Breaking News
© Getty Images

VIDEO - Lazio-Inter, Hernanes ai tifosi biancocelesti: "Scusatemi per l'esultanza, vi prego!"

Il centrocampista biancoceleste ha mandato un messaggio ai suoi ex sostenitori

LAZIO-INTER HERNANES FACEBOOK MESSAGGIO AI TIFOSI DELLA LAZIO / MILANO - Ha scelto 'Facebook', Hernanes, per spiegare ulteriormente il motivo  della sua esultanza con capriola in occasione del primo gol realizzato in Lazio-Inter contro la sua ex squadra.

Questo il messaggio del 'Profeta' ai suoi ex tifosi: "A tutti i tifosi laziali volevo chiedervi scusa perchè se io avessi saputo prima che la mia capriola sarebbe stata interpretata come una mancanza di rispetto nei vostri confronti, non l'avrei mai fatta!

C'è stato un motivo e ho già dichiarato qual è stato (era indirizzata a Lotito, n.d.r.)! Forse però non era neanche tanto nobile! Va bene, l'orgoglio a volte ti porta a fare cose che neanche capisci bene!

Ma una cosa sono sicuro: che io non ho mai mancato con rispetto nei vostri confronti neanche quando voi mi fischiavate quando indossavo ancora la maglia della Lazio e non stavo giocando tanto bene! E non era adesso che avrei fatto una cosa del genere!

E se anche osservate bene non ho esultato quando ho segnato contro di voi a San Siro, non ho esultato quando ho segnato il secondo gol ieri e anche la capriola è stata una capriola triste senza esultanza! Però ripeto: scusatemi vi prego e mi dispiace tanto per come è andata!"

Serie A   Inter  
FOTO CM.IT - Inter, Vecchi: "Scuse Gabigol? Gli fa onore"
FOTO CM.IT - Inter, Vecchi: "Scuse Gabigol? Gli fa onore"
Il tecnico sul brasiliano: "Si confronterà anche con la società"
Serie A   Inter   Lazio
Lazio-Inter, Vecchi: "Non si può finire così! Il nuovo allenatore..."
Lazio-Inter, Vecchi: "Non si può finire così! Il nuovo allenatore..."
Il tecnico nerazzurro ha incontrato i giornalisti in sala stampa
Serie A   Inter  
Inter, è caos: record negativo, tifosi furiosi e il mercato alle porte
Inter, è caos: record negativo, tifosi furiosi e il mercato alle porte
Solo due punti in otto partite. La curva contesta, Handanovic e Eder alzano i toni in tv