• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI PSG-VALENCIA

PAGELLE E TABELLINO DI PSG-VALENCIA

Lavezzi risponde a Jonas e spedisce il Psg di Ancelotti ai quarti di finale dopo 18 anni


PSG-Valencia (Getty Images)
Valerio Pantone

07/03/2013 00:26

PAGELLE E TABELLINO PSG-VALENCIA/ PARIGI – E’ stato più faticoso del previsto per il Psg. Dopo il 2-1 dell’andata al Mestalla, la squadra di Carlo Ancelotti pareggia a fatica 1-1 al Parco dei Principi contro il Valencia e si qualifica per i quarti di finale di Champions League. Spagnoli in vantaggio ad inizio ripresa con Jonas; poco dopo però un guizzo di Gameiro permette a Lavezzi di siglare l’1-1 che consente alla formazione francese di tornare tra le grandi d'Europa a quasi diciotto anni di distanza. Nel Psg da sottolineare la prestazione di Matuidi, oltre a quelle di Thiago Silva e Alex; male invece Chantome e Lucas. Tra le fila valenciane, bene soprattutto Mathieu e Banega.

 

PSG

Sirugu 6 – Non sempre impeccabile nelle uscite alte, non può nulla in occasione del gol di Jonas.

Jallet 6 – In poco meno di mezzz’ora si rende protagonista di una buona diagonale difensiva. E’ costretto ad uscire per un problema muscolare. Dal 26’ Van der Wiel 5 – Puntuale negli inserimenti offensivi, un pò impreciso nei disimpegni difensivi. Ancora il lontano parente del giocatore ammirato con l’Olanda ai Mondiali sudafricani del 2010.  

Alex 6,5 – Attento e concentrato nelle chiusure, concede pochissimo a chiunque cerca di passare dalle sue parti.  

Thiago Silva 6,5 – Un giocatore normale avrebbe probabilmente stentato al rientro dopo l’infortunio. Lui invece ci mette soltanto qualche minuto per tornare lo straordinario giocatore ammirato in questi anni nel Milan. 

Maxwell 6 – Combina bene quando può con Pastore sull’out di sinistra. Dall’alto della sua esperienza controlla senza problemi la fase difensiva.

Chantome 5 – Preferito a Beckham nel ruolo di esterno destro, pensa esclusivamente a contenere le rare sortite in avanti di Cissokho. Evanescente in fase d’attacco, con un errato disimpegno provoca il momentaneo 1-0 degli spagnoli.

Matuidi 7 – Agisce quasi da scudo protettivo al fianco di Thiago Motta. Molto reattivo nel contenimento, si propone all’occorrenza anche in zona offensiva. Senza il dubbio la sorpresa più piacevole della serata parigina.

Thiago Motta 5,5 – Non è ancora al meglio della forma e così si limita ad orchestrare la manovra della squadra dettando però dei ritmi troppo lenti per sfruttare la velocità di Lucas, Pastore e Lavezzi. Dal 58’ Gameiro 6,5 – Dà una scossa importante alla squadra, nel momento più difficile della partita. Dai suoi piedi nasce l’azione che porta al pareggio di Lavezzi.

Pastore 5,5 – Si muove molto rendendosi partecipe della manovra della squadra nonostante occupi una posizione defilata. Poche volte però indovina la scelta dell’ultimo passaggio. 

Lucas 5,5 – Regala due-tre numeri che lasciano a bocca aperta il Parco dei Principi. Da lui ci si attende, tuttavia, molto di più, visto il bagaglio tecnico che ha a disposizione. Dal 83’ – Sakho s.v.

Lavezzi 6,5 – Qualche raro spunto ad inizio gara, poi alla prima vera chance che gli si presenta firma la rete dell’1-1, grazie anche ad un pizzico di buona sorte. In assenza di Ibrahimovic, si conferma l’uomo guida dell’attacco parigino.

All. Ancelotti 5,5 – Vista la squalifica di Ibra, imposta la gara sulle ripartenze di Lavezzi e Lucas. La squadra però non li supporta a dovere e così il Valencia ha il controllo del gioco per quasi tutto l’incontro. La risposta di Lavezzi al gol di Jonas non evita la sofferenza degli ultimi minuti per una qualificazione che doveva essere gestita in maniera diversa.

 

VALENCIA

Guaita 6 – Ricorre spesso alla parata in due tempi a causa del pallone bagnato. Sfortunato in occasione del gol di Lavezzi. 

Barragan 6 – Dalla sua fascia nascono i pericoli maggiori del Psg. Con il passare dei minuti però riescere a prendere le misure a Pastore che agisce dalle sue parti.

Victor Ruiz 6 – Si ritrova di fronte un cliente scomodo come Lavezzi, suo ex compagno ai tempi del Napoli. Alla fine se la cava bene evitando di farsi sorprendere dalla velocità del Pocho.

Mathieu 6,5 – Adattato da Valverde per le assenze di Rami e di Ricardo Costa, si dimostra all’altezza della situazione, quasi come se fosse il ruolo naturale. Chissà se in futuro questa non potrà essere la sua nuova posizione in campo.

Cissokho 5,5 – Ogni tanto qualche discesa sulla corsia di sinistra ma senza troppa convizione: sbaglia almeno un paio di cross in maniera piuttosto superficiale.

Albelda 5,5 – A quasi 36 anni lotta ancora come un ragazzino che vuole mettersi in mostra sul palcoscenico internazionale. La generosità però non sempre basta. Dal 45’ Banega 6,5 – Cambia marcia alla squadra con il suo dinamismo ed i suoi inserimenti senza palla. Se la qualificazione del Psg resta in bilico fino al 90esimo è anche per merito suo.

Tino Costa 5,5 – Più intraprendente nella ripresa quando Valverde gli affianca il mobile Banega. Di lui però non si ricordano trame di gioco particolarmente interessanti.

Feghouli 5 – Troppo prevedibile nelle giocate, quasi irritante nell’uno contro uno. Si parla un gran bene di questo ragazzo ma evidentemente l’aria di casa (è cresciuto nei sobborghi di Parigi) gli gioca un brutto scherzo. Dal 63’ Piatti 5,5 – Non riesce a sfondare dalle parti di Maxwell che si oppone senza troppo affanno.      

Parejo 6 – Poco attivo nel primo tempo, si mette a disposizione della squadra nel secondo tempo abbassando di molto il suo raggio d’azione. 

Jonas 6,5 – I suoi tagli da sinistra verso il centro mettono già nel primo tempo in difficoltà la difesa del Psg. Nella ripresa, però, al primo tentativo in porta riaccende le speranze di qualificazione del Valencia con un destro forte e preciso. Tenace. Dal 76’ Valdez s.v.

Soldado 5,5 – Brucia una volta sullo scatto Thiago Silva ma non sfrutta a pieno l’occasione. Il brasiliano poi gli prende le misure e per il bomber spagnolo non c’è più la possibilità di sfondare. 

All. Valverde 6 – Restano i rimpianti per non aver giocato il primo tempo come il secondo. Troppo timida la squadra nei primi 45 minuti per impaurire un Psg non al meglio della condizione. Alla fine comunque il Valencia esce a testa alta.

 

Arbitro Milorad Mažić 6 – Direzione di gara complessivamente sufficiente quella del fischietto serbo che controlla senza particolari problemi una partita corretta nonostante la posta in palio.

 

TABELLINO 

PSG-VALENCIA 1-1

PSG (4-4-2): Sirigu; Jallet (dal 26’ Van der Wiel), Alex, Thiago Silva, Maxwell; Chantôme, Matuidi, T.Motta (dal 58’ Gameiro), Pastore; Lucas (dal 83’ Sakho), Lavezzi. A disp.: Douchez, Camara, Armand, Beckham. All.: Ancelotti.

VALENCIA (4-2-3-1): Guaita; Barragan, V.Ruiz, Mathieu, Cissokho; Albelda (dal 45’ Banega), T.Costa; Feghouli (dal 63’ Piatti), D.Parejo, Jonas (dal 76’ Valdez); Soldado. A disp.: Diego Alves, Joao Pereira, Guardado, Canales. All.: Valverde.

Arbitro: Milorad Mažić (SRB)

Marcatori: 55’ Jonas (V), 66’ Lavezzi (P) 

Ammoniti: 22’ Albelda (V), 37’ Victor Ruiz (V), 66’ Lavezzi (P), 80’ Soldado (V), 84’ Parejo (V), 92’ Banega (V). 




Commenta con Facebook