• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-CELTIC

PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-CELTIC

I gol di Matri e Quagliarella regalano ai bianconeri la vittoria dopo il 3-0 dell'andata


Fabio Quagliarella (Getty Images)
Federico Giuliani

06/03/2013 23:54

PAGELLE E TABELLINO JUVENTUS CELTIC / TORINO – La Juventus, quasi sicura di passare il turno, ottiene un’altra vittoria sul Celtic. Questa volta termina 2-0 grazie ai gol di Matri e Quagliarella. Fra gli uomini di Conte si confermano a livelli altissimi Barzagli e Buffon; delude Padoin. Il Celtic se la gioca fino alla fine anche se non trova il meritato gol della bandiera. Negli scozzesi bene Commons. Il solito tallone d’Achille è la difesa.

 

JUVENTUS

Buffon 6,5- Una sola parata ma di altissimo coefficiente di difficoltà. Conclusione dal limite di Commons deviata da Hooper, sembra un gol fatto ma la manona dell’estremo difensore bianconero respinge in corner. Riflesso alieno. Per il resto sicuro come sempre nel restante lavoro da svolgere. 

Barzagli 6,5 – Ormai si sta consolidando su livelli altissimi. Un suo recupero da il via all’azione del gol della Juventus. Impeccabile nella fase difensiva.

Marrone 6 – Il panorama europeo non lo condiziona più di tanto. Continua nel suo processo di crescita accanto ai senatori della difesa 

Bonucci 6 – Dalle sue parti i pericoli sarebbero quasi nulli non fosse per la scarsa forma di Peluso. Deve quindi aiutare il compagno per arginare le avanzate gallesi da quella corsia.

Padoin 5 – Sarà l’aria europea ma l’ex giocatore dell’Atalanta non riesce mai a entrare in partita. Nel primo tempo è un’anima in pena: poche iniziative e molti errori tattici. Non era proprio quello che voleva Conte. La differenza con Lichsteiner si fa sentire.

Vidal 6 – Primo tempo molto sotto tono. Sbaglia passaggi banali e non riesce a essere dinamico. Nella ripresa si salva regalando un assist vincente a Quagliarella per il raddoppio bianconero. Dal 65’ Isla 5,5 – Non incide come dovrebbe nella partita. Ancora lontano parente del giocatore ammirato a Udine.

Pogba 6 –Inizia molto bene, con idee chiare e tanta ispirazione ma alla lunga si spenge. Ostinato in alcune circostanze quando avrebbe potuto servire i compagni invece di tirare.

Peluso 5,5 – Le corsie bianconere vanno a sprazzi. L’unica che ogni tanto funziona è la sua ma con molti limiti. Da rivedere per le prossime uscite. Dal 59’ Asamoah 6 – minuti importanti per rimettersi al top dopo la faticosa coppa d’Africa.

Pirlo 6,5 – Partita nella norma fino a quando non offre un lancio dei suoi che propizia il secondo gol della Juventus. Dal 68’ Giaccherini 6 – Entra a risultato ormai in cassaforte e deve fare davvero poco cercando di rendersi pericoloso sulle ripartenze.

Quagliarella 6,5 – Il bomber bianconero è i forma. Mette la firma in entrambe le azioni che hanno portato i due gol. Segna una rete facile ma se la merita.

Matri 6 – Sblocca il risultato con un gol facilissimo. Il difficile era trovarsi in quel posto e lui ci riesce.

All. Conte 7 – Anche se il risultato dell’andata poteva dare tranquillità lui vuole il massimo. Sgirda i suoi nel primo tempo quando la squadra sembra addormentata e alla fine può godersi i quarti di finale meritati.

 

CELTIC

Forster 5,5 – Non trattiene il tiro di Quagliarella dal quale nasce il gol di Matri ma c’è da dire che il terreno bagnato non è un alleato. Attento su Vidal e bravo su Quagliarella. Sul secondo gol tradito dalla difesa.

Izaguirre 5,5 – Quando può da una mano in fase offensiva proponendosi spesso sulla fascia sinistra. In fase difensiva all’inizio non demerita vista la scarsa aggressività bianconera da quelle parti ma poi viene scavalcato dal lancio di Pirlo sul secondo gol.

Kayal 5,5 – Se la gioca tutta sulle palle alte: di testa è quasi insuperabile. Le difficoltà maggiori ci sono sui rapidi dai e vai degli avversari, nettamente più agili di lui.

Wilson 5,5 – Incerto fin dai primi minuti di gioco. E’ proprio una sua disattenzione che porta la Juventus a segnare. Sul tiro ravvicinato di Quagliarella apre le gambe in malo modo e il pallone passa, diretto verso la porta. 

Matthews 6 – Convincente il suo primo tempo. Una spina nel fianco per Peluso che per fermarlo deve ricorrere alle maniere forti. E’ costretto a uscire per infortunio. Dal 51’ Forrest 6 – Giovane molto interessante. Appena entrato si fa notare con una bella azione tutta in velocità. Forse se fosse partito titolare avrebbe potuto creare ulteriori problemi.

Ledley 6 – Partita onesta e ammirevole. Sfiora il gol con una conclusione che sorvola di poco l’incrocio dei pali. Di più non gli si poteva chiedere.

Commons 6,5 – Corre dal primo all’ultimo minuto cercando di mettere in mezzo palloni interessanti anche se nella prima frazione di gioco spesso viene evitato dato che il gioco del Celtic si sviluppa per lo più dall’altra corsia. Si mantiene costante nella ripresa. Appena può cerca la porta. Dal 72’ Nouioui 6 – Si fa notare con una conclusione ma può fare poco per la causa scozzese.

Wanyama 5 Lento e impacciato si ritrova nella morsa del centrocampo della Juventus. Pogba fa quello che vuole e lui perde palloni su palloni. Prova a usare il fisico possente ma non serve a molto. Non ripete la stessa pessima prestazione dell’andata ma i miglioramenti sono davvero pochi. Dal 46’ Ambrose 5- Prosegue nella linea di Wanyama: lento, inconcludente e impreciso.

Mulgrew 6 – Razionale e preciso in tutto quello che fa. Il Celtic dipende molto da questo giocatore. I suoi movimenti impensieriscono un minimo la retroguardia bianconera.

Samaras 6 – Nel primo tempo fa intravedere qualcosa; nella ripresa cala. E’ chiaro comunque che gli scozzesi non possono fare a meno di lui e nella partita d’andata si è potuto notare. Cerca fino in fondo il gol della bandiera.

Hooper 5- Tagliato fuori fin dalle primissime battute. Ha due grandi occasioni, una fortuita di rimpallo, l’altra a pochi passi dalla linea di porta ma in entrambe non si fa trovare pronto. In patria fa la voce grossa ma giocare con la Juventus è tutta un’altra storia.

All. Lennon 6 – Il voto è per il percorso che ha fatto il suo Celtic fino all’eliminazione. Gli scozzesi sono riusciti a sconfiggere il Barcellona e a qualificarsi agli ottavi in un girone difficile. Si inchina alla Juventus ma esce dalla Champions League con onore.

 

Arbitro: Aydinus 6,5 – Non sbaglia praticamente niente. Giuste le ammonizioni e i falli fischiati, bene nell’applicare il vantaggio quando serviva. C’è però da dire che un match come questo era di facile lettura visto il punteggio dell’andata.

 

TABELLINO

JUVENTUS-CELTIC 2-0

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Marrone, Bonucci; Padoin, Vidal (Dal 65’ Isla), Pogba, Pirlo(Dal 68’ Giaccherini), Peluso (Dal 59’ Asamoah); Quagliarella, Matri. All. Conte.

CELTIC (4-5-1): Forster; Izaguirre, Kayal, Wilson, Matthews (Dal 51’ Forrest); Ledley, Commons (Dal 72’ Nouioui), Wanyama (Dal 46’ Ambrose), Mulgrew, Samaras; Hooper. All. Lennon.

Arbitro: Aydinus 

Marcatori: 23’ Matri (J), 64’ Quagliarella

Ammoniti: 17’ Peluso (J), 64’ Izaguirre (C),

Espulsi: Nessuno




Commenta con Facebook