta con Facebook