• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Calciomercato: da Bale a Macheda, quanti obiettivi delle italiane contro Inter e Lazio!

Calciomercato: da Bale a Macheda, quanti obiettivi delle italiane contro Inter e Lazio!

Diversi calciatori in campo con Stoccarda e Tottenham piacciono alle compagini nostrane


Gareth Bale (Getty Images)

07/03/2013 16:15

CALCIOMERCATO TOTTENHAM STOCCARDA OBIETTIVI BALE / ROMA - Questa sera Lazio e Inter saranno impegnate contro due importanti avversarie in Europa League: rispettivamente, Stoccarda e Tottenham. Molti sono i calciatori di queste squadre che interessano da tempo alle squadre italiane: basti negli 'Spurs' spiccano Gareth Bale e Aaron Lennon, col fuoriclasse gallese che piace praticamente a tutte le grandi d'Europa, e l'esterno destro che dallo scorso anno è stato accostato proprio ai nerazzurri. Da segnalare anche la presenza di Jan Vertonghen, difensore belga trasferitosi in estate alla corte di Villas-Boas, ma a lungo seguito dalla Roma, e di Kyle Walker, giovane difensore della Nazionale inglese che sia Inter che Roma vorrebbero tra le proprie fila dal lontano 2011.

Non è da meno lo Stoccarda: il calciatore più appetito è il centrale Serdar Tasci, che negli anni è stato accostato praticamente a tutte le grandi, dalla Juventus alla Fiorentina, dal Milan alla Roma, passando per la Lazio stessa. Christian Gentner è un'altra vecchia idea dei biancocelesti, così come Federico Macheda, che d'altronde è il grande ex di giornata, essendo cresciuto nella Primavera capitolina e dichiaratamente di fede laziale. Inter e Lazio, stasera, affronteranno diversi calciatori che avrebbero potuto giocare queste partite a maglie invertite: nella speranza che non diventino rimpianti.

Clicca qui per leggere l'intervista esclusiva a Molinaro

 




Commenta con Facebook