• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Udinese-Roma, Andreazzoli: "Ecco che cosa e' cambiato". E su Osvaldo e De Rossi...

Udinese-Roma, Andreazzoli: "Ecco che cosa e' cambiato". E su Osvaldo e De Rossi...

Il tecnico giallorosso ha parlato alla vigilia del match


Aurelio Andreazzoli (Getty Images)

08/03/2013 14:04

UDINESE ROMA CONFERENZA ANDREAZZOLI / ROMA - Alla vigilia dell'importante match contro l'Udinese, l'allenatore della Roma Aurelio Andreazzoli ha parlato in conferenza stampa. "L'atmosfera è cambiata, la vittoria è la panacea di tutte le malattie. Affrontiamo una squadra molto difficile da affrontare dal punto di vista tattico. Hanno un fenomeno come Di Natale. E' bravo a fare il punto di riferimento di una squadra che non ne dà. E' una partita da prendere con le molle, sai quali sono le difficoltà ma di sicuro è una partita particolare"

LAMELA - "Può interpretare diversi ruoli, perchè è disponibile, ha corsa tecnica e vede la porta. La sua storia dice che il posto dove si sente più a suo agio è sul centro destra. E' migliorato molto, interpreta bene situazioni che prima non riusciva ad interpretare".

GIOVANI - "Nel calcio italiano adesso c'è la tendenza a metterli in campo. Anche noi ne abbiamo tanti come Romagnoli, ma anche il Milan. Se uno è bravo lo è anche al di là dei dati anagrafici".

SVOLTA - "Credo di non aver fatto nulla di particolare, se non con l'assillo del tempo esprimere la mia idea di calcio. Sono stato bravo nel creare sinergie all'interno dello spogliatoio e della società, ma anche all'esterno. In settimana durante una serata a cui ho partecipato mi sono reso conto dell'affetto dovuto alle mie richieste precise".

DE ROSSI - Sa fare l'uno e l'altro, il mediano e il regista. E' evidente che con Pjanic la coppia funziona in maniera particolare viste le loro caratteristiche. Ma Daniele lo sa fare, è solo un problema di condizione. Avevo parlato di tre settimane per vederlo in una condizione accettabile, ed avevo ragione: è migliorato molto anche se non è ancora al 100%".

OSVALDO - "Che ci sia stato un chiarimento l'ho visto scritto da tante parti anche in maniera disordinata, nel senso che le notizie si sono diffuse in maniera imprecisa. Lo preciso una volta per tutte: come sempre succede in una squadra di calcio il martedì si parla della partita della domenica e lo si fa in maniera critica analizzando sia le cose che sono andate bene sia quelle che non sono andate bene, sotto l'aspetto tattico e tecnico e dei comportamenti. In settimana l'ho visto bene. Non segnare per un attaccante è sempre un problema, non per me. Io chiedo comportamenti che vanno al di là della prestazione. Con l'Atalanta ero contento dei suoi comportamenti, se vengono a mancare io ne prendo nota. Fisicamente sta bene e si allena con il gruppo".

GUIDOLIN - "Siamo su due piani diversi: lui è un allenatore con la A maiuscola, io devo ancora pulirmi il naso in questo campionato. Sarà un confronto tra due persone che hanno visto tanto nel calcio".

Clicca qui per leggere le dichiarazioni di mercato di Andreazzoli




Commenta con Facebook