• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CATANIA-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI CATANIA-INTER

Torna la Pazza Inter: dopo il primo tempo dominato dal Catania, un'incredibile rimonta guidata da Palacio e Cambiasso


Palacio firma il 2-2 (Getty Images)
Marco Macca

03/03/2013 18:24

PAGELLE E TABELLINO DI CATANIA-INTER / CATANIA - Clamoroso a 'Cibali', o al 'Massimino', che dir si voglia: ma questa volta, a beneficiare del risultato non è il Catania come negli anni '60, bensì l'Inter che, dopo un primo tempo disastroso e dominato in lungo e in largo dal Catania, ha saputo ritrovare forze ed energie insperate, riuscendo a ribaltare un risultato apparentemente acquisito. Nei primi 20' furia rossoblu, con Bergessio Marchese che sembrano chiudere la pratica con largo anticipo. Il primo tempo va in archivio con tanti dubbi e dolori sulle spalle dell'Inter. Stramaccioni, conscio dei problemi dei suoi, rivolta la squadra e toglie Rocchi Kuzmanovic, mandando in campo Palacio Stankovic. I cambi fortunati proseguono anche quando l'allenatore romano manda in panca un irritante Guarin per un Cambiasso con la fame d'un principiante. Risultato: Alvarez, su assist di Palacio, riapre i conti; poi ci pensa lo stesso Palacio con un doppietta a mandare in visibilio tutto l'ambiente nerazzurro. Strama tira un sospiro di sollievo, il Milan è a +1.

CATANIA
Andujar 6 - Spettatore non pagante. Il gol di Alvarez ha come responsabile soprattutto Rolin, distratto nel lasciarsi prendere alle spalle dall'argentino.
Alvarez 7 - Annulla il connazionale e omonimo interista sul suo versante destro e inoltre è sempre pronto ad appoggiare le veloci ripartenze siciliane.
Spolli 5,5 - Primo tempo senza patemi d'animo, ma quando Pereira disegna il sinistro per la testa di Palacio è in posizione per nulla perfetta e l'attaccante avversario non perdona.
Rolin 5,5 - Poco concentrato e nervoso, si lascia scavalcare da Ricky Alvarez che incorna e riapre. la partita. Non perfetto nemmeno in occasione del pareggio interista, poiché divide le responsabilità con Spolli lasciando solo soletto Palacio che ringrazia e trafigge Andujar.
Marchese 6,5 - Come sempre propositivo e preciso in entrambe le fasi. Il gol è la ciliegina sulla torta di un'ennesima prestazione positiva.
Izco 6 - Ottimo collante sul centrodestra tra centrocampo e attacco catanese e la consueta gara di sostanza fondamentale nello scacchiere di Maran.
Lodi 6,5 - Se il Catania gioca così bene è anche merito di un metronomo come Francesco Lodi, capace di dare i giusti tempi e di essere la luce di ogni azione rossoblu, con sapienza tattica e visione di gioco fuori dal normale.
Biagianti 6 - Argina senza troppe sofferenze le sterili manovre di Guarin, controllando a dovere la propria zona. Dal 77' Almiron s.v
Castro 6 - Non incisivo in zona gol come in altre occasioni, ma rappresenta comunque un potenziale pericolo per la retroguardia avversaria.
Bergessio 6,5 - Primo tempo mostruoso per fiuto del gol e sacrificio. Torna al gol dopo quattro partite e la fiducia che acquisisce è importantissima. Cala nella ripresa, stremato, ma una prestazione del genere rappresenta uno slancio significativo per il finale di stagone. Dal 85' Cani s.v
Gomez 6,5 - Folletto d'inesauribile corsa e pericolosità, si esalta in alcuni tratti del match. Non è molto continuo nella sua prestazione, ma quando ingrana per gli interisti son dolori.
All. Maran 6,5 - La sua squadra merita pienamente la posizione che occupa in classifica. Un primo tempo da grande squadra, con bel gioco e personalità, mette in ginocchio l'Inter. Ma i suoi calano in maniera troppo eclatante nella ripresa, soprattutto fisicamente, e sfuma una vittoria che avrebbe avuto un dolce sapore d'Europa.
INTER
Handanovic 5,5 - Non perfetto nei due gol catanesi. Si riscatta parzialmente su Bergessio in apertura di ripresa, ma il miracoloso portiere nella notte del derby è solo un lontano ricordo.
Zanetti 6 - Qualche errore e meno reattività del solito, ma un paio di chiusure, considerando anche la pochezza dei compagni di reparto, fanno sì che riesca a distinguersi maggiormente.
Chivu 5,5 - Sembra quasi assente, poco concentrato. I tagli di Bergessio sembrano coltellate nella difesa che, a detta del proprio allenatore, dovrebbe guidare da leader.
Juan Jesus 5 - Disastroso nell'uno contro uno opposto a Bergessio, di solito il suo punto di forza. Colabrodo quando termina goffamente a terra spalancando all'attaccante argentino le porte del gol del vantaggio.
Alvaro Pereira 6 - Fin troppi errori nella prima frazione, ma nella ripresa cresce e serve un ottimo pallone a Palacio che di testa non sbaglia.
Guarin 5 - Irritante e fin troppo egoista. Prova a tirare da qualsiasi posizione, attentando alla vita di parecchi spettatori in curva e facendo imbestialire i propri tifosi, illusi di poter vedere, di tanto in tanto, la parvenza di un'azione manovrata. Dal 77' Cambiasso 7 - Inspiegabile come un giocatore del genere possa partire dalla panchina. Universale, capace di difendere e, all'occorrenza, diventare attaccante aggiunto. Si mangia un gol di destro, ma nel finale serve un assist al bacio per Palacio che manda in paradiso tutti i tifosi interisti e toglie dalla graticola Stramaccioni.
Kuzmanovic 5,5 - Prova a combinare qualcosa, tentando di sottrarsi alla negatività generale, ma il più delle volte combina guai, con l'attenuante di un ruolo non suo, in cui però viene costantemente impiegato. Dal 45' Stankovic 6 - La forma ideale è lontana, ma saggezza tattica ed esperienza gli permettono di mettere un po' d'ordine nella mediana nerazzurra.
Gargano 5,5  -Solita corsa spesso a vuoto. La sua arma migliore, l'interdizione, oggi latita e sulla trequarti interista si aprono delle voragini inquietanti e in cui gli avanti rossoblu vanno a nozze.
Schelotto 6 - Non che combini qualcosa di indimenticabile, ma almeno, forse rinfrancato dal gol nel derby, prova a correre più dei compagni
Rocchi 5 - Le attenuanti non mancano, per esempio le palle che gli arrivano (quando arrivano), quasi sempre ingiocabili. Ma sembra ancora lontano anni luce dalla forma ideale e in una gara dai ritmi alti come questa paga uno scotto importante. Dal 45' Palacio 8 - Ancora una volta devastante e capace di cambiare da solo il corso di una partita intera. Due gol, un assist e un secondo tempo da autentico fuoriclasse. Una partita vinta quasi da solo.
Alvarez 6 - Il gol che riapre il match gli regala una sufficienza che, a dire il vero, a giudicare dalla prestazione globale, sarebbe risultata quasi assurda.
All. Stramaccioni 6 - Il voto è una media fra alcune scelte inspiegabili (d'accordo l'Europa League, ma lasciare Cambiasso e Palacio in panca in una gara così importante sembra davvero un delitto) e la lucidità nel capire gli errori e cambiare il volto della sua squadra con i cambi. Il successo nel finale gli risparmia critiche e gogna mediatica, ma c'è ancora molto da lavorare. Ci si può consolare con una classifica che, nonostante tutto, dice che l'Inter è ancora in piena corsa per la Champions.
Arbitro Bergonzi 6 - Tiene sempre bene il polso di una gara a tratti accesa e con qualche scaramuccia, ma tutto sommato corretta. Sacrosanti i gialli estratti, mentre la posizione di Cambiasso nell'azione del gol vittoria è assolutamente regolare.
TABELLINO
CATANIA-INTER 2-3
Catania (4-2-3-1): Andujar; Alvarez, Spolli, Rolin, Marchese; Lodi, Biagianti (Dal 77' Almiron); Izco, Castro, Gomez; Bergessio (Dal 85' Cani). All. Maran.Inter (4-2-3-1): Handanovic; Zanetti, Chivu, Juan Jesus, Alvaro Pereira; Kuzmanovic (Dal 45' Stankovic), Gargano; Schelotto, Guarin (Dal 77' Cambiasso), Alvarez; Rocchi (Dal 45' Palacio). All. Stramaccioni.
Marcatori: 7' Bergessio (CAT), 19' Marchese (CAT), 52' Alvarez (INT), 70' e 92' Palacio (INT)
Ammoniti: 37' Alvarez (CAT), 55' Rolin (CAT), 69' Handanovic (INT), 69' Bergessio (CAT), 84' Schelotto (INT), 86' Cani (CAT)
Espulsi: -




Commenta con Facebook